Vorrei avere un angolo per le capre...
E' sempre stato mio recondito desiderio avere un angolo per farci pascolare le capre. Oggi ho deciso di palesarlo e vi racconto perchè...
Avendo un leggero mal di testa, ho deciso di staccarmi dal pc e passare alla TV. Dopo aver letto sul manuale come si accendesse, mi sono sintonizzato su "Italia Unoooooooo". Vi era un interessantissimo programma: CSI. Me ne aveva parlato uno studente, qualche tempo fa, tessendo una sperticatissima lode alla creatura americana. Oggi ho veduto con i miei occhi...e sono davvero divertito: ma secondo voi sti signori (produttori e scenografi) hanno così pochi soldi che non possono permettersi un consulente scientifico? Andrebbe bene anche uno dei nostri RIS o ROS o RES o RAS. Uno qualunque...che spieghi loro cose elementari, scontatissime, banali. La serata prevedeva due puntate...una meglio dell'altra...
A parte le tecnologie di cui dispongono, tanto esagerate da risultare ridicole, ciò che più è da idioti, sono i dialoghi basati su pretesti scientifici. Sono davvero comici. Oggi, sulla scena di un omicidio, raccoglievano escrementi di cane...e a un tratto rinvengono una pallina di ghiaccio, prontamente posta in uno spoporzionato contenitore. Attenzione: la rinvenivano almeno 6 ore dopo il ritrovamento del cadavere, quindi diciamo almeno 10 ore dopo l'omicidio. Bene, non ci crederete: quel ghiaccio era servito all'assassino per refrigerare gli organi della vittima, amabilmente sottratti da mano esperta di medico.
La cosa sconcertante deve ancora arrivare: dopo alcune ore il ghiaccio scompare del contenitore sigillato! Incrediiiiiibbbile! No, lo scienziato ha una spiegazione: è ghiaccio secco...evapora, non fonde. Ora, mi sta bene che in America la CO2 evapori e non sublimi...ma che la si usi per trasportare gli organi pretrapianto...questo no!
Quale genio può aver pensato che se metto un organo a -79°C, poi me lo ritrovo bello fresco da trapiantare? Ci posso fare un bel fritto misto, questo sì, ma un trapianto no. CAPRE!

Inoltre un blocchetto di CO2 di quelle dimensioni sublima a 20°C in circa 30 min, in assenza di correnti d'aria. CAPRE!

Stavo dimenticando...negli escrementi di cane, dopo attenta osservazione microscopica, vi hanno rinvenuto...latte! Avete capito bene: latte, nella cacca del cane...un alano di 60 Kg...latte...di CAPRA!
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2011-10-03, 20:45)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Avendo un leggero mal di testa, ho deciso di staccarmi dal pc e passare alla TV...

E qui sta' l'errore caro Doc.. non farlo mai piu'! asd

Cita messaggio
fantascienza ove non serve. fanta-scienza forse sta meglio *Si guarda intorno* non ci faccio più caso a tali cose... ormai i vari CSI o RIS o stacippa sono fritti misti di qualcosa che forse in principio era scienza...
anche te però Moreno... passi dal pc alla tv. ma leggiti un libro, esci a berti un Barolo con gli amicici o dilettati a dissezionare cadaveri... eh!
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
effettivamente anche io tempo fa ero morto dalle risate per la velocità con cui gli strumenti restituivano i risultati...metti in provetta infili in uno scomparto e...3...2.....1....tac...si tratta di X....ma che vadano a cacare...

però attenzione...non vorrei che iniziassero tutti a dire ''io non guardo la tv...c'è solo merda''.. ormai c'è la moda di dirlo...le cazzate ci sono..io personalmente trovo alcuni telefilm molto divertenti...e la tv la guardo per distrarmi non per studiare...
ah dimenticavo...controllavano se una traccia era sangue...con la fenolftaleina... -.-
Cita messaggio
(2011-10-03, 23:26)Chimico Ha scritto: ah dimenticavo...controllavano se una traccia era sangue...con la fenolftaleina... -.-

Eh ma è vero...si può usare. E' alla base di un reattivo che si usava molti anni fa, prima dell'avvento del luminolo.
In realtà esiste una serie di composti adatti allo scopo. I più usati erano la leucofenolftaleina e la leucomalachite. La prima rende un rosso porpora, mentre la seconda genera un verde-blu. La reazione è banale: colorante ridotto (in forma "leuco"), un substrato ossidante (tipicamente perossido di idrogeno) e un tampone per fissare il pH. L'emoglobina e i citocromi catalizzano la decomposizione del perossido, si svolge ossigeno che ossida il leucocolorante. Ed ecco apparire il colore là dove non c'era.

E' rilevante notare che questi reattivi sono stati abbandonati circa 20-30 anni fa. Cozzano quindi un po' con l'impronta ipertecnologica dei suddetti telefilms.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
immaginavo ci fosse un fondo di verità...ma di certo non era una soluzione di fenolftaleina e basta...
Cita messaggio
Ovvio, era una delle tante "ignorantitudini" del programma. asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)