grafico logaritmico acido diprotico
Grazie mille, qualcosa ho fatto giusto negli schemi ...mi consola

(2018-08-01, 20:43)LuiCap Ha scritto: Calcola la variazione di pH quando si addizionano 0,1 mL di NaOH 0,10 M alle due seguenti soluzioni:
- [H2A] = 7,6·10^-3 M; [HA-] = 2,4·10^-3 M
- [H2A] = 9,8·10^-5 M; [HA-] = 9,8·10^-3 M

ok lo farò, grazie
Cita messaggio
Scusi ma le ka e pKa che dovrò usare in quest'ultima domanda che ha posto sono quelle dell'esercizio iniziale?
Cita messaggio
Certo:
pKa1 = 4
pKa2 = 8
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Mi sa che ho scritto le mie solite fesserie assurde :-(

E gli altri 2


AllegatiAnteprime
               
Cita messaggio
Che macello che ho combinato! Mi sa che Lei intendesse che dovevo calcolare la variazione del pH della soluzione tampone H2A/HA- prima dell'aggiunta di NaOH e dopo l'aggiunta, avrei dovuto fare la differenza tra il pH del tampone H2A/HA-(sempre con l'equazione di Henderson H) e il pH della slz tampone a cui è aggiunto NaOH no? Perché i valori che avevo scritto sono anomali:all'aggiunta di una base forte il pH mi veniva più basso di parecchio?!!.. cosa non prevista per un tampone. Scusi :-(
Cita messaggio
Mi sa anche a me. :-(

La soluzione 1 contiene 7,6·10^-3 mol/L di acido debole H2A e 2,4·10^-3 mol/L della sua base coniugata HA-.
La soluzione 2 contiene 9,8·10^-5 mol/L di acido debole H2A e 9,8·10^-3 mol/L della sua base coniugata HA-.
Il pH di queste due soluzioni può essere ricavato graficamente utilizzando il diagramma logaritmico:

   

oppure calcolato con l'equazione di Henderson-Hasselbalch:

   

Quando si addizionano 10^-5 mol di OH-, il pH delle due soluzioni varia nel seguente modo:

   

Che generalizzazioni si possono trarre da questo esercizio???
- La variazione di pH che si ha addizionando la stessa quantità di OH- alla soluzione 2 è circa 20 volte maggiore di quella che si ha con la soluzione 1: 0,047/0,002 = 20.
- Questo accade perché il rapporto tra [H2A] e [HA-] nella soluzione 1 vale 3,17, mentre nella soluzione 2 vale 0,01.
- In altre parole la soluzione 1 "resiste" meglio all'aggiunta di una piccola quantità di base forte perché rientra nell'intervallo di validità della zona tampone, al contrario della soluzione 2 che non rientra nella zona tampone.
- In generale una soluzione di un acido e della sua base coniugata si definisce "tampone" quando il rapporto [H2A]/[HA-] è compreso nell'intervallo 0,1 - 10, da cui:
[H+] = Ka1 · 0,1 = 10^-4 · 0,1 = 10^-5
[H+] = Ka1 · 10 = 10^-4 · 10 = 10^-3
che in termini logaritmici significa pH = pKa1 ± 1.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
io invece mi ero persa : scusi avevo pensato fossero 4 soluzioni diverse e non tampone all'inizio.(slz di H2A acido debole )A queste pensavo si aggiungesse NaOH per ottenere un tampone. :-( devo rileggere tutto bene per capire. Quindi questo che mi ha spiegato serve per dimostrare perché proprio quelle regioni contrassegnate nel grafico logaritmico si definiscono tampone ?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)