sintesi blu oltremare
Buongiorno a tutti, volevo chiedere a tutti gli utenti (chimici) del forum: dove potrei trovare la ricetta per sintetizzare il blu oltremare artificiale in laboratorio? Grazie a tutti.
Cita messaggio
Ciao! Non conosco i mezzi che hai a disposizione, però penso che la cosa non sia molto fattibile...
Ho cercato in modo frettoloso ed ho trovato solo su wikipedia:

Il metodo di Guimet e Gmelin, tuttora in uso, consiste in una miscela in parti uguali di caolino, carbonato o solfato di sodio e zolfo con l'aggiunta di piccoli quantitativi di sostanze riducenti come carbone, colofonia o pece posta in muffola per circa 24 ore ad una temperatura di 800 °C. La massa ottenuta, dopo raffreddamento fuori del contatto dell'aria, deve essere macinata e lavata con acqua per eliminare i residui solubili.

Ciò che si forma è un silicato di sodio e alluminio nel cui reticolo cristallino sono inglobate delle molecole di polisolfuro sodico a cui si deve il colore. Sostituendo lo zolfo con il selenio la colorazione vira al rossastro, mentre con il tellurio al giallo.

Io mi accontenterei del Blu di Prussia XD
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Allora la ricetta che stai cercando non credo la trovi qui!
Prova nei siti di cucina, li trovi moltissime ricette che potrebbero interessarti.
Nulla si CREA, nulla si DISTRUGGE -Democrito & Lavoisier-
Cita messaggio
(2016-03-08, 16:32)Guglie95 Ha scritto: Allora la ricetta che stai cercando non credo la trovi qui!
Prova nei siti di cucina, li trovi moltissime ricette che potrebbero interessarti.

Visto che sei uno studente ti pregherei di avere più rispetto per chi è già laureato, abilitato, perfezionato; poi ti suggerisco un manuale di buona educazione..........
Cita messaggio
Come già detto da TrevizeGolanCz non credo che la sintesi sia alla sua portata.
Che io sappia ho letto che questo sale complesso si può trovare naturalmente nei lapislazzuli, prima venivano frantumati per ricavare il blu di oltremare.
Penso però che il gioco non ne vale la candela e che faccia prima a comprarlo online o da qualche altra parte anche se non saprei cosa consigliarle.
Se posso permettermi, a cosa le serve?
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
Le ricette le fanno i dottori o i cuochi. Non ho mai sentito dire da un mio professore "la ricetta di sostanza". Dato che è un laureato la prego di utilizzare un linguaggio con attitudini al contesto.
Nulla si CREA, nulla si DISTRUGGE -Democrito & Lavoisier-
Cita messaggio
Sebbene non sia un termine "ufficioso" molto spesso si sente parlare di ricette per indicare metodiche di sintesi perchè effettivamente lo sono, anche se cucinare e sintetizzare son due cose ben diverse. Sarà che uno dei miei professori è alla vecchia maniera, comunque anche sul forum è stato utilizzato il termine "ricetta" più volte, non facciamone una tragedia  :-D :-D
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
Capita spesso caro Guglie che si usi il termine ricetta anche per sintesi o preparazioni chimiche...
Anche a me è capitato di leggerne, farne e scriverne. Le faccio anche ora che mi occupo di tessile.
Detto questo, penso proprio che sintesi del genere, a meno di averne i mezzi, siano non alla portata.
Ma se lei avesse un'azienda le cose cambierebbero... Ne possiede una?
Sono sintesi troppo da mano esperta, spesso neanche laureata ma forgiata da decenni di pratica. Che laurea ha?
Visto che la sfodera così bene... Anche io sono laureato, formato, iscritto ad un Albo ma non saprei farla...
È una mia curiosità...

Visto che di colori me ne intendo le dico che il codice di questo pigmento è P. Blue 29 77007.
È, come forse saprà, una zeolite contenente nel suo reticolo piccole quantità di polisolfuri. Ha formula Na8-10Al6Si6O24S2-4, ricorda molto quella della lazurite. È forse il più complesso di tutti i pigmenti minerali.
I dettagli dei processi per ottenere questo minerale sinteticamente sono segreti industriali, quindi non troverai MAI la ricetta precisa, ma dovrebbe tentare lei. E i costi mi paiono troppo elevati. Piuttosto se la compri.
Se vuol provare, come forse già saprà, le servirà:
caolino esente da ferro, o altro tipo di argilla, che dovrebbe contenere silice e allumina in un rapporto che sia il più possibile di 1:1 SiO2:Al2O3 richiesta dalla formula assegnata al caolino ideale (un deficit di silice, comunque, pare si possa ovviare tramite aggiunta di un peso calcolato di silice finemente suddivisa);
Na2SO4 anidro;
Na2CO3 anidro;
zolfo in polvere;
carbone vegetale o carbone di legna che non lasci ceneri.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Alhambic non era un dottore e nemmeno un cuoco...eppure ha usato spesso il termine "ricetta", quindi smettiamola di essere puntigliosi...cavolo...perchè questo comportamento? Mica ha stampato in cielo "PH!!!"...

Comunque su "restauro online" vendono il pigmento ed il prezzo è anche basso rispetto a tutta la fatica che faresti a sintetizzarlo, dopo è ovvio che la soddisfazione di sintetizzarlo non ha prezzo :-)!

OT
ahh sei di Cavallino! Che bello un altro Veneto ;-)!
ps. mi/ci aspettiamo qualche tuo lavoro!
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
(2016-03-08, 18:59)thenicktm Ha scritto: Come già detto da TrevizeGolanCz non credo che la sintesi sia alla sua portata.
Che io sappia ho letto che questo sale complesso si può trovare naturalmente nei lapislazzuli, prima venivano frantumati per ricavare il blu di oltremare.
Penso però che il gioco non ne vale la candela e che faccia prima a comprarlo online o da qualche altra parte anche se non saprei cosa consigliarle.
Se posso permettermi, a cosa le serve?

sto mettendo su un laboratorio di produzione di pigmenti inorganici per vernici, cosmetici, medicinali; in effetti ho il video di produzione dal lapislazzuli, ma è una ricetta del 1600 ed è un procedimento che dura giorni, quindi devo abbandonare. Grazie comunque ad entrambi :-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)