stabilità carbocationi
Salve!!

So che in genere un carbocaione terziario è piu stabile di uno secondario che a sua volta è piu stabile di uno primario.
Il motivo dovrebbe essere che nei carbocationi sostituiti sono presenti in genere gruppi che possiedono piu elettroni dei semplici idrogeni e che quindi hanno una maggiore capacità stabilizzante nei confronti del carbonio carico positivamente.

Ora il mio dubbio è capire quale tra questi è il piu stabile,a parità di grado di sostituzione X :

(CH3)2-C+
(F)2-C+
(I)2-C+

è possibile in base a quale criterio stabilire quale tra questi gruppi è il piu elettron donatore (stabilizzante)e quale meno?
E in generale quali fattori bisogna tenere in considerazione?? (ad esempio elettronegatività,polarizzabilità,stabilizzazione per risonanza ecc)

E gli alogenuri rispetto al carbonio carico esercitano un effetto induttivo -I (privano il C di densità) o +I ?
Grazie :-)
Cita messaggio
Ciao xshadow,
Il ragionamento che puoi fare credo non si scosti molto da quello sull'effetto attivante/disattivante dello stesso sostituente su un anello aromatico.
Il metile è un debole attivante (perciò elettron-donatore) per la leggera differenza di elettronegatività tra C e H, che stabilizzerà il tuo C+.
F e I sono elettron-attrattori e lo renderanno più instabile (effetto induttivo -I). Il fluoro essendo più elettronegativo dello iodio renderà quel carbocatione il meno stabile. Un discorso diverso si poteva avere con il cloro (e forse col bromo? Non sono sicuro) in quanto come saprai può avere un effetto mesomero +M sul carbocatione, stabilizzandolo. Fluoro e iodio hanno orbitali rispettivamente troppo piccoli e troppo grandi per rendere significativo questo effetto. Non è il tuo caso, ma anche la risonanza di un carbocatione allilico o benzilico lo stabilizza molto.
"A me piace pensare... mi piace pensare che il diamante e la donna che lo porta al dito sono composti dalla stessa sostanza. Poi c'è il diamante sintetico."
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LegiiT per questo post:
xshadow
Per me si deve ragionare sugli OM dei vari atomi coinvolti e sulla loro sovrapposizione.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
xshadow
grazie mille!!

Mi si è palesato un altro dubbio non proprio inerente ma nenache agli antipodi...
Lo posto qua per non stare ad aprire un altro topic visto che è una cosa breve:

"Ho letto il meccanismo di sostituzione nucleofila degli alogenuri alchilici e il libro descrive il punto di partenza come l'attacco di un nucleofilo sul carbonio collegato diretttamente all'alogeno di un alogenuro alchilico (in realtà poi contemporaneamente si stacca il gruppo uscente visto che è concertata la SN2."

Ora dal momento che in chimica organica spesso le reazioni coinvolgono un elettrofilo e un nucleofilo in questo caso l'elettrofilo dovrebbe essere il carbonio legato all'alogenuro...ma elettrofilo significa povero di elettroni quindi il C in questione dovrebbe avere una parziale carica positiva. Ora se guarda ad esempio il legame C-I vedo che lo iodio e il carbonio hanno la STESSA elettronegatività...quindi sta benedetta carica parziale non dovrebbe esserci e il C non dovrebbe essere un elettrofilo per il caso dello iodio.

Eppure la reazione avviene ed è anche la piu veloce tra gli alogenuri
Come mai??
Grazie
Cita messaggio
Non ci avevo mai fatto caso, ma hai ragione. 2,5 entrambi. Il fatto che la reazione sia così favorita è dato sicuramente dalla stabilità dello ione ioduro che si forma. A questo punto mi chiedo se tale reazione non proceda con meccanismo preferenzialmente di tipo SN1. Quimico? :-)
"A me piace pensare... mi piace pensare che il diamante e la donna che lo porta al dito sono composti dalla stessa sostanza. Poi c'è il diamante sintetico."
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LegiiT per questo post:
xshadow
Beh in quel caso si guarda alla polarizzabilità del legame dovuta al solvente di reazione, alle coppie ioniche intime che si formano durante la reazione, al nucleofilo in esame... È un discorso complesso anche se spesso a lezione, specie in corsi di base di Organica non se ne fa molto cenno.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
LegiiT, xshadow
Quindi la situazione talvolta è piu complessa di quanto si possa pensare...
Comunque almeno ora ho qualche spiegazione,grazie!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)