Soluzione CuSO4. 5 H2O in Acido lattico
Ciao ragazzi ho un dubbio su queste due affermazioni:

1) Preparare una soluzione di CuSO4.5H2O 0.4 M in Acido lattico 3 Molare

2) Preparare una soluzione 0.4 M in CuSO4.5H2O  e 3 M in Acido lattico 



Ho a disposizione una soluzione dal 85 al 90% di acido lattico (considero quindi una media del 87,5%) quindi circa 11,74 M.

Immaginiamo di voler preparare 250 ml di soluzione.


1) Nel primo caso la mia interpretazione è preparare una soluzione 3 M di acido lattico (diluizione da circa 64 ml a 250 ml, rapporto di diluizione 3,91) ed aggiungere la quantità di CuSO4 considerando come volume finale per il calcolo dei grammi il volume totale, come se il mio solvente fossero appunto i 250 ml totali, cioè la soluzione di acido lattico 3 M appena preparata.

2) Nel secondo caso la mia interpretazione è considerare come solvente solo l'acqua. Quindi se diluisco da 64 a 250 ml l'acido lattico, per il calcolo dei grammi di CuSO4 pensavo di considerare la differenza cioè 186 ml a cui dovrei aggiungere gli 8 ml contenuti nei 64 ml iniziali.

Sono corrette queste mie interpretazioni delle due affermazioni iniziali ?
Cita messaggio
In entrambe le soluzioni il solvente è sempre acqua e i soluti CuSO4·5H2O e acido lattico puro.
Entrambe le soluzioni sono 0,4 M rispetto al CuSO4·5H2O e 3 M rispetto all'acido lattico.
Il CuSO4·5H2O è a disposizione come solido puro al 100% m/m, quindi va pesato e disciolto nel volume totale di soluzione acquosa che si vuole preparare (250 mL).
L'acido lattico è invece a disposizione in soluzione acquosa all'87,5% m/m, corrispondente a 11,7 M, quindi bisogna prelevare un volume di soluzione concentrata e diluirla fino ad ottenere il volume totale di soluzione acquosa che si vuole preparare (250 mL) di concentrazione 3 M.

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
hidro25, Rosa
grazie per la risposta !
Si probabilmente sono la stessa soluzione, quella differenza lessicale mi aveva lasciato dei dubbi.

Se io volessi portare questa soluzione a pH 10 con NaOH, mi consigli di usare pellet o una soluzione concentrata di NaOH ? Ho provato con una soluzione 4 M, ma ho dovuto aggiungere troppo volume e quindi temo che le concentrazioni precedenti si siano modificate e non di poco...
Cita messaggio
Se addizioni NaOH fino a pH 10 il Cu2+ precipita come idrossido, Cu(OH)2(s), quindi la concentrazione di Cu2+ in soluzione acquosa è molto inferiore a 0,4 M:
Cu(OH)2(s) <==> Cu2+ + 2 OH-
Ks = [Cu2+][OH]^2 = 1,6·10^-19
[Cu2+] = 1,6·10^-19/(10^-4)^2 = 1,6·10^-11 mol/L <<< 0,4 mol/L

L'acido lattico (acido debole monoprotico, Ka = 8,4·10^-4) si trasforma completamente in ione lattato:
CH3-CHOH-COOH + OH- --> CH3-CHOH-COO- + H2O

A mio parere per portare a pH 10 la soluzione senza che il Cu2+ precipiti devi utilizzare un tampone ammoniacale NH4+/NH3 a pH 10; il Cu2+ viene complessato completamente in ione tetramminio rameico:
Cu2+ + 4 NH3 <==> [Cu(NH3)4]2+
Kf = 2·10^12
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Questa è una sintesi per produrre successivamente tramite elettrodeposizione Cu2O.

L'acido lattico deprotonato dovrebbe stabilizzare gli ioni ed evitare appunto la precipitazione come idrossido.

Volevo capire come agire con la stechiometria. Purtroppo il pHmetro non funziona, so il volume di NaOH 4 M aggiunto ma non so come risalire al pH finale !
Cita messaggio
Conoscendo il volume di NaOH 4 M aggiunto a 250 mL di soluzione 0,4 M di Cu2+ e 3 M di acido lattico il pH si può calcolare.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)