diffrattogramma DRX
Buongiorno, nella casa in montagna ho trovato sotto un albero vicino al confine una strana terra che a prima vista mi sembrava mista a cenere, ma non ne ero sicuro. Temendo che durante il periodo della mia assenza qualcuno possa aver scaricato qualche prodotto di scarico, o di combustione, o qualcos’altro, ne ho raccolto un campione in un vasetto e l’ho fatto analizzare con diffrattogramma DRX, ecco il risultato:

Calcite, syn. Ca C O3
Lead Iron Oxide. Pb Fe2 O4
Calcite, magnesian. Mg0.1 Ca0.9 C O3
Bunsenite. Ni O

Non è un prodotto di combustione quindi non è cenere, vero? Avete idea di cosa possa essere? può nuocere alla salute?

Grazie!
Cita messaggio
Potrebbe essere qualunque cosa, la sola analisi che hai fatto non è sufficiente.
Serve fare una valutazione con altre informazioni che caratterizzino questo composto misterioso, che possano portare per esclusione a restringere il campo delle ipotesi.

Mi lascia perplesso la presenza di ossido di piombo, visto così potrei pensare al materiale di cui sono costituite le piastre di un comune accumulatore al piombo... ma che senso avrebbe buttare sotto un albero in montagna un secchio di elettrodi sbriciolati???

Un saluto
Luigi

ps: credo che la discussione non sia nella sezione appropriata, penseranno i moderatori eventualmente a spostarla in posto adatto.
Cita messaggio
(2022-09-07, 09:52)luigi_67 Ha scritto: Potrebbe essere qualunque cosa, la sola analisi che hai fatto non è sufficiente.
Serve fare una valutazione con altre informazioni che caratterizzino questo composto misterioso, che possano portare per esclusione a restringere il campo delle ipotesi.

Mi lascia perplesso la presenza di ossido di piombo, visto così potrei pensare al materiale di cui sono costituite le piastre di un comune accumulatore al piombo... ma che senso avrebbe buttare sotto un albero in montagna un secchio di elettrodi sbriciolati???

Un saluto
Luigi

ps: credo che la discussione non sia nella sezione appropriata, penseranno i moderatori eventualmente a spostarla in posto adatto.

Però gli elettrodi degli accumulatori al piombo sono in PbO2, non in ossido misto di piombo e ferro (è una ferrite di piombo)
Anche la presenza di NiO fa pensare ...

Mi vengono in mente i residui di lavorazione di qualche azienda, ci sono zone industriali nei dintorni? Acciaierie che producono acciai speciali?

Sul discorso della pericolosità, il tuo campione contiene Pb e NiO quindi un minimo di precauzione nel maneggiarlo ci vuole, poi ovviamente dipende dalle concentrazioni e dalla forma in cui si presenta a livello microscopico (se le componenti pericolose sono incapsulate o meno in una matrice inerte, come può essere il CaCO3 ecc..)
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
Anche a me vengono in mente degli scarti della lavorazione dei metalli (penso a quei residui che galleggiano sul metallo fuso mentro lo si lavora, in inglese chiamata "slag", non so il nome italiano nello specifico). Se le quantità di piombo e nichel sono tracce, non mi preoccuperei più di tanto. Se invece sono in quantità significative (ad esempio > 5%) allora chiederei al comune cosa farsene, credo e spero che lo vengano a raccogliere e smaltire loro. Probabilmente bisognerà fare anche una denuncia ai carabinieri poichè l'abbandono di rifiuti (specialmente se pericolosi) è punito dalla legge.
Cordiali saluti,
Edoardo 


Instagram: @chemclips
Usa il codice sconto CHEMCLIPS per avere uno sconto del 7% su Laboratorium Discounter
Cita messaggio
(2022-09-07, 11:46)EdoB Ha scritto: Anche a me vengono in mente degli scarti della lavorazione dei metalli (penso a quei residui che galleggiano sul metallo fuso mentro lo si lavora, in inglese chiamata "slag", non so il nome italiano nello specifico). Se le quantità di piombo e nichel sono tracce, non mi preoccuperei più di tanto. Se invece sono in quantità significative (ad esempio > 5%) allora chiederei al comune cosa farsene, credo e spero che lo vengano a raccogliere e smaltire loro. Probabilmente bisognerà fare anche una denuncia ai carabinieri poichè l'abbandono di rifiuti (specialmente se pericolosi) è punito dalla legge.

Slag in italiano lo puoi tradurre come scoria/loppa
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano fosgene per questo post:
EdoB
(2022-09-07, 12:36)fosgene Ha scritto: Slag in italiano lo puoi tradurre come scoria/loppa

Esatto, potrebbe essere un'altra ipotesi.
Se l'utente ci fornisse qualche info in più magari si potrebbero fare ipotesi più realistiche...

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
EdoB
Buongiorno e grazie a tutti per le risposte.
In zona non ci sono produzioni di acciaio.
Quando mi hanno mandato il risultato dell'analisi, al telefono mi hanno detto che gli ossidi di piombo e di nichel erano tracce,  comunque ora per sicurezza ho chiesto conferma per mail.
Dalle vostre risposte mi viene il sospetto che gli ossidi di piombo e nichel possano derivare dal consumo dell'acciaio degli utensili (ad esempio la punta del trapano, o sega, o martello pneumatico), può avere senso? Inoltre il carbonato di calcio e magnesio cosa sono? Non sono terreno/terriccio vero? Sono la polvere (che io avevo erroneamente confuso per cenere) di cui sono costituiti i sassi, i mattoni, il calcestruzzo, il gesso o altri componenti di casa? Se fosse così potrebbe essere che il tutto sia qualche resto di un lavoro di ristrutturazione?
Cita messaggio
Se si tratta di tracce direi che non c’è da preoccuparsi. Il carbonato di calcio è, chimicamente, uguale al marmo, ovvero perfettamente non tossico. Quello di magnesio è, per intenderci, la così detta “magnesite”, ovvero quella polvere bianca che chi fa arrampicata o ginnastica artistica mette sulle mani per non scivolare, anche esso è perfettamente non tossico. Se ci fosse anche del potassio potremmo essere abbastanza certi che sia cenere. Se questo non è presente, probabilmente si tratta di materiale che, come supponi tu, viene dal mondo dell’edilizia. In ogni caso, se non ti interessa tanto la fonte quanto la pericolosità, allora puoi trattare quel materiale come tratteresti la cenere di un bbq
Cordiali saluti,
Edoardo 


Instagram: @chemclips
Usa il codice sconto CHEMCLIPS per avere uno sconto del 7% su Laboratorium Discounter
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano EdoB per questo post:
Carlooo
Può darsi che qualcuno abbia tagliato delle mattonelle / piastrelle e, invece di smaltire la polvere di risulta in modo corretto, l'abbia buttata sotto l'albero.
comandante diavolo *yuu*
Cita messaggio
Resta il fatto che la gente pensa che sia normale gettare qualsiasi rifiuto, anche pericoloso, per strada, nei boschi, nelle cave, ovunque.
Ci lamentiamo per l'inquinamento ma non vogliamo discariche o inceneritori. Ci va bene che si produca energia elettrica con centrali a gas o carbone ma se osi parlare di nucleare, guai.

Penso che potrebbe essere di tutto quel materia senza ulteriori indagini ma non so quanto abbia senso spendere altri soldi in queste cose.
Sicuramente avvisa il Comune facendo presente questa cosa specie se la zona del ritrovamento è proprietà personale. E poi avvisa i Carabinieri perché comunque inquinare è punito per legge.
Anche se si sa che in Italia costa meno pagare la multa che mettersi in regola... Ahinoi.
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)