taratura igrometro
ciao a tutti, mi sono registrato in questo forum alcuni anni fa non sono nuovo.
Volevo sapere per favore se per tarare un igrometro digitale posso utilizzare il cloruro di sodio iodato o devo utilizzare quello puro. Ho provato con quello iodato che mi da un 73% dopo circa 10 ore l igrometro non si muove più da quel valore. Sarà esatto?  il valore del cloruro di sodio puro dovrebbe essere di 75, 2% ma leggo dopo  24 ore
ma puro e dopo 24 ore.
Ho chiuso l igrometro digitale in un sacchetto di plastica con una tazzina da caffè di sale iodato da cucina bagnato leggermente.

Vi ringrazio

saluti
Cita messaggio
Per la taratura di un igrometro di solito si usano più sali.
Questi sono: cloruro di litio, cloruro di magnesio, carbonato di potassio, cloruro di sodio e solfato di potassio. 
I valori che si ottengono sono nell'ordine : 11-33-43-75-97%.
I sali devono essere piuttosto puri. Pertanto non è consigliato impiegare il comune sale da cucina, iodato o no.

Saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
luigi_67
(2017-02-27, 21:43)Mario Ha scritto: Per la taratura di un igrometro di solito si usano più sali.
Questi sono: cloruro di litio, cloruro di magnesio, carbonato di potassio, cloruro di sodio e solfato di potassio. 
I valori che si ottengono sono nell'ordine : 11-33-43-75-97%.
I sali devono essere piuttosto puri. Pertanto non è consigliato impiegare il comune sale da cucina, iodato o no.

Saluti
Mario

ciao Mario, :-)

grazie per la tua sollecita risposta.
Ok, allora appena arrivo in farmacia acquisto 100 g. di cloruro di sodio puro.
Metto l'igrometro in un contenitore tupperware ermetico e quanti g. devo mettere di sale NaCl bagnato leggermente per quante ore? Se uso solo il cloruro di sodio va bene?


grazie

saluti
Cita messaggio
È sufficiente depositare sul fondo del contenitore uno strato di sale spesso circa 10 mm poi aggiungere acqua distillata in quantità tale da lasciare emergere i cristalli.
La sonda viene introdotta attraverso un foro a tenuta e mantenuta fino a stabilità della lettura.
Usando solo il cloruro di sodio non si hanno indicazioni riguardo la linearità della sonda. 

Saluti
Mario

Cita messaggio
(2017-02-27, 22:48)Mario Ha scritto: È sufficiente depositare sul fondo del contenitore uno strato di sale spesso circa 10 mm poi aggiungere acqua distillata in quantità tale da lasciare emergere i cristalli.
La sonda viene introdotta attraverso un foro a tenuta e mantenuta fino a stabilità della lettura.
Usando solo il cloruro di sodio non si hanno indicazioni riguardo la linearità della sonda. 

Saluti
Mario

il mio è un igrometro digitale  inserito in una piccola stazione meteo da appendere al muro della oregon scientific ad uso casalingo.

Mi hanno detto che sbaglia del +- 5% volevo vedere il mio che sbaglio mi da.
Dalla prova che ho fatto con il sale da cucina iodato mi ha letto dopo circa 10 ore un 73% per cui lo sbaglio è di - 2% del valore reale di umidità. Ora provo con il cloruro di sodio puro voglio vedere se cambia il valore di 73%
In pratica metto la stazioncina nella scatola tupperware ermetica e ci metto 1 cm. di sale cloruro di sodio puro bagnato con acqua distillata e lo lascio per quante ore?  se ad esempio lo strumento igrometro arriva a misurare 73% di umidità dopo 8 ore e alla nona ora segna ancora 73% la taratura è conclusa?


grazie
Cita messaggio
Direi che quando il valore letto non varia più in maniera significativa, esso può essere registrato.
Per il tempo impiegato dal sistema a raggiungere l'equilibrio, dipende da quanto è grande il contenitore e quanta soluzione ci sia all'interno ma non credo che la cosa vada oltre qualche ora.
Un saluto
Luigi
Cita messaggio
ciao Luigi, ok allora rifaccio il test con cloruro di magnesio, carbonato di potassio e cloruro di sodio.
Il contenitore è di 27 x 17x 6 se metto 100 g. di sali è sufficiente? grazie
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)