Piombo (II) formiato sintesi
Dove eravamo rimasti?
Ah, si. Si parlava del formiato di piombo.
Orbene, oggi mi son messo in testa di misurare la solubilità acquosa di questo sale.
Preparo una soluzione satura intorno ai 50 °C, poi la lascio raffreddare a 27,5 °C.
Ne prelevo 10,00 ml e determino quanto piombo c'è  mediante titolazione complessometrica.
Come metodica scelgo la seguente, semplice e precisissima. provare per credere.

Reagenti:
- Indicatore XO: triturare in un mortaio 100 mgr di arancio xilenolo (CAS n° 3618-43-7) con 10 g di potassio nitrato
- esametilentetrammina solida (CAS n° 100-97-0)
- EDTA soluzione 0,02M

Esecuzione:
pesare una quantità di piombo formiato, in precedenza essicato a 105 °C, intorno ai 50 mg.
Diluire con acqua a circa 100 ml.
Aggiungere una punta di spatola di indicatore XO e poi, se la soluzione è moderatamente acida, dosare goccia a goccia NaOH 0,1M fino a viraggio al rosso-violaceo incipiente.
Aggiungere una spatola di esametilentetrammina e a dissoluzione avvenuta, titolare con EDTA 0,02M fino a viraggio da rosso-violaceo a giallo puro. Il viraggio è rapido, una goccia di titolante è più che sufficiente.

peso formiato di piombo: 47,7 mgr
EDTA usato: 7,96 ml

calcoli:
0,02*7,96=(0,0477/PM)*1000
PM=299,6
dieri che siamo in buon accordo con la formula Pb(HCOO)2. Questo dato serve a principalmente a confermare la formula del sale.

La titolazione dei 10,00 ml di soluzione satura ha richiesto 34,6 ml di EDTA 0,02M.
calcoli:
0,02*34,6=(x/297,2)*1000
x=0,206  g di Pb formiato nei 10 ml
ovvero 2,06 g di sale in 100 ml di soluzione


saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
valeg96, RhOBErThO, quimico, NaClO, luigi_67




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)