Solfuro di sodio
(2009-05-11, 21:26)al-ham-bic Ha scritto: No, Na2S si prepara per riduzione del solfato con C o per sintesi diretta dagli elementi.
Come hai detto tu non si forma solfuro, ma solfidrato NaHS.
NaOH + H2S --> NaHS + H2O
La reazione sopra detta è proprio il metodo che intendo usare per produrre specificamente NaHS, dal quale poi ottenere R-SH per trattamento con alogenuri alchilici con opportuna procedura.

Allora, dulcis in fundo, lo posso fare 'sto Na2S si o no? (penso di no*Fischietta* )
*help*

Myt



Cita messaggio
No, non lo puoi fare il Na2S; stai magari su cose più semplici Rolleyes
(Ricordo che uno degli impieghi principali di questo solfuro è per depilare le pelli che vanno alla concia. Le concerie puzzano tremendamente già di per se, in più ci sono anche solfuri in giro... *Si guarda intorno* ).

Sodio-naftalenide starebbe meglio in --> organica direi...
Cita messaggio
Dico la verità: questa cosa sul solfuro di sodio non l'ho mai notata. Non mi è mai capitato di acidificare la soluzione di questo sale. Proverò, appena posso. Non saprei cosa può essere il composto bianco che ottieni, tuttavia si può analizzare molto facilmente.
Dopo separazione na puoi valutare il punto di fusione, o la solubilità in solfuro di carbonio (se si scioglie non è ionico, ma covalente...e allora è S colloidale). Se ha il punto di fusione dello S(n), cioè circa 105°C, oppure dello S(12-18) cioè circa 125-150°C....allora è S.
Se si discioglie in acqua pura...cominciano i guai!

Circa il fatto che il tuo Na2S sia idrato...è facile distinguerlo. Se fonde nella sua acqua di cristallizzazione è idrato. Bella forza, dirai tu.
Ma il sale anidro fonde a 1180°C! non a 150-200°C...
Io l'ho sempre visto idrato (con nove molecole d'acqua), ciò non vieta però che sia commerciato anche anidro.
Una cosa è certa: è bastardamente igroscopico, fino a portarsi in soluzione!
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Molto bene, buttane una spatolatina in una provetta quando puoi...

Quello che mi lascia perplesso è il colore perfettamente bianco, e l'abbondanza del prec.; intuibile usando un polisolfuro, ma in Na2S non c'è quest'abbondanza di zolfo! Ma deve essere lui comunque, ho già visto che in acqua non si scioglie e riconoscerlo dopo averlo filtrato è banale. La prossima volta appuro. Stranezze di questo sale.
Con questa faccenda però non posso prevedere quanto H2S mi si svolge da una quantità nota di solfuro di sodio: tra H2O di crist. e zolfo molto meno del previsto, e io l'ho preso proprio come fonte ideale di questo gas!

Non ho fatto una pesata quantitativa per vedere quanta acqua perde (stechiometricamente circa i 2/3) ma così di corsa avevo l'impressione che fosse molta di meno rispetto alle classiche .9H2O, per questo m'è venuto il dubbio.
(Mai avere troppe certezze, giusto? ;-) )
Bye
Cita messaggio
Solo dubbi, certezze soltanto un paio!

Io per produrre H2S uso FeS grezzo oppure il K2S grezzo (titolo 40%, FU) detto "fegato di zolfo" che non è igroscopico e non ha acqua di cristallizzazione.

Da dove provenga lo zolfo...questo non lo so, ma se si forma, suppongo deriverà dallo ione solfuro...ma ciò non fa parte delle mie due certezze.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Anch'io usavo il buon vecchio fegato di zolfo, ma mi son detto, prendo il Na2S che mi rende le cose più pulite e prevedibili, senza zolfo... invece idem con patate! azz!

Però voglio provare anche questa, visto il mio scopo:

Na2S + H2S --> 2 NaHS

ovviamente a secco, o con l'acqua di cristalliz. al massimo.
Cita messaggio
Salve, non so se posso essere d'aiuto, ma penso di avere preparato il solfuro di sodio con un metodo assai semplice ed efficace. Ne avevo bisogno per effettuare il viraggio seppia alle fotografie in bianco e nero e ho proceduto in questo modo: ho sciolto in mezzo litro scarso di acqua circa 40 grammi di soda caustica NaOH e ho riscaldato la soluzione in un recipiente di vetro pyrex. Quindi ho aggiunto circa 16 grammi di zolfo giallo in polvere, versando la polvere piano piano durante tutto il processo. Ho ottenuto una massa rossiccia che dopo essersi raffreddata ha assunto una consistenza simile a pietra, di colore arancio-giallastro, fortemente basica, dall'odore inconfondibile di uova marce e molto igroscopica, che a contatto con l'umidità dell'aria diventa una massa color verde-grigiastro. Ha funzionato perfettamente per il viraggio. Penso che si tratti di solfuro di sodio abbastanza puro, oppure ad una miscela di polisolfuri. In un primo momento ho considerato la reazione: 2NaOH + S = Na2S + 2OH che certamente non sarà corretta ma rende bene l'idea di cosa ho ottenuto. Poi ho cercato di saperne di più e ho visto che la reazione completa dovrebbe essere: 6NaOH + 4S =2Na2S + Na2S2O3 +3H2O, ma siccome di tiosolfato di sodio non ne ho certamente ottenuto (altrimenti avrei avuto un completo fallimento del viraggio) mi viene da pensare che invece del tiosolfato di sodio si sia formato: 6NaOH + 4S = 3Na2S + SO3 ↑ + 3H2O.
[Immagine: 10256804_10203726080780769_342483483707975665_n.jpg]
:corrosivo::tossico::preicoloambiente:
Cita messaggio
Si forma anche tiosolfato, non certamente SO3. Quello ottenuto è un miscuglio di cose, ma se funziona, allora è OK.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Ho molto riflettuto su questa reazione, in effetti secondo la "regola" il tiosolfato dovrebbe esserci, ma sospetto che a caldo esso possa in qualche modo decomporsi e dare vita nuovamente ad altro solfuro (o polisolfuro) di sodio.
La sia pur minima presenza di tiosolfato di sodio infatti avrebbe effetti deleteri sulla fotografia che perderebbe l'alogenuro d'argento sbiancandola definitivamente.
La reazione: 6NaOH + 4S =2Na2S + Na2S2O3 +3H2O probabilmente si attua a freddo, ma a caldo (circa 100° C o poco sopra) penso che il tiosolfato possa subire una reazione secondaria che lo decomponga, soprattutto considerando l'ambiente fortemente basico per via della soda caustica.
Vi invito a provare voi stessi e poi ad analizzare il prodotto finale, che ha tutte le caratteristiche del solfuro di sodio anidro, compreso il punto di fusione a circa 50° C.
Cita messaggio
La cosa che non hai considerato e che non è proprio irrilevante è che Na2S è ben solubile in acqua e pure il tiosolfato di sodio non lo è poco...In 100ml di acqua a 20° si sciolgono 19g di Na2S e 70g di tiosolfato... quella pasta che hai ottenuto contiene tutto meno che Na2S e Na2S2O3..
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)