Sintesi idrossido di alluminio
Ma è proprio quello che vorrei fare io, l'ipoclorito!
Quindi s'egli vorrebbe provare mi farebbe un favore.
Cita messaggio
interessante senza dubbio, ma lavorare col Cl2 è un tantino fuori dalla mia portata... :-S
Cita messaggio
Ciao a tutti!:-)
Anche io ho deciso di sintetizzare un pò di idrossido di alluminio tanto per fare qualcosa nel nuovo lab ed ho usato la stessa metodica di ohilà però con quantitativi diversi di reagenti (facendo sempre i calcoli stechiometrici ovviamente!!!).Ora vorrei presentare un riassunto di come ho operato, documentare il tutto con alcune foto (non ho fotografato la precipitazione dell' idrossido d' alluminio però) e infine fare un confronto tra il prodotto ottenuto attaccando l' alluminio con l' NaOH (come ha fatto ohilà) e l' Al(OH)3 prodotto attaccando il metallo con acido cloridrico per pulizie.
I reagenti ed le attrezzature utilizzate:
[Immagine: chimica002.jpg]
allumino, idrossido di sodio,acido cloridrico,imbuti,beacker e altri contenitori.

Ecco la procedura:
In un beacker da 1l si introducono circa 500ml di acqua e 20g di idrossido di sodio cercando di far sciogliere tutta la base.
[Immagine: aloh3varie004.jpg]
Quando tutto l' idrossido si è sciolto si aggiungono lentamente, all' aperto, 14g di alluminio in pezzetti.Tosto si produce una viva reazione esotermica e viene generata un' abbondante quantità di idrogeno e vapore acqueo.

[Immagine: aloh3varie005.jpg]


[Immagine: aloh3varie006.jpg]

Al termine della reazione si avrà nel beacker una soluzione grigio scuro. Si diluisce il tutto con acqua distillata e si filtra, più volte, fino ad ottenere una soluzione limpida che contiene alluminato di sodio NaAlO2. A questo punto si tratta la soluzione con dell' acido cloridrico al 10% fino a che non precipita l' alluminio idrossido come gelatina bianca che va filtrata. Siccome ho utilizzato ,per precauzione, un difetto di acido ho poi trattato il filtrato con altro HCl per precipitare dell' eventuale alluminio rimasto in soluzione per via dell' ambiente alcalino.L' Al(OH)3 ,una volta seccato, si presenta come una polvere amorfa, bianca e inodore.
[Immagine: aloh3varie002.jpg]
Non è solubile in acqua ma si scioglie negli acidi per dare sali solubili di Al III e nelle basi acquose (specialmente degli idrossidi alcalini) per formare alluminati contenenti l' anione -AlO2.

[Immagine: aloh3varie003.jpg]
La foto messa qui sopra ritrae sempre lo stesso composto, ovvero Al(OH)3. Solo che l' idrossido a sinistra (beige/bianco sporco) è stato preparato con il metodo postato da as1998 nel primo post di apertura, mentre il secondo (bianco) è quello ottenuto come sopra. L' idrossido prodotto con il primo metodo si presenta così perchè contiene ossidi/idrossidi di ferro.Il ferro che prima era contenuto nella carta d' alluminio è stato portato in soluzione dall' acido cloridrico sottoforma di FeCl3. Quando poi sono andato a precipitare l' alluminio con NaOH mi è precipitato pure il ferro andando così ad inquinare il prodotto desiderato.
Ho pure in mente un metodo di purificazione ma non so se potrà andar bene.
Saluti
Fosgene.
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano fosgene per questo post:
ohilà
Wow! Tutti che si dilettano con Al, di questi giorni! :-D
Molto interessante il confronto tra le purezze dei composti ottenuti dalle due sintesi.
E, se posso aggiungere, molto rassicurante, poichè il mio assomiglia più al secondo che al primo *yuu* (per quanto non raggiunga ancora il candore della carta da stampante).

Il mio Al2(SO4)3 è sempre in arrivo, sto solo ricristallizzandolo per migliorare un poco la purezza e confrontare il tutto con i precedenti campioni: la ripetibilità prima di tutto!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Daedalus per questo post:
fosgene
Sì, non male, anche se inutile sprecare tutta quell'acqua. Se la neutralizzazione è effettuata in soluzioni concentrate e a caldo, si ottiene un solido meno gelatinoso.
Inoltre non si può definire becker il dosatore dei croccantini per cani.... Va bene usare l'HCl del supermercato, ma è meglio distillarlo prima, non si che roba contenga. Loione alluminato è AlO2-, non -AlO2, anzi sarebbe ancora meglio rappresentarlo come [Al(OH)4]-, dato che si tratta di un adotto acido-base di Lewis.
L'unico metodo per purificare quello pieno di ferro è di dissolverlo in NaOH, filtrare e acidificare..
Comunque vedo che il metodo da me proposto è il migliore....

In risposta a clorato: con cloro secco (ma anche umido) su alluminio ossido non ci fai nulla. L'unico modo per fare un minimo di reazione con Al2O3 e Cl2 è usare il processo carbotermico, si producono AlCl3, CO e forse COCl2
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
fosgene
Con tutta la mia simpatia per Fosgene, devo dire che gli sfondi (diciamo tutta la scenografia...) delle foto sono in crescendo i più oscenamente brutti che ho mai visto nella mia vita.
Cita messaggio
(2013-03-10, 13:45)al-ham-bic Ha scritto: Con tutta la mia simpatia per Fosgene, devo dire che gli sfondi (diciamo tutta la scenografia...) delle foto sono in crescendo i più oscenamente brutti che ho mai visto nella mia vita.

In effetti alle ultime due foto potevo mettere sul tavolo un foglio di carta bianca*Fischietta*azz!
Vabbé una cosa alla volta, intanto però ho imparato a fare le foto nitide, la prossima volta che mi capiterà di fare qualche altro scatto (credo oggi) cercherò di curare pure la scenografia........
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
O come scadiamo dalla metascienza alla metafisica...dall'essenza all'estetica...dal concreto al trascendente...dal serio al faceto...
Possibile che tutti abbiate il morbo della "fotopazza"? Quello che vi dovrebbe interessare è in primis il prodotto ottenuto (leggasi "esistenza"), poi il suo aspetto (leggasi "sussistenza") e il resto diviene solo uno scarno corollario dello spazio che circonda la materia.

Comunque gli sfondi delle ultime foto sono orripilanti. ;-)
Dai Fos che ci aspettiamo tutti un arazzo del Re Sole come tovaglia.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
fosgene, Rusty
Fosgene, sono sicuro che la prossima volta troverai un ambiente migliore per fotografare e soprattutto per eseguire una sintesi, le scale e i tavoli da lavoro "imbrattati" di una non meglio identificata ruggine incrostata non sono certamente i luoghi piu' adatti asd
Ad ogni modo mi sento di tranquillizzarti, nel senso che qui, nel limite della decenza, non siamo fotografi professionisti ne' tantomeno scenografi, non perdiamo di vista l'obiettivo del forum, e prendi con le pinze i consigli non prettamente chimico-fisici, perchè di Helmut Newton o di Henry Bumstead non ne ho ancora visti, e non ci mancano affatto, senza togliere nulla alla loro arte.
Nessuno si autoelegga "esperto" in fotografia o guru tuttologo sentendosi arrivato, manteniamo una sana dose autocritica e un pizzico di umilta' che avvalorano piu' di ogni altra cosa i nostri lavori.

Chiudo l'immenso OT, mi sentivo comunque di dirti questo.

Non abbatterti,
Saluti :-P
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Rusty per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, fosgene




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)