Emulsioni
Buon giorno a tutti, sono moooolto ignorante sull'argomento pero' ho bisogno del vostro aiuto.
Il mio problema principale e': devo determinare la dimensione delle particelle di grasso in un prodotto lattiero caseario.
In laboratorio ho un microscopio Optika con tre oculari,  per il momento dal terzo oculare le fotto le scatto appoggiando la macchina fotografica.
ho acquistato tre coloranti 
il blu di metilene
il rosso sudan IV 
il rosso olio O.
Ho acquistato questi tre coloranti per capire quale mi avrebbe aiutato a evidenziare in modo migliore la particella per poterla misurare, perche' oggi la mia difficoltà maggiore e' quella di evidenziare il grasso al microscopio.
il prodotto che sottopongo ad analisi e' un prodotto lattiero-caseario grassato con una miscela di oli vegetali,animali,lecitina e emulsionate ricinoleato.
Lo ricostituisco con acqua calda, aggiungo il colorante e miscelo, prelevo una goccia e la metto sul vetrino copro e guardo.
Secondo voi va bene? perche' tra i vari documenti che trovo on line leggo di essicare, fissare, ma io tutte queste cose non le faccio. Sbaglio?
Per quello che devo fare secondo voi sto' procedendo in modo corretto?
Grazie a chiunque sia in grado di darmi una cretezza.
Buona giornata a tutti.
Livia
Cita messaggio
Buonasera.
Dico quel poco che posso intuire, perché il Sudan IV l'ho usato a scuola una sola volta, e non in ambito microscopico, quindi niente certezze.
Il Sudan IV, essendo liposolubile, è usato per evidenziare tracce di lipidi e lipoproteine, perché legandosi ad essi ne colora le goccioline di rosso.
I documenti che ha consultato si riferivano al suo caso o riportavano le procedure per scopi diagnostici? Perché in microscopia clinica capita di dover riconoscere la presenza di grassi in campioni biologici, ma in quei casi si adottano delle procedure ben specifiche (come diceva, fissazione, montaggio, etc.) che non credo siano necessarie (me è una mia opinione) per i suoi scopi.
Penso che i passaggi da lei eseguiti vadano bene per colorare e rendere visibili le goccioline di grasso, ma secondo me il problema principale risiede nella misurazione. Come misura il diametro delle goccioline dell'emulsione? Con quali ingrandimenti lavora?

Da quello che so il blu di metilene non colora i grassi, per cosa lo usa?
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ClaudioG. per questo post:
LIVIA
(2016-01-19, 19:28)ClaudioG. Ha scritto: Buonasera.
Dico quel poco che posso intuire, perché il Sudan IV l'ho usato a scuola una sola volta, e non in ambito microscopico, quindi niente certezze.
Il Sudan IV, essendo liposolubile, è usato per evidenziare tracce di lipidi e lipoproteine, perché legandosi ad essi ne colora le goccioline di rosso.
I documenti che ha consultato si riferivano al suo caso o riportavano le procedure per scopi diagnostici? Perché in microscopia clinica capita di dover riconoscere la presenza di grassi in campioni biologici, ma in quei casi si adottano delle procedure ben specifiche (come diceva, fissazione, montaggio, etc.) che non credo siano necessarie (me è una mia opinione) per i suoi scopi.
Penso che i passaggi da lei eseguiti vadano bene per colorare e rendere visibili le goccioline di grasso, ma secondo me il problema principale risiede nella misurazione. Come misura il diametro delle goccioline dell'emulsione? Con quali ingrandimenti lavora?

Da quello che so il blu di metilene non colora i grassi, per cosa lo usa?

Buon giorno Claudio, il blu di metilene l'ho provato per determinare se la mia miscela fosse A/O o O/A e anche un po' per curiosità.
Ieri a forza di prove sono riuscita a vedere le particelle, finalmente, ero al settimo cielo. Ho utilizzato il rosso oil O perche' il rosso sudanIV mi deve arrivare. Diciamo che le concentrazioni del colorante non le conosco molto bene sto' andando a tentativi.
Il diametro delle particelle lo misuro dopo aver calibrato il microscopio,Praticamente la mia e' una stima moooooolto alla buona. L'obiettivo che utilizzo e' il 10X quindi 100 ingrandimenti pero' un tacca dell'oculare misura 10.2 micron, quindi quelle sotto il 10 faccio fatica a misurarle. Ho acquistato quindi l'obiettivo 20X e inoltre navigando qua e la ho acquistato una fotocamera da attaccare al microscopio che mi invia l'immagine sul monitor perche' se dopo 4 o 5 vetrini non ci vedo più niente. :-(
Grazie per essersi  interessato.
Le auguro buona giornata.
Livia
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LIVIA per questo post:
ClaudioG.




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)