Solfato ferroso
Io penso che la discussione di Igor si possa accorpare a quest' altra:
http://myttex.net/forum/Thread-Solfato-f...ht=ferroso
In fondo la procedura é la stessa.
Ottimo lavoro Igor bel sale e hai fatto anche un buon lavoro complimenti!
Io il solfato ferroso non l' ho mai fatto ma prima o poi ci proverò :-P
Da dove proviene il ferro che hai usato?
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
Igor.
che bisogno c'era di usare l'cqua potabile?


saluti
Mario
Cita messaggio
Grazie Fosgene, ho smembrato una spugna metallica, di quelle che si usano per la pulizia delle pentole.

Mario, è l'acqua che esce dal mio rubinetto.
Cita messaggio
Meno si introducono sali estranei , più puro esce il sale.
E non mi dica che impiegare acqua demineralizzata al posto della potabile causa un tracollo del conto in banca.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
luigi_67, thenicktm
asd asd asd La prossima volta userò l'acqua distillata, promesso.
Cita messaggio
Riesumo questo thread per riflettere sui sistemi di conservazione del solfato ferroso: al di là delle riflessioni sulla superficie utile di contatto con l'aria, "quanto ci mette" ad ossidarsi? E' un processo istantaneo o decorre in diverse ore?
Leggo in un articolo degli anni '30 (F. K. Cameron, J. Phys. Chem., 1930, 34 (4), pp 692–710 https://pubs.acs.org/doi/pdf/10.1021/j150310a002) alcuni metodi per evitare l'ossidazione, e mi chiedo se abbia senso conservare il solfato di ferro in un solvente non ossidante nel quale le solubilità di O2 e FeSO2 siano pressochè nulle: qui però mi mancano i dati e vi chiedo informazioni :-)
E così remiamo, barche controcorrente, risospinti senza sosta nel passato - F.S.Fitzgerald
La vida que vendrà - Inti Illimani

Cita messaggio
Parlo per esperienza diretta, l'ossidazione non è istantanea.
I singoli cristalli se lasciati troppo all'aria si ricoprono di uno strato di ferrico che però è facilmente rimovibile con una veloce sciacquata, il consiglio è, come accennato nelle pagine precedenti, conservarlo cristallizzato e non in polvere in modo da minimizzare la superficie esposta all'aria.

Piccolo OT:
Quando ero in galvanica verso fine dicembre svuotavano le vasche di decapaggio acido (H2SO4 diluito). Sul fondo delle vasche uno strato spesso più di un metro di solfato ferroso , di un verde acqua smeraldino stupefacente!!
Non l ho mai portato a casa a causa della puzza di ferro e dei tensioattivi di cui comunque era impregnato, ma era meraviglioso, l hanno dovuto scavare col piccone <3
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
CamelKing96 (II)
(2019-02-06, 14:13)TrevizeGolanCz Ha scritto: Piccolo OT:
Quando ero in galvanica verso fine dicembre svuotavano le vasche di decapaggio acido (H2SO4 diluito). Sul fondo delle vasche uno strato spesso più di un metro di solfato ferroso , di un verde acqua smeraldino stupefacente!!
Non l ho mai portato a casa a causa della puzza di ferro e dei tensioattivi di cui comunque era impregnato, ma era meraviglioso, l hanno dovuto scavare col piccone <3

Una visione direi romantica, chissà vg96 cosa ne pensa di questa green chemistry O_o asd #pollutionlove

Per il resto, procedo e vi faccio sapere fra qualche giorno :-)
E così remiamo, barche controcorrente, risospinti senza sosta nel passato - F.S.Fitzgerald
La vida que vendrà - Inti Illimani

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)