Tintura di Iodio ed Alluminio
Buongiorno, sono nuovo del forum; Spero dunque di non sbagliare sezione per questo primo topic, nel caso me ne scuso anticipatamente. 

Scrivo per chiedere informazioni riguardo alle possibili interazioni tra tintura di iodio (e iodio in generale), ed alluminio; Nello specifico, mi piacerebbe avere un vostro parere riguardo ad un caso pratico: aperta una scatola di cartone contenente bottiglie in vetro con tappo in alluminio, contenenti tintura di Iodio, si è constatato il riversamento di parte del prodotto all'interno della suddetta scatola.

Il prodotto riversato proviene da una sola bottiglia, il cui tappo, almeno visivamente sembrerebbe essere stato corroso. 

La mia domanda a questo punto è: c'è la possibilità, a determinate condizioni, che la tintura di Iodio causi corrosione dell'alluminio? Qualora non sia possibile la corrosione da parte della soluzione , cambierebbe qualcosa se sul vetro esterno della bottiglia e sul tappo fosse stato precedentemente presente parte di solido insoluto?

In sintesi, corrosione o no, è possibile che il deterioramento del tappo dipenda da una reazione chimica tra Tintura di Iodio (o suoi componenti insoluti) ed alluminio? O la dispersione del prodotto va ricercata necessariamente in un evento meccanico (come un urto che abbia rotto il tappo, dando solo l'illusione visiva che questo sia deteriorato)? 

Grazie mille in anticipo a chiunque possa/voglia rispondermi.
Cita messaggio
Citazione:La mia domanda a questo punto è: c'è la possibilità, a determinate condizioni, che la tintura di Iodio causi corrosione dell'alluminio?


Si. In particolare Iodio e Alluminio non vanno molto d'accordo.

In realtà lo Iodio contenuto nella tintura è in soluzione acquosa, molto stabile e tende a non "andarsene via". Inoltre questi tappi di alluminio di solito sono protetti da una patina di plastica (come ad esempio nel tetra-pack) che protegge il metallo dal reagire con il contenuto del flaccone. Inoltre l'alluminio normalmente si "auto-protegge" perché si passiva, ovvero si ricopre di un sottile strato di ossido, molto meno reattivo, che ne impedisce ulteriore reazione con ciò con cui entra in contatto.

Potrebbe essere successo che la patina protettiva non era perfetta (tappo difettato), che si sia graffiato, che tempo e calore lo abbiano deteriorato.
Una volta partita la reazione in un punto del tappo diventa poi semplice per lo iodio contenuto nella tintura "mangiarsi" tutto il resto.

Il flaccone era nuovo e mai aperto?
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano arkypita per questo post:
Alchemy
(2019-09-09, 16:13)arkypita Ha scritto: Si. In particolare Iodio e Alluminio non vanno molto d'accordo.

In realtà lo Iodio contenuto nella tintura è in soluzione acquosa, molto stabile e tende a non "andarsene via". Inoltre questi tappi di alluminio di solito sono protetti da una patina di plastica (come ad esempio nel tetra-pack) che protegge il metallo dal reagire con il contenuto del flaccone. Inoltre l'alluminio normalmente si "auto-protegge" perché si passiva, ovvero si ricopre di un sottile strato di ossido, molto meno reattivo, che ne impedisce ulteriore reazione con ciò con cui entra in contatto.

Potrebbe essere successo che la patina protettiva non era perfetta (tappo difettato), che si sia graffiato, che tempo e calore lo abbiano deteriorato.
Una volta partita la reazione in un punto del tappo diventa poi semplice per lo iodio contenuto nella tintura "mangiarsi" tutto il resto.

Il flaccone era nuovo e mai aperto?

Mi scuso per il ritardo, sono rientrato sul forum solo adesso dopo molto tempo.

Grazie per la risposta, il flacone era nuovo, e l'ipotesi del tappo difettato mi sembra senza dubbio la più probabile.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)