Dubbio reazione di sostituzione elettrofila aromatica
Ho una reazione di Friedel-Crafts dove benzene e un cloro-alcano reagiscono grazie a cloruro di alluminio per dare il prodotto. 
Conosco il fenomeno del riarrangiamento della carica dei carbocationi e penso che il carbocatione diventi primario, quindi con carica + all'estremità, prima di legarsi al benzene, quindi il legame avviene tra benzene ed un carbonio d'estremità dell'alcano. 

Se invece avessi clorobenzene ed alcano, il catalizzatore sottrarrebbe al clorobenzene il Cl- ed il restante benzene+ si legherebbe all'alcano per dare un prodotto analogo alla reazione precedente, questa reazione avverrebbe o avviene l'alchilazione solo se il cloro è inizialmente sull'alcano? 
In più come si legherebbe l'alcano al benzene? In maniera analoga alla precedente, quindi all'estremità, o in maniera imprevedibile? 

Sulla base della seconda reazione, se avessi cloro benzene ed un chetone per esempio il 3-pentanone, il catalizzatore creerebbe il catione benzene+, il legame avverrebbe sempre tra un carbonio (penso d'estremità) del chetone ed il benzene? O in questo caso l'ossigeno del chetone ha precedenza (per motivi che non conosco) e si creerebbe una sorta di fenolo? 

Studio chimica da autodidatta e spero riusciate a risolvere i miei dubbi, se non si capiscono le domande sono disposto a fare disegni. 
Risposte parziali sono ugualmente benaccette. 
Grazie.
Cita messaggio
Sui riarrangiamenti ci sarebbe da aprire un capitolo enorme ed esistono regole ferree su di essi. Un carbocatione primario non si forma MAI a meno di casi particolari, se un carbocatione può essere secondario o terziario resterà in questa configurazione, più favorita, sotto diversi aspetti.
Un alcano NON reagirà MAI con un composto aromatico. Nulla servirebbe la catalisi di un acido di Lewis. Gli alcani sono per antonomasia composti stabili, inerti, tanto che reagiscono con l'ossigeno solo in presenza di un qualcosa che li attivi come una scintilla. Idem con alogeni reattivi come cloro e bromo. Serve un'attivazione termica o fotochimica.
Serve quindi che ci sia un alogeno sull'alcano. Infatti la FC avviene con alogenuri alchilici o arilici o acilici (alifatici o aromatici).
La domanda posta dopo non ha senso. Come ti ho appena scritto. Ed esistono regole da seguire, non come cazzo ti pare...
I chetoni NON reagiscono nelle condizioni di FC. Lo fanno i cloruri acilici come un cloruro di acetile o di benzoile. I chetoni danno altre reazioni.
Io mi fermo qui e la invito a studiare da zero e meglio l'Organica. NON ci siamo proprio. Le consiglio un libro di base e di trovare una persona serie e colta che la aiuti. Da autodidatta senza conoscere le regole BASE della Chimica non arriverà mai a nulla. Questa Chimica è troppo complessa. Io la studio da più di 10 anni, tanto per dire... E ho avuto docenti con le palle quadre.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Grazie di aver risposto, ho appena visto un tuo post in cui spieghi gli arrangiamenti appunto e me lo sto leggendo con calma perché contrariamente a quanto pensassi, come hai detto, è un argomento vasto.
Per quanto riguarda le domande, la mia era una semplice curiosità da ignorante in materia, spero di non sembrare uno che vuole la pappa pronta, dalla tua risposta sembra quasi che io abbia preteso troppo.
Ho fatto questa domanda perché chiaramente non conosco bene i principi che ci stanno dietro e mi chiedevo semplicemente se il clorobenzene si trasformasse in carbocatione in presenza dell'AlCl3, e se si potesse legare ad altri composti, diversamente da tutte le spiegazioni delle Friedel-Crafts che riportano una reazione tra un composto aromatico ed un alogenuro alchilico o acilico.
Mi hai dato la conferma che sono reazioni che non esistono, è chiaro che devo studiare l'argomento se voglio capire il perché.

Faccio un'altra domanda relativa alle Friedel-Crafts, questa volta rendendomi conto che non conosco il fenomeno di riarrangiamento di un carbocatione:
Ho benzene e 1-cloro-3-pentanone, reagiscono e danno 1-fenil-3-pentanone, sempre che la carica + resti all'estremità del catione.
Avviene questo o la carica si sposta e quindi il carbocatione si lega al benzene in maniera diversa da quella che ho pensato?
Cita messaggio
Da Chimico e Organico so che sono difficili per uno che non ha mai visto niente di ciò MA per arrivare a capire queste cose ci sono conoscenze di base pregresse cui non si può rinunciare e transigere...
Il carbocatione più stabile è quello secondario NON il primario. Quindi non quello dove il + è all'estremità della catena alifatica.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Capito, grazie di aver risposto.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)