solubilità quiz
Buonasera quale sarebbe la risposta corretta? Perché non è la C? Grazie

Mi riferisco alla domanda 31


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
La solubilità di un gas in un liquido è.
- inversamente proporzionale alla temperatura, cioè se aumenta la temperatura la solubilità diminuisce
- direttamente proporzionale alla pressione esterna, cioè se aumenta la pressione esterna la solubilità aumenta

A mio parere perciò la risposta corretta è la C.

Nell'esercizio precedente (30) la risposta corretta è la D.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Perché nel 30 la E è errata?
Grazie
Cita messaggio
Appena si chiude la pentola a pressione con il suo coperchio munito di valvola di sicurezza a contrappeso, la pressione all'interno del recipiente è uguale alla pressione atmosferica e la valvola è chiusa.
Nella pentola c'è acqua liquida e sopra una miscela di aria e quel poco vapor d'acqua dovuto alla tensione di vapore dell'acqua a temperatura ambiente.
Appena si inizia a scaldare, la pressione all'interno della pentola aumenta perché la tensione di vapore sia dell'aria che dell'acqua aumentano all'aumentare della temperatura; dalla valvola inizia ad uscire un debole flusso di aria misto a vapor d'acqua.
Quando la pressione all'interno della pentola eguaglia il valore di taratura assegnato al contrappeso maggiore della pressione atmosferica, all'interno della pentola c'è solo vapor d'acqua in equilibrio con l'acqua liquida, perciò questa bolle ad una temperatura maggiore di 100°C per effetto dell'aumento della pressione all'interno della pentola.
Se la pressione del vapor d'acqua supera il valore di taratura assegnato al contrappeso, la valvola viene spinta verso l’alto ed il vapor d'acqua fuoriesce in modo continuo fino a ristabilire le condizioni di sicurezza.
Ecco perché quando si usa una pentola a pressione all'inizio del riscaldamento si sente un sibilo leggero e discontinuo uscire dalla valvola, mentre quanto all'interno della pentola il sistema è in equilibrio il sibilo diventa più forte e continuo.

Secondo me la risposta E non ha senso perché non si tratta di un gas solubile in un solvente, ma di vapor d'acqua in equilibrio con il proprio liquido.

Chi ti ha detto che la risposta E è quella corretta???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Adesso se Le dico il motivo per cui ho dato la E per giusta inorridisce( come probabilmente la volta scorsa! Sinceramente qietsa domanda l'ho presa da Facebokk:-( e glis studenti segnano le risposte date dal libro a fine capitolo a volte però glinstudenti sbagliano a segnarle e altre volte sbagliano gli autori del libro...errori di stampa so che Le sembra ridicolo prendere domande dai social !
Cita messaggio
Non inorridisco più di tanto perché ormai so (anche se non sono d'accordo) che molti studenti cercano di saltarci fuori in questo modo.
Voglio dire che non c'è nulla di male a dare una sbirciatina alla risposta corretta di una domanda a scelta multipla, ma studiare non è questo; studiare significa che, data la sbirciatina, bisogna poi riuscire a dare una spiegazione a tutte le alternative proposte, perché sono giuste o perché sono sbagliate.

Sono comunque dell'idea che la domanda è posta in modo ambiguo:
Una certa quantità di acqua viene posta in una pentola a pressione:

E poi??? Cosa bisogna indicare, l'affermazione corretta o l'affermazione sbagliata???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Questo è un quiz per l'accesso alle facoltà sanitarie...a volte sono ambigui :-(
Penso che si debba individuare la risposta giusta ma quindi secondo Lei le alternative sono una peggio dell'altra?!

Posso provare a dire perché le alternative sono sbagliate e magari Lei se vuole e può mi corregge? Grazie
Cita messaggio
Prova a dire la tua che poi dico la mia ;-)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa
Allora ci provo:
A) non è corretta poiché la solubilità del vapore acqueo segue la legge di Henry solubilità=k*p. In generale essa vale sia per i gas che non reagiscono con il solvente sia per i gas che reagiscono con esso limitatamente a differenza di HCl e NH3. Se nella pentola ci fosse stato HCl o NH3 allora non avrei potuto applicarla? Perché HCl e NH3 reagiscono con H2O molto?(scusi il modo grossolano)
B)sbagliata perché la temperatura di ebollizione non diminuisce; ciò si desume dalla legfe di Henry e dall"equazione di stato dei gas .
Infatti solubilità=moli/Volumeliquido=P*Volumegas/(RT*Volumeliquido)=k*P
Quindi Volumegas=kRT*Volume liquido da qui è matematicamente evidente che c'è una diretta proporzionalità tra volume e temperatura.
C) la solubilità mi indica moli del Gas fratto volume del liquido quindi s=ngas/Vliquido=k*p(legge di Henry) e da qui si vede che la proporzionalità è diretta tra quantità di has e pressione?
E) non ha senso (poi mi chiedevo esponenzilmente rispetto a che cosa?) e forse perché la solubilità aumenta linearmente
con la pressione
Se ho sparato assurdità come al solito ...abbia pazienza :-(
Grazie mille!
Cita messaggio
A) FALSO, perché quando una certa quantità di acqua viene riscaldata in una pentola a pressione il gas da considerare è l'aria, cioè una miscela gassosa costituita all'incirca dall'80% di N2 e dal 20% di O2, che segue perfettamente la legge di Henry.

B) FALSO, perché la temperatura di ebollizione di una qualsiasi sostanza, in questo caso acqua, è la temperatura alla quale la sua tensione di vapore eguaglia la pressione atmosferica, perciò visto che all'interno della pentola la pressione aumenta, aumenta anche la temperatura di ebollizione dell'acqua.

C) FALSO, perché in base alla legge di Henry, la solubilità di un gas, in questo caso aria, in un determinato solvente, in questo caso acqua, aumenta all'aumentare della pressione.

D) VERO, perché è l'affermazione opposta alla B)

E) FALSO, perché non è il vapor d'acqua la sostanza aeriforme da considerare ma l'aria; inoltre l'aria è propriamente un gas perché ha una temperatura critica di -140,6°C, molto inferiore alla temperatura ambiente, mentre l'acqua allo stato aeriforme è un vapore perché l'acqua ha una temperatura critica di 373,9°C.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)