Tensione di vapore
Salve a tutti,
potreste per favore aiutarmi nella risoluzione di questo esercizio?
identificare chi avrà la tensione di vapore più elevata tra questi composti: H2S, H2O, C2H6, He, H2Se, KCl e K2S.


Grazie a tutti.
Cita messaggio
La tensione di vapore è la pressione esercitata dal vapore saturo in equilibrio con il proprio liquido.
È una costante chimico-fisica che dipende dall'intensità delle forze intermolecolari che tengono unite le particelle (atomi, molecole o ioni) della sostanza chimica.
Aumenta con l'aumentare della temperatura.
A temperatura costante, più elevato è il suo valore numerico maggiore sarà la tendenza della sostanza a passare dallo stato liquido a quello di vapore.
La tensione di vapore maggiore spetterà perciò alla sostanza che presenta la minore intensità delle forze intermolecolari.
Prova ad ordinare le sostanze elencate secondo una scala crescente di intensità delle forze intermolecolari.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
emanuele marra
l'ordine dovrebbe essere il seguente:
He, H2S, H2Se, H20, K2S e KCl
quindi il composto con la tensione di vapore più elevata dovrebbe essere He. Ma possiamo dire che la tensione di vapore cresce al decrescere della temperatura di ebollizione?
Grazie mille.
Cita messaggio
Tensione di vapore e temperatura di ebollizione di una sostanza pura sono strettamente connesse.
Infatti la temperatura di ebollizione non è altro che la temperatura alla quale la tensione di vapore della sostanza eguaglia la pressione atmosferica.
Quindi quanto più elevata è la tensione di vapore, tanto minore sarà la sua temperatura di ebollizione.

L'ordine che hai scritto è corretto; il C2H6 va inserito tra l'He e l'H2S.
Devi però cercare di capire il legame esistente tra tensione di vapore e geometria della molecola; quest'ultima è responsabile, insieme al PM, dei legami intermolecolari che si instaurano.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
emanuele marra
Capito, in realtà la prima parte dell'esercizio chiedeva di prevedere l'ordine crescente dei punti di ebollizione per i medesimi composti. Per fare questo ho tenuto conto delle differenze di elettronegatività, della geometria delle molecole e del PM. Ora mi è tutto più chiaro, grazie.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)