Sono nuovo e chiedo pareri.
Ciao!
Sono nuovo del forum. Ho diciannove anni e sono originario della Sicilia. Ho appena letto il regolamento e ho deciso di aprire una nuova discussione per presentarmi e per chiedere consigli su una questione.

Ho frequentato un liceo scientifico tecnologico. Ho iniziato a studiare Chimica al secondo anno e me ne sono subito appassionato. Al terzo liceo ho anche frequentato un corso PON pomeridiano e ho partecipato alla fase regionale dei giochi della chimica (ahimè classificandomi al quarantesimo posto).

La passione per questa disciplina, e in generale per le materie scientifiche, è andata scemando gli ultimi due anni di liceo, fino ad essere sostituita da una nuova passione: quella per le materie umanistiche.

Il motivo di questo cambio di interessi lo attribuisco oggi ai professori. I professori di matematica, fisica, chimica etc. pur essendo preparati e pur
impegnandosi nello svolgere il loro lavoro non stimolavano per niente; il loro unico pensiero era spesso quello di completare il programma previsto dal ministero entro la fine del quinto e quello di avere tutte le carte in regola per poter dare le valutazioni finali. Ad un certo punto ho anche iniziato ad odiare le materie che insegnavano: di conseguenza il mio rendimento è drasticamente sceso.

L'ultimo anno di liceo l'insegnante di storia e filosofia, una persona molto stimolante, originale e creativa, ha fatto confluire i miei interessi verso le
sue materie: così lo scorso settembre mi sono iscritto a un corso di studi umanistico.

Ho dato il massimo; ho addirittura deciso di frequentare un corso facoltativo di greco antico e di imparare questa magnifica lingua, riuscendoci tra l'altro.

Tuttavia, mi sono pian piano reso conto di aver commesso un errore, di aver compiuto una scelta sbagliata: la vecchia passione per la chimica e per le discipline scientifiche è riemersa e mi sono amaramente pentito di averne trascurato lo studio gli ultimi anni di liceo. Così ho abbandonato gli studi, decidendo di intraprendere la strada della Chimica, dal prossimo anno accademico.

Adesso mi trovo a Bologna e sono indeciso se restare qui o se trasferirmi a Catania (molto più vicina a casa). Qualcuno di voi che frequenta il Dipartimento di Chimica di Catania o quello di Bologna potrebbe darmi consigli o raccontarmi la propria esperienza?

Inoltre cosa mi conviene studiare da qui a settembre per avere una buona preparazione di base? Sto riprendendo la matematica, la fisica e la chimica del liceo. E' necessario fare altro?

La rabbia nei confronti dei professori del liceo non si è ancora del tutto placata. E in generale provo un forte odio nei confronti dell'attuale sistema scolastico: l'ultimo anno di liceo nessuno si è preoccupato di fare un minimo di orientamento universitario; neanche lo stesso istituto o gli stessi professori. All'abbandono totale.
Sono davvero amareggiato, ma desideroso di iniziare il nuovo percorso.

Saluti!
Cita messaggio
Malgrado la tua storia non credo che sia molto educato venire qui prendendoci per Yahoo Answer...
Cita messaggio
Ciao, stai tranquillo non sei l'unico essere sulla Terra ad aver avuto dei ripensamenti, ad aver odiato certe materie perchè qualcuno te le ha rese odiose, addirittura facendoti cambiare direzione cosi' drasticamente da materie scientifiche ad umanistiche.
La forma mentis nei due campi è totalmente diversa, a mio avviso, e solo tu puoi sapere se per te è piu' indicato un mondo piuttosto che l'altro, certo è che se la passione è forte e sei un minimo portato per le materie scientifiche, con tanto impegno potrai riuscire brillantemente in cio' che piu' ti piace.
Info sull'uni io non posso dartene purtroppo essendo di un'altra regione, so che un libro base di chimica generale al primo anno di universita' è il Silvestroni http://www.ibs.it/code/9788840809984/sil...imica.html dal quale anche io ho studiato, altri utenti sapranno darti piu' info di sicuro (vedi quimico o anche Chimico, siculo come te).

Buona fortuna!
Cita messaggio
Per Beefcotto87
Sono sicuro di essere stato educato nel presentarmi e nel raccontare qualcosa di me. Siamo nella sezione presentazioni o sbaglio?
Non frequento Yahoo Answer e mi sono iscritto al forum proprio perché pensavo di trovare gente affidabile.
Penso invece che sia la tua risposta a non essere stata molto educata, soprattutto considerando il fatto che mi sono appena iscritto e che non mi conosci.

Per Rusty
Grazie per la risposta. Mi era già stato consigliato quel libro. Vedrò di procurarmelo.

Buona giornata!
Cita messaggio
Ma guarda che faccia tosta... A parte che appunto, questa è la sezione di presentazione, non di "aiutatemi!", il chè già sarebbe motivo di spostamente, trovo maleducato a prescindere da chi tu sia infrangere il regolamento (e se vogliamo, anche le regole E).
Cita messaggio
Ho riletto il regolamento e non mi risulta di aver infranto qualche regola. Forse mi hai frainteso. Non mi sono iscritto con l'intento di ricevere una risposta ai miei dubbi e sparire, bensì con la speranza di potermi inserire col tempo nelle discussioni, di poter dare il mio contributo e di ricevere altrettanto.
Non ho aperto questa discussione implorando aiuto e pretendendo delle risposte ai miei dubbi. Ho postato per presentarmi, e ho deciso di raccontare il mio rapporto con la chimica e di porvi un paio di domande.

Non a caso ho intitolato la discussione 'Sono nuovo e chiedo pareri', anziché 'Sono nuovo: chiedo pareri'.

Mi dispiace per questo fraintendimento.

Buona giornata:-)
Cita messaggio
(2012-04-03, 15:02)Beefcotto87 Ha scritto: Ma guarda che faccia tosta... A parte che appunto, questa è la sezione di presentazione, non di "aiutatemi!", il chè già sarebbe motivo di spostamente, trovo maleducato a prescindere da chi tu sia infrangere il regolamento (e se vogliamo, anche le regole E).

Beefcotto, non mi sembra che lui abbia infranto il regolamento: non ha chiesto aiuti su niente che assomigli anche vagamente a un esercizio e non ha richiesto spiegazioni teoriche. Si è semplicemente presentato e ha contestualmente chiesto un parere; non mi sembra né maleducato né contro il regolamento.

Detto questo, rispondo a Willi20:
Anche la mia preparazione liceale è stata soprattutto umanistica: infatti ho fatto il liceo classico, e quando ho iniziato a studiare chimica sapevo poco di matematica e niente di fisica; tuttavia è stato facile andare avanti, perché, contrariamente a quello che si pensa, i ragionamenti necessari a tradurre il greco sono simili a quelli che servono a risolvere un esercizio di matematica.
Quindi non scoraggiarti, segui i corsi dell'università, che partono sempre dalle basi per non lasciare indietro nessuno, e in poco tempo sarai a livello di tutti gli altri.

Per quanto riguarda il posto dove studiare, posso aiutarti solo parzialmente. Io studio a Pisa, uno dei migliori atenei d'Italia peer quanto riguarda le Scienze; ho sentito parlare bene di Bologna, ma non conosco nessuno che abbia fatto chimica lì.
Cita messaggio
Se hai odiato e dunque trascurato la matematica e la fisica degli ultimi anni di scuola media superio, io credo che avrai grossi problemi a superare gli esami di sbarramento del primo anno del corso di laurea in chimica. Ovviamente dipende da quanto tu sia motivato e disposto a rinunciare al resto per dedicarti allo studio.
Le facoltà umanistiche hanno un enorme vantaggio: se uno studia seriamente, matura interiormente e arriva là dove chi studia le scienze non arriverà mai. Parlo di elevazione culturale. Ovvio che esistono delle eccezioni, non c'è che dire, ma sono molto rare.
Dovresti analizzare bene te stesso, prima di buttarti in una nuova esperienza, magari fallimentare. Ho conosciuto, per lavoro, molti studenti che hanno deciso di cambiare corso, magari a un passo dalla laurea, convinti di fare bene. Non hanno voluto ascoltare i consigli di chi ha qualche anno in più di esperienza, e si sono trovati punto a capo, senza speranza di concludere un percorso di studi.
Va analizzato anche il destino che uno si attende dopo aver ottenuto il diploma di laurea, non basta dire: faccio filosofia perchè mi piace. E poi? Dopo la laurea, di che cosa vivrai? Quindi fermati, ragiona, ascolta, consulta, non fare scelte affrettate. ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2012-04-03, 14:09)Beefcotto87 Ha scritto: Malgrado la tua storia non credo che sia molto educato venire qui prendendoci per Yahoo Answer...

Che bella accoglienza...
Benvenuto willy20
Cita messaggio
Leggendo quanto scrivi è impossibile non vedere che:

1) hai degli interessi
2) ti poni dei problemi su quali scelte fare per il tuo futuro
3) non ti spaventa lo studio e la fatica

Questi tre punti ti pongono avanti anni luce rispetto a buona parte dei tuoi coetanei, qualsiasi sia la scelta che farai.

Le materie umanistiche, letteratura, filosofia, storia, arte, etc sono davvero intrippanti (perdonami il neologismo) e, come dice Doc, ti danno un livello di cultura altrimenti difficile da raggiungere. Si, ma poi come ci mangi? Io ho sempre sottovalutato queste materie, reputandole "aria fritta", salvo accorgendomi solo dopo anni che in realtà oggi ne sento la mancanza.

Se scegli una facoltà scientifica sappi che avrai tanta, tanta, tantissima teoria prima di arrivare in un laboratorio. Ergo: se sei un praticone e lo studio ti annoia lascia stare. Ma non mi sembra sia il tuo caso. Dovrai comunque fare degli sforzi ma alla fine le soddisfazioni arriveranno. Se poi parliamo di sbocchi lavorativi beh... per fortuna ne trovi ancora.

Se scegli una facoltà umanistica il mio suggerimento è comunque quello di avere un minimo di attenzione nel non scegliere qualcosa che poi non ti porti da nessuna parte. Cerca qualcosa che abbia degli sbocchi lavorativi. Che ne so... nel turismo, nell'educazione...

In ogni caso fatta una scelta puoi sempre coltivare "gli altri interessi" come hobby!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)