Momento dipolare
Salve a tutti,
sono al primo anno di Scienze Farmaceutiche Applicate ed un degli esami che sto preparando in questo periodo è Chimica generale ed Inorganica. Vi scrivo perché nello studio del momento dipolare mi sono imbattuto in una serie di formule matematiche che non mi sono chiare......mi spiego meglio: il momento dipolare viene definito  come il prodotto del  valore assoluto delle cariche per la distanza che separa i baricentri delle cariche. Ora viene il problema, perché nelle dispense della prof. c'è scritto che nel caso del HF, il Debye viene definito come il momento di dipolo di due cariche + e poste alla distanza di 0,2082 Angstrom. Quindi:
µ=Q*R=e*0,2082 A                                                                                                      A=Angstrom
dato che: Q = e*δ
µ (debye) sarà uguale a:
(R(A)/0,2082 A*D-1)*δ………………………………perché? non  riesco a capire come si arriva a questa formula.
Mi potreste aiutare.
Vi ringrazio in anticipo per il vostro aiuto.
Cita messaggio
Presentati nell'apposita sezione :-D

Queste formule da dove vengono? Quaderno? Slide? Libro?
Prendere in mano il libro e cercarle? O ragionarci sopra?

µ=Q*R=e*0,2082A con Q = e*δ, sostituisci e ottieni
µ=(R(A)/0,2802A*D-1)*δ

Ragiona pensando a cosa hai sostiuito. Idee?
Provaci almeno. Non copiare pedissequamente formule senza ragionarci su.
Non serve a nulla che uno qui ti dia la soluzione pronta se non ci hai manco provato tu.
Non siamo il CEPU.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Quando si ha a che fare con le grandezze di qualsiasi natura (fisiche, chimiche, elettriche, meccaniche, ecc...) bisogna essere molto rigorosi quando si utilizzano dei simboli e, soprattutto non bisogna confondere il simbolo della grandezza con il simbolo della sua unità di misura in un qualche sistema di unità di misura con il simbolo della dimensione.

Faccio un esempio:
Nome della grandezza: lunghezza
Simbolo della grandezza: l
Dimensione della grandezza: L
Nome dell'unità di misura nel S.I.: metro
Simbolo dell'unità di misura nel S.I.: m

Ora, nelle formule che hai scritto compare un simbolo R.
R è il simbolo della grandezza denominata resistenza elettrica.
In realtà la resistenza elettrica non ha niente a che fare con la grandezza denominata momento dipolare, il cui simbolo è µ.
Il momento dipolare µ è il prodotto fra la quantità di elettricità Q e la lunghezza l a cui sono poste due cariche elettriche uguali ed opposte, perciò si scrive:
µ = Q · l
In altri termini il momento dipolare rappresenta il valore numerico rispetto ad un'unità di misura di un vettore orientato dalla carica negativa verso quella positiva della quantità di elettricità esistente tra due particelle elettriche di uguale carica ma opposte distanti una determinata lunghezza.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Qui Luisa R(A) sta per raggio atomico in Angstrom, sebbene su alcuni testi universitari si trovi espressa in picometri.
Io avrei usato r(A) visto che il raggio ha come simbolo r.
Non c'entra una fava qui la resistenza. Non era nemmeno da pensarci.
Ma capisco il dubbio. Non che dica ce l'avessi visto che so che sai bene la Scienza :-D era tanto per dire :-D
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)