Probabile metodo alternativo per il bio-diesel
[Attenzione! Questo thread è stato importato da Answers, non si garantisce nulla sulla correttezza, presenza e coerenza dei contenuti così com'erano su Answers!]


Salve mi chiamo Luca e da un po' di tempo che sto provando a realizzare il biodiesel. Ho provato con il metodo tradizionale ossia metanolo, soda caustica seguendo alla lettera le istruzioni ( 200 ml di metanolo ogni litro di olio e 7 di soda caustica ogni litro di alcool, oltre alle varie accortezze di temperatura costante a circa 50 C° ecc), ma il risultato è stato pessimo. Nessun deposito di glicerina.

Per caso credo di essere vicino alla realizzazione di un'altra tecnica per produrre bio carburante.

Premetto che di chimica ho una conoscenza pari a zero. Cerco di spiegare le prove che ho fatto

Nella prima prova ho mescolato una quantità x di olio a una y di uno sgrassatore molto potente. Dopo poche ore è comparso un deposito molto denso che posso anche capovolgere e rimane al suo posto (sul fondo), in superficie invece l'olio già usato era divenuto molto più fluido densità simile al gasolio. Sono dovute passare diverse settimane però affinchè diventasse così perché è rimasto emulsionato su un colore giallo torbido per un tempo molto lungo.

Questo fa parte del primo esperimento in cui non ho avuto la cura di prendere le dosi utilizzate.

Nell'ultimo esperimento invece ho preso 1 litro di olio di semi sempre già utilizzato, ho messo 100 ml di sgrassatore e lo agitato per bene a temperatura ambiente. Dopo 2 settimane vedo ancora parte densa sul fondo formatasi dopo poche ore e l'olio in superficie molto meno denso di prima ma ancora notevolmente emulsionato. Esiste un modo per far si che l'olio si schiarisca del tutto e soprattutto in meno tempo.

Il prodotto utilizzato è uno sgrassatore che ha come composizione questi elementi:




5-15% SODA CAUSTICA

CAS : 1310-73-2

C R35

5-15%EDTA

CAS:8013-51-2

Xn R22 R36

5-15%2- BUTOSSIETANOLO

CAS : 111-76-2

Xn R20/21/22

<5% ALCOL ETOSSILATO

CAS: 68439-54-3

Xn R22 R41

<5%SODIO LAURILETERE SOLFATO

CAS: 9004-82-4

Xi R36/38




Grazie per la disponibilità
Cita messaggio
Luca,

mi sorprende leggere che il suo tentativo "tradizionale" non abbia funzionato.

Probabilmente ha sbagliato qualcosa, ma non conoscendo i dettagli del suo procedimento è difficile dire cosa.

Lo sgrassante che ha usato non è assolutamente idoneo per ottenere il biodiesel in qunto la reazione di transesterificazione richiede un ambiente anidro e con questo prodotto l'acqua è presente in quantità non accettabili. Senza parlare poi degli additivi complessanti e tensioattivi in esso contenuti che parzialmente possono passare nel miscuglio che si separa e che poi finiscono per danneggiare il motore.



saluti

Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Utente di Answers
esiste qualche elemento chimico che riesca ad annulare la reazione della soda con l'olio. Peccato che non posso allegare foto, perchè l'olio rimasto nel primo esperimento dopo un po' di lavaggi in acqua è diventato cristallino
Cita messaggio
Non ho ben capito cosa voglia sapere.

Dalle poche informazioni fornite mi pare di capire che i suoi esperimenti sul biodiesel non hanno dato i risultati sperati.

La reazione di transesterificazione è una reazione chimica che utilizza, oltre all'olio vegetale di un certo tipo, anche idrossido di sodio (meno frequentemente quelo di potassio) e alcool metilico o etilico (meglio il primo). Segue poi un trattamento di raffinazione dell'estere ottenuto al fine di poterlo usare nei motori senza rischio per il medesimo.

Il sentiero è stretto nel senso che quello che le ho sommariamente descritto è il processo migliore sia in temini di resa che di qualità del prodotto ottenuto e seguire altre vie con approcci empirici e/o prodotti fai da te conduce all'insuccesso.



saluti

Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Utente di Answers
in poche parole l'olio rimane emulsionato per diverse settimane per poi depositare. Io credo che sia la reazione della soda contenuta nella sgrassante. io volevo sapere se c'è un modo per accellerare questa fase che dura troppo a lungo.


La bottiglia di sinistra è il deposito denso del primo esperimento. In quella centrale si vede in superficie l'olio dopo aver effettuato un lavaggio con acqua. Ora effettuando altri lavaggi sono riuscito a renderlo cristallino. Nella bottiglia di destra invece c'è l'ultimo esperimento. Ossia un litro d'olio già usato di semi, 100 ml di sgrassatore. Questa è più o meno la condizione in cui si trova adesso. Nel primo esperimento sono passate diverse settimane affinche l'olio non fosse emulsionato .
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Utente di Answers per questo post:
Utente di Answers
Non riesco a visualizzare la foto.


saluti
Mario

Cita messaggio
Non riesco avisualizzare la foto

saluti
Mario

Cita messaggio
non so che dirti se vuoi te la posso inviare sul tuo indirizzo e-mail sono nuovo del forum. ho semplicemente copiato l'immagine nell'editor degli appunti. A me nel messaggio compare
Cita messaggio
Provi a mandarmi l'email.

saluti
Mario

Cita messaggio
qual'è l'indirizzo?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)