elettrodo di clark
ciao a tutti ripassando per prepararmi alla prova orare mi e venuto un dubbio sull'elettrodo di clark in particolare su questo sensore composto da due elettrodi ,catodo di platino e anodo  e imposta una ddp di 700 mV è corretto? se si allora l'ossigeno viene ridotto grazie all' apporto di questi elettroni oppure da quelli prodotti dalla reazione all' anodo dall'elettrodo ad argento cloruro di argento ?è questo che non riesco a capire  potreste :-) gentilmente spiegarmelo ?
Cita messaggio
Ciao, ti invito a presentarti nella sezione apposita
L'ateismo è così insensato. Quando guardo il sistema solare, vedo la terra alla giusta distanza dal sole per ricevere le quantità adeguate di calore e luce. Questo non è accaduto per caso.
Sir Isaac Newton
Cita messaggio
presentato :-)
Cita messaggio
Non qui, non mi pare difficile leggere che c'è una sezione "dubbi e esercizi" ;-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Beefcotto87 per questo post:
thenicktm
sorry :-)
Cita messaggio
Capisco che sei di fretta...ma riguarda i messaggi prima di inviare che è pieno di errori...

Tralasciando le tue dubbie origini italiane, l'ossigeno viene ridotto al catodo. Queste sono le reazioni:
catodo: O2 + 4H+ + 4e- --> 2 H2O
anodo: 4Ag + 4Cl---> 4AgCl(s) + 4e
reazione totale: O2 + 4H+ + 4Ag + 4Cl− --> 2H2O + 4AgCl
L'ateismo è così insensato. Quando guardo il sistema solare, vedo la terra alla giusta distanza dal sole per ricevere le quantità adeguate di calore e luce. Questo non è accaduto per caso.
Sir Isaac Newton
Cita messaggio
questo lo sapevo :-) ma quello che non riesco a capire è che visto che è una pila perche devo fornire un potenziale di 700 mV non basta la reazione di ossidazione che produce gli eletroni ??
Cita messaggio
Perchè fornendo te ddp, in questo caso di 700mV, si registra una variazione di corrente dovuta alla riduzione dell’ossigeno
L'ateismo è così insensato. Quando guardo il sistema solare, vedo la terra alla giusta distanza dal sole per ricevere le quantità adeguate di calore e luce. Questo non è accaduto per caso.
Sir Isaac Newton
Cita messaggio
ma se è una pila in teoria la ddp la puo "produrre" dasola allora che bisogno c'è di fornirla dal esterno e questo che non capisco ? scusa il disturbo e grazie per le risposte :-)
Cita messaggio
La misura della corrente senza ddp imposta è detta galvanometria. Si applica un opportuno potenziale(che in realtà si applica una differenza di potenziale rispetto a un elettrodo di riferimento) in modo che all’elettrodo di lavoro avvenga la reazione desiderata...il sensore di clarck funziona con l'amperometria, che è una tecnica voltammetrica a potenziale imposto così la corrente misurata è proporzionale alla concentrazione dell'analita
L'ateismo è così insensato. Quando guardo il sistema solare, vedo la terra alla giusta distanza dal sole per ricevere le quantità adeguate di calore e luce. Questo non è accaduto per caso.
Sir Isaac Newton
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)