Vacanze fiorentine
Dopo aver visitato Firenze ho compreso il significato ultimo e profondo dell'invettiva dell'Alighieri:
« Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande
che per mare e per terra batti l'ali,
e per lo 'nferno tuo nome si spande! »
(Inferno, canto XXVI)

Quello che maggiormente mi ha stupito è la tassa da pagare per entrare nelle chiese fiorentine. Gente del posto pochinina, la maggior parte turisti e questo mi induce a pensare che una collocazione arbitraria dei fiorentini all'inferno non sia poi così erronea, comunque...tralasciando questi aspetti, il pedaggio per varcare la "porta coeli" mi pare molto fuori misura. Comprendo il concetto di mercato, ma non lo condivido per le cose sacre. Così come non apprezzo le bancarelle con innumerevoli orpelli e ciarpameria presente in ogni chiesa-dogana.
"Chi siete? Cosa portate? Si, ma quanti siete? Un fiorino!"...questo è il sunto della storia.
Se Fiorenza è così lucrosa, che dire di Pisa? La visita al Duomo costa 2 Euro, non ha importanza se ci entri per confessarti, per pregare o per mirare i suoi muri interni o i ponteggi (non segnalati) che occludono la visuale. Un fiorino!
Una visita rapida al WC costa la metà!
Mentre 15 Euro bastano per salire sul campanile storto (non la si chiami torre, perchè nessuna torre ha le campane sulla sommità); del resto anche i francesi fanno pagare per la salita (in ascensore o a piedi) sulla Torre (questa sì che lo è) Eiffell.
Con 8 Euro ti fai Duomo, Camposanto e Battistero! O solo due di questi, se spendi 6 Euro. Il calpestio dell'erba della Piazza dei miracoli è gratuito, così come l'acqua di una (e una sola) fontanella posta a destra, nei pressi dell'ingresso al complesso monumentale.
Morale: meglio Roma, Milano, Torino e il resto del Mondo, dove per entrare in una chiesa basta un segno di croce, ma non è vincolante.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Mario
Purtroppo non di soli fiorentini è lastricato il pavimento dell'inferno... (mi riferisco sempre all'ingresso di "grandi" chiese).
Quindici euro per il campanile storto sono una follia.
Se non ci fossi stato a suo tempo (per molto meno) non credo che mi piegherei ad un simile ricatto.
Dire "-ma la torre di Pisa val bene una pizza!" è una emerita scemenza: di arte e di cultura non si dovrebbe far mercimonio.
O, nei casi ben comprensibili, farlo sempre al minimo!
Cita messaggio
Mentre ero in coda, con il mio bel biglietto in mano, per entrare nel Duomo, pensavo inevitabilmente al profitto che si sarebbe potuto ricavare nelle due ultime ostensioni della Sindone. Solo in quella del 2010 ci sono stati 2.113.128 di pellegrini, quella del Giubileo ne ha contati quasi il doppio. Facciamo un totale di 5 milioni di persone (per difetto) e facciamo pagare a ciascuno 5 euro (ma sono pochi, considerato che la Sindone è esposta solo in rare occasioni, in media ogni 20 anni...): avrebbe fruttato 25 milioni di Euro, il doppio se il biglietto fosse valso 10 Euro. Cinquanta milioni di Euro per restaurare la cappella del Guarini, da poco distrutta dall'incendio propagatosi dalle impalcature poste al Palazzo Reale, per il restauro ben controllato dalla Soprintendenza (di sto c....).
Invece no, la Chiesa di Torino ha rinunciato agli introiti, gestendo l'evento come un percorso di fede e non di finanza. Ingresso libero per torinesi e non, compresi gli "infernali" fiorentini.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Siete dei buoni voi Piemontesi! Maremma... asd

Anche qui nelle Marche non essendo così famosi e rinomati le cattedrali e chiese sono tutte gratuite.
Cita messaggio
Non è affatto questione di bontà, ma di onestà.
Lasciamo stare...
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
ma veramente il duomo costa? vabbene è tanto che non ci vado ma l'ingresso mi pareva gratuito, solo salire sulla cupola mi sembrava fosse a pago. Nel battistero non ci sono mai stato, anche perchè la cosa migliore sono le porte ben visibili a gratis. Cmq si c'è del vero in quello che dici, non so se sia giusto far pagare, ma ai fiorentini a quanto pare importa il giusto (me compreso) anche perchè come i turisti ci vanno ben poche volte a visitare questi posti e intanto i turisti rimpinguano le casse. (è un discorso mezzo ironico ;-) )
Ma dal Bizzarri è passato? proprio accanto a palazzo vecchio!
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
No, ci deve essere un malinteso. Il pagamento è riferito al Duomo di Pisa. Il Duomo di Firenze non è a pagamento.

Nel Battistero di Firenze ci sono interessanti mosaici, bellissimi.
Mentre le formelle dei portali sono interessanti...in particolare questa in foto: Gesù scaccia i mercanti dal Tempio.

Quanto a Bizzarri...non sono interessato, ho altre fonti. :-)


AllegatiAnteprime
      
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
no vabbè non dicevo per comprare, è comunque un negozio storico come anche il bar, di cui non mi sovviene il nome, in piazza della signoria, entrare lì dentro è come fare un salto indietro nel tempo di almeno 100 anni!
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
Che belle le formelle del Ghiberti! Pensavo fossero rimaste un po' più dorate però...
Cita messaggio
tanto nonsono quelle originali ;-)
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)