ossidazione di una scala in alluminio
Ciao
Premetto che non sono un laureato ma ho un problema e non ne riesco a venire a capo.
Ho una scala in alluminio che è tutta ossidata e ha formato della polvere bianca solo in certi punti sull'alluminio corrodendolo(credo sia dovuto all'ossidazione)questa scala si trova in in una vasca riempita con dell'acqua di pozzo, dove in quest'acqua viene dosato dell'ipoclorito in quantità bassissime poichè avevo dei ferro batteri all'interno del pozzo stesso.
Da cosa può essere dovuta questa ossidazione?
Cita messaggio
L’alluminio è un metallo anfotero ovvero, in soluzione acquosa, reagisce con gli acidi (sostanze che liberano H3O+ in acqua) e con le basi (opposto degli acidi, liberano OH- in acqua). L’acqua, almeno che non sia pura, ma non è il tuo caso, può avere un piccolo eccesso di H3O+ od OH- al suo interno e quindi, sul lungo termine, può risultare corrosiva per l’alluminio. Nel tuo caso specifico, l’ipoclorito reagisce con l’acqua per generare OH-, conferendo un pH leggermente basico: ClO(-) + H2O —> HClO + OH(-).
L’alluminio (In teoria) potrebbe reagire anche con l’acqua stessa secondo questa reazione: 2Al + 6H2O —> 3H2 + 2Al(OH)3. In realtà la reazione in condizioni normali è lentissima (trascurabile) perché l’alluminio metallico è protetto da un sottilissimo e resistentissimo strato di ossido di alluminio, Al2O3. Questo strato protettivo viene intaccato dagli acidi, Al2O3 + 6H(+) —> 2Al(3+) + 3H2O, e dalle basi, Al2O3 + 2OH(-) —> 2AlO2(-) + H2O. Una volta che lo strato protettivo viene rimosso (nel tuo caso dagli OH(-) derivanti dall’ipoclorito) l’alluminio “nudo” può reagire con l’acqua producendo un solido bianco, l’idrossido di alluminio Al(OH)3, e un gas incolore, l’idrogeno H2.
Cordiali saluti,
Edoardo 


"Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e sulla prima ho dei dubbi"  (A.Einstein)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano EdoB per questo post:
Bruno manfredo
L'alluminio col tempo si ossida superficialmente a ossido, e tale ossido protegge gli strati inferiori dagli agenti esterni. Quella polvere bianca è alluminio ossido. L'alluminio invece che resta brillante è stato trattato anodicamente per far sì che rimanga sempre brillante, lucido, metallico appunto.
Di norma le scale sono fatte di alluminio rigato con inserti in acciaio zincato. Non è richiesto un grado di purezza dell'alluminio particolarmente elevato, immagino sia una lega di alluminio ma non saprei dirti con precisione.
L'ipoclorito è un ossidante, se poi ci aggiungiamo l'acqua e l'ossigeno atmosferico, ci credo sia corroso e ossidato l'alluminio di quella scala.
Chiaramente l'ipoclorito di sodio o di calcio corrode lo strato superficiale di ossido e attacca in profondità rovinando la copertura dell'alluminio e provocando danni al metallo. Infatti sconsigliano di pulire con candeggina o soluzioni di ipoclorito superfici in alluminio perché potrebbero intaccare la finitura anodica superficiale dell'elemento macchiandolo.
Non comprendo perché tenga la scala immersa nel pozzo. Ma non è ideale lasciare una scala immersa in acqua per tanto tempo.
Io ho una scala del genere sul balcone perché non ho spazio in casa e col tempo l'alluminio si sta rovinando, ossidandosi.
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Geber per questo post:
Bruno manfredo
E' una scala fissa a parete dentro una vasca poichè va poi ad un impianto di trattamento ad osmosi inversa.
Il problema me lo trovo sia in quella vasca (h20 di pozzo) che in quella successiva (Trattata) ma in modo minore.
Si utilizza un declorante diretto a tubazione per eliminare il cloro per evitare che vada a danneggiare l'impianto.
Per quanto riguarda la vasca dell'acqua trattata, ora(grazie ai vostri consigli) mi viene da pensare che anche dopo il trattamento, probabilmente rimane un residuo di cloro(cosa che non dovrebbe succedere) per quello trovo anche li lo stesso problema ma in modo minore,magari l'impianto lo abbatte ma non totalmente e dovrei verificare il cloro nelle due vasche ingresso e uscita.
se avete altri consigli ve ne sono molto grato
Cita messaggio
Io non ho capito.
La scala è totalmente sommersa o solo parzialmente?
Dici che è "tutta ossidata" ma poi specifichi che lo è "solo in certi punti", quali?

Conosco una vecchia ringhiera esterna di allumino anodizzato che ha almeno 50 anni, non ha un buco o una fessura.
Cita messaggio
(2021-02-10, 11:12)Bruno manfredo Ha scritto: Ho una scala in alluminio che è tutta ossidata e ha formato della polvere bianca solo in certi punti sull'alluminio corrodendolo(credo sia dovuto all'ossidazione)

Questi punti dove c'è corrosione sono solo alluminio o ci sono metalli diversi ,tipo acciaio , zincature , saldature o rivetti?
Se è immersa in acqua non distillata ,lentamente gli ioni Cl- , ClO- OH- agiranno per salificarsi con l'alluminio , e si creeranno zone di corrosione.
Questo effetto sarà amplificato se la scala contiene anche altri metalli, si tratta in quel caso di corrosione elettrolitica, in pratica metalli con potenziale redox diverso immersi in una soluzione conduttrice salina ,genereranno una differenza di potenziale per le reazioni di ossidoriduzione , un po' come se una graffetta di acciaio si stringe sotto un ' otturazione dei denti , mettendo la lingua vicino alla coppia bimetallica, si avverte la sensazione di una piccola e innocua corrente.
comandante diavolo *yuu*
Cita messaggio
(2021-02-10, 15:33)Igor Ha scritto: Io non ho capito.
La scala è totalmente sommersa o solo parzialmente?
Dici che è "tutta ossidata" ma poi specifichi che lo è "solo in certi punti", quali?

Conosco una vecchia ringhiera esterna di allumino anodizzato che ha almeno 50 anni, non ha un buco o una fessura.

la scala è per accedere ad una vasca quindi la parte iniziale è fuori dall'acqua (per permettere l'accesso)e il restante sommersa che varia in base al livello e il quantitativo che si ha.
tutta ossidata facendo riferimento al fatto che la parte di scala che rimane sommersa è ossidata non in modo uniforme ma le parti ossidate prendono solo la parte che è a contatto con l'acqua.
Cita messaggio
Secondo me la clorazione non c'entra.
pH forse troppo alto, oppure presenza di ioni di Rame o di altri metalli pesanti.

Comunque sia, la corrosione è normalmente abbastanza vistosa quindi può apparire grave anche se in realtà rimane poi molto superficiale e lenta.

Se l'estetica non è un problema, si pulisce saltuariamente la scala evitando magari l'acqua stagnante. Con un po' più di impegno si vernicia.
Cita messaggio
Nelle piscine in genere si evita l'alluminio proprio perché fenomeni di corrosione sono frequenti, si preferisce l'acciaio inox, più resistente alla chimica dell'acqua della piscina.

Nel tuo caso specifico il fenomeno è analogo, come hanno detto già gli altri utenti.

Potrei suggerirti di inserire degli anodi sacrificali in zinco elettricamente collegati alla struttura della scala, come si fa per le imbarcazioni, in modo che siano questi a corrodersi, oppure pensare di sostituire la scala con un'altra in materiale più idoneo.
Se la corrosione dovesse agire a fondo, potrebbe compromettere (anche se ci vorrà del tempo) la resistenza strutturale della scala e non sarebbe bello che un giorno si sgretolasse improvvisamente sotto i piedi di chi si trovasse ad usarla per necessità di ispezione e manutenzione del pozzo.

Un saluto
Luigi
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)