Sostanze chimiche con applicazioni in fotografia
Visto che questo sottoforum è un po' a secco ho deciso di postare questo thread riguardo gli utilizzi e di vari composti chimici in fotografia.
Sono composti chimici abbastanza comuni,per la maggior parte,indispensabili per le tecniche fotografiche del passato.
Partiamo dalle sostanze sensibilizzanti!
Le principali sostanze sensibilizzati sono queste:

-Nitrato di argento AgNO3
questo sale,dalla enorme solubilità in acqua,è il capostipite delle sostanze sensibilizzanti.
E' parzialmente sensibile alla luce,si decompone a dare Ag2O.

[Immagine: 86370189.jpg]

Infatti è la fonte principale di ioni Ag+,che servono per formare gli alogenuri insolubili di argento,utilizzati fino a pochi anni fa.
Gli alogenuri sono i seguenti:
AgCl
AgBr
AgI
Tutti ottenibili facilmente per precipitazione di Ag+ con anione alogenuro in soluzione.
Questi precipitati sono sensibili alla luce,ma la sensibilità aumenta dal cloro ,iodio fino ad arrivare al bromo,infatti l'AgBr è il più sensibile,è stato utilizzato fino a poco tempo fa nelle emulsioni delle pellicole fotografiche.
I loro colori sono molto tenui :
AgCl bianco candido
AgBr giallo opaco
AgI giallo

[Immagine: agicf.jpg]

I solidi sopra elencati tendono a scurirsi per decomposizione alla luce,a dare Ag metallico,nero.

Esistono altri sali,di cui non potrò presentarvi le foto:
per tecniche più prelibate abbiamo il cloroplatinito di potassio e il cloropalladiato di potassio,per le tecniche rispettive Platinotipia e Palladiotipia.
Per tecniche come la cianotipia vi sono anche sali di ferro,quali citrato ammoniacale di ferro ed altri.

Sostanze di sviluppo:

Le sostanze di sviluppo principali sono suddivisibili in due categorie:

Sviluppo fisico e sviluppo chimico,è interessante notare che lo sviluppo in fotografia interessi principalmente i polifenoli.
Lo sviluppo fisico è attuato da le seguenti sostanze:
-pirogallolo o erroneamente acido pirogallico;

[Immagine: 125pxpirogallolostruttu.png]

-acido gallico

[Immagine: acidogallico1.gif]

-tannino (o acido tannico)
Queste sostanze,abbastanza costose,sono i principali agenti di sviluppo fisico.
Per sviluppo fisico si intende un processo per la quale da minuscoli cristalli di argento metallico formatisi nell'esposizione,invisibili,che caratterizzano l'immagine latente,si vengono a creare fitte ramificazioni di argento fornito dall'alogenuro,a scurire via via l'immagine,fino a renderla visibile.
Il forte potere riducente di queste sostanze è sempre controllato da un agente di arresto,che è l'acido acetico.
L'acido acetico rallenta il processo di sviluppo,che sarebbe sennò troppo rapido,facendo annerire tutta la foto.
Un caso singolare di sviluppo fisico è l'utilizzo del mercurio,nella tecnica del dagherrotipo.
Il mercurio sotto forma di vapore condensa sulla lastra da sviluppare,e nelle zone in cui si è formato argento forma un'amalgama bianca,che forma direttamente il positivo.

Per quanto concerne lo sviluppo chimico una sola sostanza è degna di nota,l'idrochinone.

[Immagine: 120pxidrochinonestruttu.png]

L'idrochinone deconpone rapidamente l'alogenuro di argento.
La sua diluizione dev'essere tale da far decomporre solo la parte esposta alla luce,non le ombre.
Solitamente è utilizzato in soluzione con carbonato di sodio.

Le sostanze di fissaggio,ovvero le sostanze che desesibilizzano definitamente i composti presenti sulla lastra sono i solfiti:
-Na2SO3
-Na2S2O3 (tiosolfato)
-Na2S2O5
-soluzioni sature di NaCl
-Ammoniaca diluita.

I solfiti danno la seguente reazione,che porta in fase acquosa il catione argento:

AgCl + 2S2O32-(aq) → Ag[(S2O3)2]3-(aq) + Cl-

La soluzione saturadi NaCl :

AgCl + Cl-(aq) → AgCl2-(aq)

L'ammoniaca:

AgCl(s) + 2NH3(aq) → Ag[(NH3)2]+(aq) + Cl-

tutti a dare complessi solubili di argento.

Questi sono i principali agenti chimici interessati.
Esistono numerosissimi altri composti,utili nell'ambito del viraggio,(i solfuri per esempio per il viraggio alla tonatità "neroseppia") e tanti altri...
Si potrebbe parlare anche di bicromati che con la gomma arabica permettono di produrre immagini in rilievo,per questione di solubilità.
La fotografia nasce dall'unione della chimica e della fisica (ottica).
Infatti i primi grandi pionieri della fotografia furono chimici francesi e inglesi.
Cita messaggio
Aggiungo qualcosa anche io *Fischietta*
Preparazioni di soluzioni utili per fotografia.

-Bagno di fissaggio:
bagno chimico che trasforma gli alogenuri di argento non esposti in sali solubili, sia su negativo, sia su stampa. L'immagine viene così definitivamente fissata e la luce non ha più alcun effetto su di essa.
Solitamente si usa soluzione di tiosolfato di sodio acidificato con acido acetico in presenza di un tampone come metabisolfito di potassio.

-Bagno di arresto:
La sua funzione è quella di fermare l'azione dello sviluppo neutralizzando il rivelatore ancora attivo.Aumenta dunque la precisione dello sviluppo ed evita il passaggio di una soluzione chimica in quella successiva.Si utilizza una soluzione al 2% di acido acetico in acqua distillata.

-Bagno rivelatore:
Bagno di sviluppo contenente sostanze riducenti, che che rinforza e trasforma l'immagine latente in una nera, di argento metallico, visibile.
Vi sono tre tipi di rivelatori fondamentali per il b/n:
Rivelatore standard tipo MQ,indicato sia per pellicole, sia per carta, a seconda del grado di diluizione.
Disciogliere in un litro di acqua distillata:
-Metolo 2g
-Idrochinone 12g
-Sodio carbonato 7g
-Sodio solfito 50g
Rivelatore finegranulante. Questo rilevatore di uso comune dà grana fine e può essere utilizzato con quasi tutti i tipi di negativi (b/n).
Disciogliere in 1l di acqua distillata:
-Metolo 2g
-Idrochinone 5g
-Borace 2g
-Sodio solfito 100g
Rivelatore ad elevato contrasto.
Soluzione A:
Disciogliere in 1l di acqua distillata:
-Idrochinone 25g
-Potassio metabisolfito 25g
-Potassio bromuro 25g
Soluzione B:
Disciogliere in 1l di acqua:
-Sodio carbonato anidro 50g
Preparare la soluzione di sviluppo mescolando A e B in parti uguali, immediatamente prima dell'uso (non si conserva).Con una temperatura di 20°C lo sviluppo si compie in 2-3min.

-Bagni di viraggio:
Usati per cambiare colori di una stampa. L'immagine viene prima trattata con bagno di sbianca, poi con il viraggio.
Viraggio al seppia (solfuro)
Soluzione di sbianca:
Disciogliere in 1l di acqua distillata:
-Potassio bromuro 50g
-Potassio ferricianuro 100g
Diluire una parte ogni nove di acqua distillata prima dell'uso.
Bagno al solfuro:
Disciogliere in 1l di acqua distillata:
-Sodio solfuro 200g
Diluire una parte ogni sei di acqua prima dell'uso.
Dappirma la stampa è trattata con il bagno di sbianca, fino a quando non vira al marrone chiaro, poi viene risciacquata brevemente con acqua corrente e si immerge nel bagno al solfuro per circa 1min.
Poi si lava per 30min con acqua.
Le soluzioni una volta utilizzate non possono essere conservate.
Le soluzioni di sbianca e viraggio vanno conservate ben chiuse e in vetro oscurato.
Viraggio al blu:
Serve a virare al blu le parti nere di una stampa. Ometto la preparazione perchè è parecchio pericolosa, vi prego di non chiedermela.
Viraggio al rame:
Questo viraggio determina una gamma di toni dal marrone caldo al rosso chiaro, in dipendenza del tempo per cui vengono lasciti agire i vari bagni.
Soluzione di sbianca
Disciogliere in 1l di acqua
-Potassio ferrocianuro 6g
-Potassio citrato 28g
Soluzione di viraggio:
Disciogliere in 1l di acqua distillata:
-Potassio citrato 28g
-Rame solfato 7g
Si prepara la soluzione di lavoro mescolando le due soluzioni in parti uguali e lasciando agire sulla stampa fino al raggiungimento dela tonalità desiderata.
Nel frattempo mi fermo qui, via via aggiungerò nuove preparazioni e spero che possano essere utili a qualcuno.

Fonte:
IL MANUALE DEL FOTGRAFO DI JOHN HEDGECOE, MONDADORI EDITORE


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ale93 per questo post:
AgNO3, arkypita
tutto vero...asd anche se l'arresto viene talvolta usato insieme allo sviluppo,nel caso siano usate sostanze dall'elevato potere rducente,come per esempio acido gallico.
Per l'idrochinone l'arresto viene effettuato dopo,come da te scritto.
Cita messaggio
sarebbe parecchio interessante provare quel viraggio al rame 8-)

Cita messaggio
anche se il mio post iniziale era sulle tecniche fotografiche del passato....>_>
...asd
Cita messaggio
in merito al viraggio al blu, io l'ho utilizzato e non mi è parso pericoloso.
mi incuriosisce molto l'eventuale tecnica che avete trovato, che probabilmente differisce da quella che usavo io .

la mia tecnica utilizzava

ammonio ferro citrato (ico) verde 8g
ferricianuro di potassio 8g
acido acetico (di cui non rammento il titolo ma non era glaciale) 100ml
sciogliere tutto in soluzione di acqua tiepida e portare il volume da un litro.

il bagno va usato subito e il residuo va scartato perchè perde la sua efficacia in poche ore.
il viraggio si esegue su stampe all'argento correttamente fissate e abbondantemenete lavate, senza necessità di alcun bagno di sbianca.
L'intensità del tono si segue a vista.

:-)
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)