sodio ipofosfito e sodio tetrafluoroborato
Salve a tutti, cerco piccole quantità (non più di 10g) di ipofosfito di sodio e tetrafluoroborato di sodio, non vorrei comprarli in grosse quantità, perchè li userei solo una volta!
Per chi li abbia, possiamo metterci d'accordo per MP.
Grazie!

Cita messaggio
Cerchi l'ipofosfito, non l'ipofosfato ;-)
Io ho solo quello, NaH2PO2, ma in quantità troppo modesta per venderlo.
Cita messaggio
aaaah, ha detto IPO, giuro di aver letto PIRO, me misero e tapino!

Cita messaggio
(2011-06-16, 21:20)Max Fritz Ha scritto: Cerchi l'ipofosfito, non l'ipofosfato ;-)
Io ho solo quello, NaH2PO2, ma in quantità troppo modesta per venderlo.
Ops lo confondo sempre pardon asd
Comunque mi basterebbero anche meno di 5g asd

Cita messaggio
tetrafluoroborato di sodio? io ne ho 5g e purtroppo non li vendo.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
L'acido fluoborico (e quindi i suoi sali) è fattibile facilmente, ma presuppone HF al 40% ed è veramente molto poco friendly... :tossico: :corrosivo:
Cita messaggio
quoto sopra. io ne ho 5g SA... di certo non mi sono messo a farmi NaBF4 *Si guarda intorno*
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
(2011-06-16, 23:52)al-ham-bic Ha scritto: L'acido fluoborico (e quindi i suoi sali) è fattibile facilmente, ma presuppone HF al 40% ed è veramente molto poco friendly... :tossico: :corrosivo:
Beh...sarebbe un'ottima alternativa al comprarlo asd
(scherzo)

Cita messaggio
Al tu hai mai provato a fare il fluoroborico?
Cita messaggio
Su OrgSyn per la preparazione del fluorobenzene si spiega come si fa HBF4.

L'acido fluoborico è prodotto per aggiunta di 1 kg (16.2 mol) di acido borico (in cristalli) a 2150 g (65 mol) di acido fluoridrico al 60% (*). L'aggiunta è condotta in due palloni da 3L ricoperti con cera (°) che sono posti sotto agitazione e mantenuti freddi per immersione in acqua e ghiaccio. La temperaura dell'acido non dovrebbe mai superare i 20–25 °C.

* Può anche essere usato un quantitativo corrispondente di acido fluoridrico al 48% o 52%. Le quantità riportata corrispondono ad un eccesso di acido fluoborico.
Spero non serva ricordare il pericolo dovuto al maneggiare un acido come l'acido fluoridrico ma ve lo rammento: a contatto con la pelle tale acido produce ustioni estremamente dolorose. Si rende quindi necessario usare ogni precauzione per proteggere la parti del corpo esposte, specialmente occhi e mani. Dovrebbero esser indossati occhiali e guanti resistenti a tale acido che coprano fino al gomito, se non oltre. In caso di ustione da tale acido, la superficie ustionata, che è diventata bianca, è tenuta sotto un flusso di acqua corrente fino al ritorno del naturale colore della pelle. Inoltre si raccomanda di applicare immediatamente una pasta fatta con ossido di magnesio e glicerolo per impedire che le ustioni diventino eccessivamente pericolose [Fredenhagen and Wellmann, Angew. Chem. 45, 537 (1932)].

° L'acido fluoborico può essere convenientemente preparato in un contenitore in piombo con agitazione magnetica, anche autocostruito.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)