Ventilatore
Buonasera a tutti,   :-P
voi che siete del mestiere.....
Io e un mio amico ci chiedevamo come funziona il ventilatore in pratica come fa a fare il vento cioe perche davanti fa vento e dietro no? secondo me l aria che sposta si dovrebbe sentire pure dietro. invece si sente solo davanti perche???
dipende dalla fluidodnamica delle pale?? e lo stesso principio che muove gli aeri?
grazie tanto a tutti.  [Ossidante]
"Mmannaggiaa allaa pagnoottaaa"
Cita messaggio
La risposta alla tua domanda sarebbe anche interessante ma non te la do per i seguenti motivi:
1: chi sei? esiste una sezione apposta per presentarsi... se entri in una stanza dove nessuno ti conosce e poni una domanda così, come pensi di venire accolto?
2: la sezione dove hai postato non c'entra nulla con l'argomento... fare lo sforzo di leggere quella cosa che si chiama regolamento no, eh?
3: scrivi in italiano...

un saluto
Luigi
Cita messaggio
Allora raga ciao a tutti ho approfondito la questione per favore aiutatemiii. Io non sono sono un ingeniere ma un medico piediatra appassionato di chimica e di ingegneria.
 
Ho verificato sul Perry’s Handbook e sul McCabe Unit Operations of Chemical Enginnering che sono gli unici libri che ho sulla cosa.
I ventilatori innansitutto sono macchinari in grado di soffiare aria creando una lieve differenza di pressione in ordine di 0,01-0,1 atmosfere. Si distinguono dai compressori che invece creano delta P molto più elevati.
Per i ventilatori vale l approssimazione del fluido incomprimibile, per i compressori no. Se il fluido è un liquido  si hanno le pompe. 
I tipi più utilizzati di ventilatori sono quello assiale e quello centrigìfugo. Il 1° è quello domestico per l’estate, il 2° è adoperato negli impianti industriali.

Le equazioni di progetto sono piuttosto conplicate, ma riporto un interessante articolo per il tipo ASSIALE: 


.pdf  Design of an Axial Flow Fan.pdf (Dimensione: 577.48 KB / Download: 45)

Riuscite ora voi a capire perché la differenza di pressione si sente davanti (il tipico “soffio”) e non dietro? Per la conservazione della quantita di moto dietro si dovrebbe percepire l’aspirazione perche la pressione è minore o  no??
Dipende a mio giudizio dalla forma e dall’inclinazione delle pale di ventilazione. L’aria è soffiata assialmente, ma aspirata sia assialmente che radialmente, rendendo meno percepibile la differenza di pressione sulla parte posteriore ( quella "di aspirazione"). o no??  O_o

Qui invece qualche nozione da Unit Operation of Chemical Engineering sui ventilatori di tipo CENTRIFUGO:

   

Grazie a tutti  [Infiammabile]

PS Luigi mi impegno a scrivere in italiano ma sono Andreocano. Scusimi molto.
"Mmannaggiaa allaa pagnoottaaa"
Cita messaggio
(2019-06-25, 22:59)Venticello Ha scritto: Buonasera a tutti,   :-P
voi che siete del mestiere.....
Io e un mio amico ci chiedevamo come funziona il ventilatore in pratica come fa a fare il vento cioe perche davanti fa vento e dietro no? secondo me l aria che sposta si dovrebbe sentire pure dietro. invece si sente solo davanti perche???
dipende dalla fluidodnamica delle pale?? e lo stesso principio che muove gli aeri?
grazie tanto a tutti.  [Ossidante]

L'elica del ventilatore in rotazione, grazie alla forma e angolazione delle pale, spinge le molecole del fluido (l'aria) avanti a se, con il flusso concentrato in un angolo piuttosto ristretto: te ne accorgi perché se ti metti di fronte al ventilatore in funzione senti il movimento dell'aria ma se ti sposti lateralmente questo fenomeno cala drasticamente.
Perché quindi dietro non senti nulla? semplicemente perché l'aria che l'elica aspira proviene da tutte le direzioni dietro e intorno all'elica stessa e pertanto essendo presa su un area così vasta, la sua velocità è bassa e non avvertibile direttamente a meno di non trovarti nelle immediate vicinanze dell'elica.
Se accendi un ventilatore e ci giri intorno con una sigaretta accesa, la direzione del fumo ti farà capire il fenomeno. E' come quando togli il tappo da una vasca da bagno, la velocità dell'acqua nel tubo dello scarico è elevata ma quella nella vasca è irrisoria. 

Abbiamo detto quindi che l'elica spinge le particelle di fluido che, a loro volta esercitano una reazione uguale e contraria sulle pale dell'elica. Questo è il principio per il quale si muovono le navi e gli aerei. In questo caso l'elica potendosi muovere, si "avvita" nel fluido permettendo il movimento del mezzo su cui è montata. 
Un elica funzionante nel vuoto non produrrebbe alcun effetto.

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
ClaudioG., ohilà, Venticello, NaClO, Claudio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)