esercizio sulla solubilità
Buonasera sto svolgendo  questo esercizio allegato ma non reisco a capire cosa c'entri AgI e KCN con la reazione scritta dal testo e se non capisco questa cosa non posso iniziare qualcuno potrebbe spiegarmi cme iniziare? È sbaglaita la reazione che ho scritto?
Grazie mille


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
Certo che è sbagliata la reazione che hai scritto :-(

Si tratta di un equilibrio multiplo, in cui bisogna considerare entrambe le seguenti reazioni di equilibrio:

AgI(s) <==> Ag+ + I-................ Ks = 1,05·10^-16
Ag+ + 2 CN- <==> [Ag(CN)2]-.....Kc = 2,53·10^15

La somma di queste due reazioni fornisce l'equilibrio complessivo che c'è in soluzione:

AgI(s) + 2 CN- <==> [Ag(CN)2]- + I-.........Keq = Ks·Kc = 1,05·10^-16 · 2,53·10^15 = 2,66·10^-1
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Ma l'equilibrio multiplo non l'avevo fatto... ma quindi se colessi descrivere a parole ciò che sta accadendo chimicamente cosa dovrei dire?
Vorrei cercare di tradurre a parole le formule grazie
Cita messaggio
L'equilibrio di solubilità dell'AgI è molto spostato verso sinistra o, in altre parole, la solubilità dell'AgI solido in acqua è molto bassa:
s = radq Ks = radq 1,05·10^-16 = 1,02·10^-8 mol/L = 2,41·10^-6 g/L
Se l'AgI solido viene addizionato ad una soluzione contenente ioni CN-, lo ione Ag+ in soluzione reagisce con esso per formare il complesso [Ag(CN)2]- molto stabile, perciò la concentrazione di ioni Ag+ in soluzione diminuisce e, in base al principio di Le Châtellier, l'equilibrio di solubilità del composto poco solubile si sposta verso destra, ovvero la solubilità del composto poco solubile aumenta.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Ma devo scrivere gli schemi che lei mi aveva spiegato?
Quindi calcolo le moli iniziali dei reagenti epoi quelle all'equilibrio complessivo? Però perché mi sembra che mi manchino i dati?! Il volume lo ho 1 litro lo moltiplico per la molarita. Ma dove prendo la molarità cioè come sfrutto le costanti? Scusi l'ignoranza e la confusione:-(
Cita messaggio
Per risolvere qualsiasi tipo di esercizio sull'equilibrio si deve partire scrivendo la reazione che avviene e poi impostare lo schema con le quantità iniziali, le variazioni e le quantità finali.
La reazione che devi scrivere te l'ho già indicata.
Di questa reazione conosci la costante di equilibrio (2,66·10^-1), che è un valore piuttosto elevato, perciò, ai fini del calcolo, può essere considerata completa.
Le moli iniziali di AgI solido sono incognite (x), mentre quelle di CN- sono uguali a quelle di KCN.
Prova da sola ad impostare lo schema e a risolverlo.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
ma l'attività è 1?
Cita messaggio
Di cosa l'attività è 1???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
(2017-08-11, 18:11)LuiCap Ha scritto: Certo che è sbagliata la reazione che hai scritto :-(

Si tratta di un equilibrio multiplo, in cui bisogna considerare entrambe le seguenti reazioni di equilibrio:

AgI(s) <==> Ag+ + I-................ Ks = 1,05·10^-16
Ag+ + 2 CN- <==> [Ag(CN)2]-.....Kc = 2,53·10^15

La somma di queste due reazioni fornisce l'equilibrio complessivo che c'è in soluzione:

AgI(s) + 2 CN- <==> [Ag(CN)2]- + I-.........Keq = Ks·Kc = 1,05·10^-16 · 2,53·10^15 = 2,66·10^-1

Ma perché lo ione argento Ag+ sparisce? Grazie

(2017-08-14, 11:34)LuiCap Ha scritto: Di cosa l'attività è 1???

Del sale... scusi ho chiesto una stupidata ancora devo riflettere

Ma facendo la radice della solubilita trovo le moli inizialidi CN- e quelle di Ag( CN)2?
Cita messaggio
Lo ione Ag+ sparisce perché sommando le due reazioni (l'equilibrio di solubilità dell'AgI(s) e l'equilibrio di formazione del complesso [Ag(CN)2]-) si ottiene:
AgI(s) + Ag+ + 2 CN- <==> Ag+ + I- + [Ag(CN)2]-
Poiché lo ione Ag+ si trova in egual quantità sia nei reagenti che nei prodotti si semplifica e si ottiene la reazione che ti ho già scritto:
AgI(s) + 2 CN- <==> I- + [Ag(CN)2]-
Questa reazione significa che mettendo a reagire dell'AgI solido in una soluzione di ioni CN-, il solido si scioglie perché forma uno ione complesso solubile in acqua.
Il testo dell'esercizio ti chiede quanto AgI solido si può sciogliere in 1 L di soluzione di KCN 1,25·10^-2 M

Le moli iniziali di CN- si calcolano in base al volume e alla concentrazione della soluzione di KCN:
n KCN = n CN- = 1,25·10^-2 mol/L · 1 L = 1,25·10^-2 mol

Lo schema da impostare è perciò:

   

Come ho già scritto, la reazione può essere considerata completa perché la sua Keq è molto vicina a 1.

Da quello che domandi capisco che stai andando a tentoni :-(
Tipo: "del sale..." Quale sale? Sia AgI che KCN sono due sali. Quale è la differenza fondamentale tra i due???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)