Variazione di entropia
Buona sera a tutti :-)
Ho il seguente dubbio: quando ho una reazione in cui da prodotti a reagenti parliamo sempre di sostanze gassose del tipo N2+3H2 ->2NH3, la variazione di entropia assume valore positivo o negativo? In teoria so che  è positiva quando abbiamo aumento del numero di molecole e dunque stato di disordine, mentre è negativa per diminuzione del numero di molecole e quindi passaggio ad uno stato più ordinato. Ma essendo che qui non ho un passaggio da uno stato ordinato ad un altro, cosa posso dire sulla variazione di entropia? E da cosa dipende in questo caso(intendo il segno della variazione)?
Grazie in anticipo :-)
Cita messaggio
A me sinceramente non è molto chiaro quello che stai domandando :-(

L'entropia molare standard della reazione di formazione dell'NH3(g) è una funzione di stato, pertanto il suo valore tabulato è S° = 192,45 J/mol, pertanto il valore dell'entropia molare standard della reazione di decomposizione inversa è -192,45 J/mol
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Allora, vedo se riesco a spiegarmi meglio.
L'entropia è una funzione di stato che determina lo stato di disordine di una sostanza. L'entropia è maggiore se si tratta di gas e la più bassa possibile se si tratta di solidi. Ora il mio dubbio sta qui, quando ho una reazione, in cui i reagenti sono in uno stato di aggregazione specifico e passano ad un altro stato di aggregazione, posso dire in base a questi stati se l'entropia sia maggiore o minore di zero? Perchè se è maggiore allora ciò implica un aumento del disordine, se è minore il ritorno ad uno stato più ordinato. Cioè lo posso definire a priori senza andare a verificare i valori? Intendo solamente in base allo stato di aggregazione da reagente a prodotto?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)