coca+mentos_aiuto!!
Tieni conto che deve uscire un getto di CO2 "violento" per far muovere la macchinina XD
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Fotosintesi inversa ! Top
Cita messaggio
Smile 
(2016-10-06, 07:38)luigi_67 Ha scritto: Senza saperne nulla di ingegneria, faccio una semplice considerazione pratica: ammettendo di utilizzare l'improbabile accoppiata della coca cola con le mentos, come pensi di far stare una bottiglia da un litro e mezzo piena di coca cola su un modellino di neanche 20 cm?

Costruirsi tutto che significa, si possono usare componenti tipo accumulatori, motorini elettrici, ecc.?

Un saluto
Luigi

ciao luigi, pensavo di metterla in un barattolo da circa mezzo litro...
comunque non si può usare nessun componente elettrico finito, se no sarebbe troppo facile:
la mia prima alternativa era di fare un motore sincrono con una bobina di rame alimentato da una serie 
di pile tipo Daniell ma mi pareva una soluzione troppo voluminosa
Cita messaggio
Motore magnetico non si può usare ?
Cita messaggio
Ah, ho frainteso: pensavo che sfruttare l'energia ottenuta dalla differenza di pressione per far girare la turbina che di conseguenza avrebbe fatto girare le ruote e non per la 3° legge di Newton. Anche perché se vuole recuperare ciò che espelle anullerebbe la spinta ottenuta.
E se invece si sfruttasse il calore dato da una reazione chimica esotermica (ad esempio NaOH e H2SO4) che verrebbe convertito in elettricità tramite una cella peltier che poi alimenta un motore?
Cita messaggio
Con motore magnetico ho detto una cappellata.....allora insisto con la fotosintesi inversa :-D
Cita messaggio
(2016-10-06, 09:30)arkypita Ha scritto: La decomposizione del perossido di idrogeno (acqua ossigenata) ad opera del permanganato di potassio è una reazione che emette notevoli quantitativi di gas (formati da ossigeno e vapore acqueo) a fronte di piccoli volumi di partenza.





Nel secondo video viene aggiunto del detersivo, questo da un'idea maggiore dell'incremento di volume dovuto alla decomposizione del perossido.

L'acqua ossigenata viene venduta a diverse concentrazioni espresse in "volumi". La concentrazione in volumi di una soluzione di acqua ossigenata è il rapporto tra il volume di ossigeno gassoso, misurato nelle condizioni normali (t = 0 °C, P = 1 atm), che si sviluppa per decomposizione completa dell'acqua ossigenata contenuta in un dato volume di soluzione ed il volume della soluzione medesima.

Quella per uso farmaceutico (disinfettante) è una soluzione a 10vol. Esistono soluzioni molto più concentrate (130-150 vol.) comunemente recuperabili in ferramenta/colorificio.
Dalla loro decomposizione praticamente istantanea, attivabile appunto tramite permanganato di potassio, può essere prodotto un notevole getto gassoso.

Attenzione però, una volta innescata la reazione non è più controllabile (ovvero non puoi dosarla/fermarla) inoltre l'acqua ossigenata a quella concentrazione è molto corrosiva, e i danni (e il dolore) sono notevoli se il liquido viene a contatto con la pelle. Se finisce negli occhi poi...
Alto è anche il rischio di esplosioni se il gas prodotto non ha vie di fuga. Infine la reazione è fortemente esotermica, quindi vanno evitati contenitori, connettori, valvole che possono fondere col calore (no plastica). Insomma, non è un prodotto facilmente governabile.

Esistono anche soluzioni più concentrate, usate in passato come propellente per razzi, ma che per ovvi motivi non vengono vendute sul mercato.
https://en.wikipedia.org/wiki/Hydrogen_peroxide

Ad ogni modo se la regola prevede "non si possono perdere pezzi, gas, liquidi" allora non va bene, perché il gas prodotto non è che lo puoi raccogliere in un serbatoio, e lo stesso vale anche per coca-cola + mentos

anzi tutto grazie mille,  il discorso delle perdite di gas era per lo più legato alla combustione...insomma non posso farmi una caldaia a vapore, però un po' di CO2 delle bollicine dovrebbe andare bene
Cita messaggio
Per Matteo2000: son sempre qui a rovinarti i piani XD perdonami! Le peltier fungono in un senso, ma ben poco nell'altro. Con ciò intendo che applicando una differenza di T alle 2 facce la corrente generata è troppo debole. Celle in grado di farlo ci sono, ma costano uno sproposito.
Ricorda sempre che quando alimentata una cella Peltier ha un rendimento del 5% circa....figurati se usandola "al contrario" si riesce a ricavarci qualcosa : /
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Non ha mai detto di non avere fondi illimitati.. poi un blocchetto di facilmente reperibile Pu come fonte di calore e ovvi alla resa bassa... asd 
OK, penso a qualcosa di più fattibile  si si .
Cita messaggio
Se la metti su questo piano hai vinto XD
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)