Predizione proprietà di assorbimento di una molecola
Salve,
volevo se e come è possibile predire le proprietà di assorbimento di una molecola sulla base della sua struttura.
Ad esempio, considerando l'acido gallico, è possibile predire se esso assorbe nell'UV e nel visibile sulla base della struttura, oppure è necessario svolgere delle analisi con lo spettrofotometro?

Vi ringrazio per l'attenzione.

Cordiali saluti.
Cita messaggio
Se non ricordo male,l'assorbimento dipende dalla struttura della molecola,cioè alcuni gruppi assorbono ed altri no.
Non so dirti altro,a parte che mi sembra la sezione sbagliata.
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano NaClO per questo post:
AccettoreQ
Come già detto da NaClO, alcuni gruppi funzionali possono interagire con la radiazione elettromagnetica in modo differente. Ad esempio molecole con doppi legami coniugati interagiscono con l'UV e possono essere così individuate. Questi particolari gruppi vengono detti cromofori. Quindi sì, conoscendo la struttura di una molecola se ne può teorizzare un comportamento (con la dovuta attenzione, ovviamente). Sicuramente qualche utente più esperto potrà darti maggiori indicazioni.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ChemPride per questo post:
NaClO, AccettoreQ
(2017-04-30, 11:41)NaClO Ha scritto: Se non ricordo male,l'assorbimento dipende dalla struttura della molecola,cioè alcuni gruppi assorbono ed altri no.
Non so dirti altro,a parte che mi sembra la sezione sbagliata.
Ciao, grazie per la risposta. Ho scelto questa sezione perché è una domanda che ci ha posto il docente durante una lezione di chimica analitica. Non avendo ancor apreparato l'esperienza di laboratorio ho preferito scrivere in questa sezione, anche se si, ammetto che se ne poteva scegliere un'altra. Se i moderatori ritengono che la discussione vada chiusa e riaperta in altra sezione lo dicano pure, oppure la spostino loro.
(2017-04-30, 16:56)ChemPride Ha scritto: Come già detto da NaClO, alcuni gruppi funzionali possono interagire con la radiazione elettromagnetica in modo differente. Ad esempio molecole con doppi legami coniugati interagiscono con l'UV e possono essere così individuate. Questi particolari gruppi vengono detti cromofori. Quindi sì, conoscendo la struttura di una molecola se ne può teorizzare un comportamento (con la dovuta attenzione, ovviamente). Sicuramente qualche utente più esperto potrà darti maggiori indicazioni.

Ti ringrazio per la risposta.
Riferendosi all'acido gallico, la sua struttura è questa:
   
I gruppi "cromofori" quali sono? Gli -OH, il -COOH oppure l'anello benzenico?
Come possono influire sull'assorbimento della molecola?

Cordiali saluti.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano AccettoreQ per questo post:
NaClO
Sicuramente il benzene, può essere assimilato a doppi legami coniugati, il carbonile dell'acido anche, inoltre il benzene può fare trasferimento elettronico con questo e gli -OH
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ChemPride per questo post:
AccettoreQ, NaClO
(2017-05-01, 12:34)ChemPride Ha scritto: Sicuramente il benzene, può essere assimilato a doppi legami coniugati, il carbonile dell'acido anche, inoltre il benzene può fare trasferimento elettronico con questo e gli -OH

Grazie! Ma c'è distinzione tra l'assorbimento di questi gruppi nel visibile e nell'UV?
Cita messaggio
Certo! UV e VIS hanno energie differenti. Quando fai una TLC di un prodotto spessissimo non si vede ad occhio nudo il risultato ma sotto lampada di wood sì.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ChemPride per questo post:
AccettoreQ, NaClO
(2017-05-01, 12:45)ChemPride Ha scritto: Certo! UV e VIS hanno energie differenti. Quando fai una TLC di un prodotto spessissimo non si vede ad occhio nudo il risultato ma sotto lampada di wood sì.

Perfetto. Quindi l'acido gallico potrebbe assorbire nell'UV e non assorbire nel visibile, oppure viceversa. Per capire a che lunghezza d'onda assorbe un gruppo, esistono delle tabelle specifiche o altre fonti? Oppure si necessita di un esperienza di laboratorio specifica per la molecola?
Cita messaggio
Esattamente. Volevo scrivertelo già nel messaggio precedente ma dato che non ho un'esperienza diretta non volevo dire castronerie ma dato che ora l'hai chiesto... Esistono delle tabelle con dei valori tabulati, ogni gruppo funzionale da un contributo all'assorbimento finale. Sicuramente le puoi trovare su un qualsiasi libro di chimica analitica.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ChemPride per questo post:
AccettoreQ, ClaudioG., NaClO
Vi è comunque l'influenza dell'intorno chimico del cromoforo, che può essere dovuto ai relativi legami dovuti alla solvatazione( il mio libro  riporta l'effetto batocromo dell'acqua sul gruppo carbonilico), quindi i vari effetti vanno calcolati su una matrice singolare e di complessa interpretazione (vi sono gruppi che possono avere effetto ipsocromo ad esempio ossia che spostano a bande di assorbimento a maggiori lunghezze d'onda, ma va comunque relativizzato il tutto alla molecola in questione, ai vari effetti dei vari gruppi che competono eccetera), quindi dubito che con dei valori pretabulati si riesca ad arrivare a conclusioni univoche, il mio stesso libro infatti riporta che esistono archivi che riportano i vari spettri caratteristici delle varie sostanze, penso si ci possa arrivare a prevedere lo spettro, ma non credo proprio sia possibile riuscire a prevederlo con precisione apparecchiando qualche valore pretabulato.
probabile non vuol dire certo.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)