Un luminoforo semplice
Come promesso ecco l'altro, che ieri stava essicando:

Si tratta di calcite drogata con Mn2+ e Pb2+, ho preso spunto da un libro del '47 intitolato "Fluorescence and Phosphorescence", aa. vv.
Qui si accennava al tentativo di imitare artificialmente un minerale abbondante nel nord America, ed erano stati fatti diversi tentativi cambiando il rapporto dei droganti allo scopo di ottenere la fluorescenza più intensa possibile, anche se (eh, eh) non sono mai riusciti ad ottenerla come quella del minerale naturale.
Non c'era un procedimento preciso, solo dei grafici molto poco comprensibili dai quali ho provato a dedurre la quantità di drogante (in realtà sono andato un po' a sentimento), almeno era disponibile la temperatura di essicazione (max 60° C)

Dunque son partito da CaCO3 preso tanti anni fa in farmacia, che ha necessitato di una purificazione in quanto conteneva Fe e Mg...poi ho fatto i calcoli in maniera da avere il 3% di MnCO3 nella mix e lo 0,3% di PbCO3 in peso (senz'altro si formano carbonati basici, ma la cosa non è rilevante).
In pratica a 5g di CaCO3 ho aggiunto la quantità necessaria di MnCl2*4H2O e di Pb(OAc)2*3H2O :tossico: (lavorando in piccole dosi è meglio anche per l'impatto ambientale), poi circa 20-30ml d'acqua e la quantità necessaria di NH4CO3 (probabilmente bastava usare un po' più carbonato di calcio) per precipitare Mn e Pb come carbonati (o meglio, per riprecipitare il calcio passato in soluzione!!).
Ho mescolato per un po', lasciato a riposo qualche giorno e filtrato (in presenza di CaCO3 cristallino e aspettando un po' i precipitati gelatinosi sono pressochè scomparsi e son riuscito a filtrare)
Ho quindi lavato con acqua fredda e il residuo ancora umido l'ho pestato per bene nel mortaio, ottenendo una pasta che ho messo ad essicare a 60 gradi per 20ore, sperando si sia formato il reticolo cristallino giusto.
Ecco le foto:
       

Si, la fluorescenza non è intensa come quell'altra, ma comunque carina.

Termino dicendo che non so se sono necessarie 20 ore, magari avrei ottenuto lo stesso risultato in 1 ora, magari se lo lasciavo 100 ore (ammesso che la mia piastra fosse d'accordo) il risultato era migliore...ribadisco, come già detto sono andato a sentimento.
Cita messaggio
Non ho ben capito che prodotto ha usato:
..........e la quantità necessaria di [undefined=undefined]NH4CO3[/undefined] (probabilmente bastava usare un po' più carbonato di calcio) per precipitare ..............



saluti
Mario
Cita messaggio
Acc, volevo scrivere (NH4)2CO3, ha fatto bene a farmelo notare.

Adesso non ho più le dosi scritte, ma di carbonato di ammonio ne ho usato quanto basta per far avvenir le reazioni (ipotetiche)

(NH4)2CO3 + MnCl2 --> 2NH4Cl + MnCO3

(NH4)2CO3 + Pb(OAc)2 --> 2NH4OAc + PbCO3

Ho scritto ipotetiche perchè mi pare che i carbonati neutri, perlomeno quello di piombo, non esistano in soluzione acquosa o non si formino in queste condizioni, ad ogni modo ho usato una quantità di carbonato di ammonio sufficiente (direi anche abbondante tanto non dà fastidio) per far precipitare i 2 ioni droganti.

Guardando poi la solubilità dei diversi carbonati ho dedotto che fosse sufficiente lo steso CaCO3 per far precipitare gli altri 2 ioni.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)