abbassamento relativo della tensione di vapore
Non riesco a concludere l'esercizio

3.24 g di un composto organico (non elettrolita) CxHyOz sono bruciati con eccesso di ossigeno. dalla combustione si ottengono mCO2=7.92 mH2o=1,08g. Se 4,80g dello stesso composto sono sciolti in 1,3 L di acqua e la soluzione risultante presenta un abbassamento relativo della tensione di vapore di 6,14x10^(-4). calcolare la formula molecolare del composto.


Ora la prima parte è semplice e calcolado le moli di carbonio e quelle di idrogeno posso x differenza dalla massa totale trovare le moli di ossigeno e dividendo x il minore trovare la formula minima.
Ora necessito del peso molecolare che dovrei ricavare dalla tensione di vapore ma nn riesco dato che non ho la temperatura

DP/P° = (PMxm)/1000
Pv=nRT
Cita messaggio
Non trovo altro modo di risolvere l'esercizio se non ammettere che la temperatura alla quale viene misurato un abbassamento relativo della tensione di vapore della soluzione acquosa pari a 6,14·10^-4 atm sia di 100°C.
A tale temperatura P° dell'acqua è 1 atm.

Altra approssimazione è quella di considerare la densità dell'acqua a temperatura ambiente pari a 1,00 g/mL, per cui:
1,3 L = 1300 mL = 1300 g

      
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
perché dici 100°C e non 0°C oppure 25°C ??

quindi nell'esercizio  manca il dato della temperatura
Cita messaggio
Conoscendo P° dell'acqua a varie temperature:

   

ho provato a calcolare la massa molare del composto CxHyOz a varie P° H2O applicando la relazione:
MM CxHyOz = m CxHyOz · MM H2O · P° H2O / ΔP · m H2O

Risulta:
a 0°C --> MM CxHyOz = 0,65 impossibile
a 25°C --> MM CxHyOz = 3,38 impossibile
a 50°C --> MM CxHyOz = 13,19 impossibile
a 80°C --> MM CxHyOz = 50,62 possibile, ma poco probabile nei calcoli successivi
a 90°C --> MM CxHyOz = 75,00 possibile, ma poco probabile nei calcoli successivi
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
mattia




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)