mistero su coloranti e pavimentazioni
Ciao a tutti a grazie per l'attenzione.Vi pongo un problemone di cui non riesco a venirne a capo.Nel laboratorio dove sono stagista abbiamo preparato una formula per colorare questa base trasparente in un colore RAL(un grigio).Il materiale di cui parlo è una resina poliuretanica che serve per fare pavimentazioni in resina e cementizie.Per decisioni che vengono dall'alto(direzione)noi abbiamo usato coloranti di natura epossidica e non poliuretanica.Il "mistero"di cui parlavo prima è esattamente questo:in laboratorio noi misceliamo in un barattolino i 4 colori,facciamo "il colore"vero e proprio,poi versiamo nella base resinosa,rimisceliamo e il colore si disperde bene.In fabbrica però per velocizzare(giustamente,mica possono fare a mano)dosano col macchinario direttamente nel fustino di base i 4 coloranti e poi mettono a miscelare sull'altra macchina con una girante a immersione,et voilà il colore è...decisamente più chiaro  azz!  .Come mai una pre-miscelazione a mano fa funzionare la formula ma la miscelazione nel fustino di resina rovina tutto?Invece il discorso dei coloranti epossidici nella resina poliuretanica cosa può provocare?Magari si rompono le molecole del colorante nero visto che viene sempre più chiaro? Ringrazio in anticipo per le risposte.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)