Respirare sostanze pericolose
Beh, il senso dell'olfatto è sicuramente utile in quanto con esso si è in grado di poter avvertire la presenza di sostanze estranee nell'aria e di prendere le necessarie precauzioni.
Senza pensare al laboratorio, mi viene in mente il caso più comune del gas da cucina: la sua individuazione si basa proprio sul senso olfattivo che, appena avverte il classico "odore di gas" lancia i dovuti allarmi e la persona si comporta di conseguenza.
Mancando questi segnali potresti trovarti in un ambiente saturo di gas e non accorgertene con il rischio di soffocare o saltare in aria.
In laboratorio è lo stesso, avvertire un odore è sintomo che c'è qualcosa d'altro nell'aria oltre a ossigeno, azoto e gas minori, che può essere tossico o meno e anche in questo caso aiuta a mettersi al riparo in caso di necessità: se respiri ammoniaca e non ne senti l'odore te ne accorgerai però quando avvertirai i sintomi (soffocamento, lacrimazione) e potrebbe essere troppo tardi, così per qualsiasi altra sostanza. In laboratorio quindi è sicuramente utile l'olfatto, non tanto perchè uno si mette a respirare dalle bottiglie dei reagenti ma per il fatto che è un sicuro metodo per accorgersi che qualcosa è nell'aria. Poi ci sono sostanze che hanno odori caratteristici e con un po' di esperienza si impara anche a riconoscerli.

Se questa è la tua situazione da quello che mi sembra di capire, ti consiglierei, almeno per il laboratorio, di operare insieme ad un altra persona che sia presente con te e possa lanciarti l'allarme al momento che avverta qualcosa di anomalo... è sicuramente una patologia debilitante, su quello non c'è dubbio.
Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
NaClO
In questi casi io suggerirei di avere a portata di mano maschera antigas con relativi filtri e di lavorare sotto cappa.Lavorare in due in laboratorio è indispensabile:mettiamo caso che non ti accorgi dell'HCl nell'aria,ad un certo punto ti gira la testa e ti brucia sia il naso che trachea e polmoni,se non ci fosse qualcuno a soccorrerti moriresti intossicato.
Un piccolo OT (che è già stato detto ma che io ribadisco):la chimica è stupenda,specie quella pratica,ma va fatta con il cervello.
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
(2017-04-20, 01:35)Xel88 Ha scritto: ...a parte la sbuffata di cloro che mi arriva ogni volta che apro la bottiglia di HCl.

Quando apri la bottiglia della soluzione di HCl non ti arriva una "sbuffata" di cloro, ma di acido cloridrico. :-)
Infatti l'HCl a temperatura ambiente è un gas e le sue soluzioni acquose vengono preparate facendo gorgogliare HCl gassoso in acqua; la concentrazione massima che si riesce ad ottenere è circa del 37% in peso, il cosiddetto HCl concentrato. È perciò inevitabile che, essendo al limite della saturazione, quando apri la bottiglia escono fumi bianchi di HCl gassoso. Se apri invece una soluzione più diluita difficilmente esce del gas.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
NaClO, Xel88
Grazie per la precisazione luisa!
xD Mi rendo conto del grande limite che ho, per questo ho una sana paura di sostanze particolari che non rieantrano nel quotidiano. Posso contare comunque su altre persone che spesso sono con me, ma resta sempre una patologia limitante, come dice luigi.
XD a questo scopo sto facendo odorare le sostanze che ho ad amici e parenti, roba tranquilla come i Sali di rame!!
Stavo anche pensando di farmela una cappa, il posto ce l'ho...mi sono un po' scoraggiato nel comprendere che non é semplice come mettere una ventola in un tubo, a causa delle reazioni che potrebbero avvenire con i materiali non idonei....bisogna trovare una soluzione...
Questo comunque mi limiterà nelle varie sperimentazioni, ma nemmeno é detto che sia un male, voglio dire, ne deve passare di tempo prima che possa considerare di prendere in mano robe pesanti...quindi, questo problema mi sprona ad andarci bello cauto senza se e senza ma!
Ad ogni modo ero curioso di sapere anche se, a parte per la sopravvivenza, usate il vostro naso anche per capire con che cosa avete a che fare, quando si tratta di sostanze innoque, ovviamente.
Come qualcuno che annusa una pietanza o un vino, per intenderci!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Xel88 per questo post:
NaClO
Anche io ho fatica a sentire gli odori.

Le mie esperienze con i vapori chimici sono poco felici: http://www.myttex.net/forum/Thread-Ipoaz...i-fai-male

Successivamente ai casi a cui mi riferisco in quel post, c'è stata un'occasione in cui ho inalato dei vapori di HCL concentrato. Risultato: tosse immediata, dolori toracici e difficoltà respiratorie per una settimana (tipo quando hai una costola rotta che senti pungere). Ho continuato a sentire le conseguenze di quella spiacevole esperienza per circa un mesetto, via via sempre più deboli. Ad oggi (sono passati alcuni anni) non credo di avere avuto effetti permanenti, vado spesso in montagna e ti assicuro che se avessi delle difficoltà polmonari me ne accorgerei. Madre natura ci ha fatto forti, per fortuna.
Se puoi per i tuoi esperimenti usa reagenti a concentrazioni "non fumanti", sono molto meno pericolosi.

Per quanto riguarda il senso dell'olfatto... molto meglio avercelo, e buono! Pensa anche solo a quando la torta nel forno si brucia e non te ne accorgi... e se a bruciare fosse la casa?
Cita messaggio
Se per fumanti intendi quei classici liquidi che fanno la nuvoletta a forma di jolly roger...possiamo stare relativamente tranquilli! Mai visto ne sentito il bisogno di avvicinarmi a qualcosa di simile!
Sdrammatizzando, mi rendo perfettamente conto del pericolo... Cioé, mi rendo conto dell'incapacità di intuire il pericolo...é anche per questo che preferisco cose come cristallizzazioni, sintesi minori, cambiamenti di colore, piuttosto che roba forte come quella che fanno molti qui dentroXD
Che poi, parliamoci chiaro...chi lo fa per hobby non ha niente a che vedere con chi lo fa per lavoro o comunque ci ha studiato decadi sopra...
Per il resto non posso farci niente... La torta si brucia bellamente se non la guardo costantemente e se c'é una fuga di gas...il lato positivo é che sono immune alla puzzaXD
Fortunatamente, fino ad ora, non ho mai avuto problemi importanti con l'HCl, a parte la corosione dei marmi;-)....di solito sto bene attento a non aprirmela sotto il naso e a stare in apnea! E le volte che mi arriva nel naso non é mai così grave, giusto un lieve pizzicore che mi ricorda di allontanarmi ancora di più!
Però che palle.... É una rogna...
che intendi che fai fatica a sentire gli odori?
Cita messaggio
(2017-04-21, 12:39)Xel88 Ha scritto: ....... e se c'é una fuga di gas...il lato positivo é che sono immune alla puzzaXD
.....

Se c'è una fuga di gas, non sentirai la puzza ma puoi benissimo morire soffocato o saltare in aria.

In ogni caso come si diceva, questo tuo problema è sicuramente limitante ma è anche vero che durante le esperienze non ci si mette ad annusare le cose deliberatamente anche perchè la stragrande maggioranza di composti sono irritanti e/o tossici quindi tale prassi deve essere assolutamente evitata.
Con questo voglio dire che puoi gestire il tuo problema con la prevenzione: al momento che programmi una esperienza, studiatela bene, valuta i rischi che essa può generare in modo che sarai consapevole di cosa potrebbe accadere e quindi potrai essere pronto a rimediare.
Vuoi usare l'acido nitrico fumante? Va bene, in ogni caso apriresti la bottiglia sotto cappa oppure all'aperto in luogo ventilato, l'ultima cosa che ti auguri è di inalarne qualche vapore.
Un tuo esperimento produce ipoazotide? non serve annusarla per sapere che c'è, basta prendere le necessarie precauzioni per non esporcisi.
Cuoci una torta? Metti il timer al forno che ti indichi il fine cottura e sorveglia frequentemente la cottura: non sentirai se la torta si sta bruciando ma ti accorgerai in tempo se qualcosa non va e potrai prendere i necessari provvedimenti.

Con questo voglio dire quindi, che nonostante questo tuo problema, puoi fare tutti gli esperimenti che vuoi, con l'accortezza però che non potendo contare sull'olfatto come campanello di allarme in caso di emergenza (perchè solo a questo deve servire, non per sentire che odore ha la trielina o il benzene...), di trovare dei modi alternativi ad esso.
Se poi come si diceva riesci a far star con te una persona, allora la cosa diventa più semplice, potrà avvisarti lei se sente odore di torta bruciata...

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
Xel88
(2017-04-21, 12:39)Xel88 Ha scritto: che intendi che fai fatica a sentire gli odori?

Nel mio caso significa che sento solamente alcuni odori particolarmente forti e sgradevoli (per esempio alcuni profumi da donna o quello dell'ammoniaca) o altri odori più deboli tipo quello delle mele, che probabilmente produce mentalmente il mio cervello nel momento in cui le vedo legandoli a episodi passati della mia vita. Per il resto non sento ne distinguo quasi nulla, è come se avessi perennemente il raffreddore.

Non ho mai indagato le cause, probabilmente c'entra un cazzotto che ho ricevuto sul naso da piccolo mentre facevo a botte.
Cita messaggio
Luigi, XD intendevo separare i due concetti: se c'é una fuga di gas in casa praticamente mi attacco a meno di colpi di fortuna.
La cosa positiva di tutto ciò é che sono immune alla puzza.
Sono due cose separate, Non mi sogno nemmeno di vederlo come un lato positivo morire soffocato ma senza fastidio!!!
Per il resto avete tutti ragione. La migliore é la prevenzione! Cercherò di dotarmi di una cappa e, soprattutto, é imprescindibile informarsi su una reazione prima di eseguirla e andarci con tutti i crismi.
Nitrico fumante, ipoazotide...tiocianato di mercurio...eccheé?! Le lascio a voi ancora per un po' ste cose!!!
Io sto benone con i miei sali da bagno per il momentoXD
Arkypita, non avevo mai conosciuto un altro nasoleso primaXD pensavo di essere l'unico sfigato al mondoXD probabilmente hai ragione, c'entra il cazzotto, anche per me é, a quanto pare, una lieve deviazione del setto...e la cosa é anche irritante perché se fosse visibilmente storto uno ci si mette l'anima in pace...ma quando si tratta di 1 +- 0,3 gradi...dai...
Comunque ci si convive, anche se, effettivamente, l'olfatto é un senso che fisiologicamente ha una bella importanza. Ci si creano i legami con l'olfatto, si consolidano i ricordi...
Sarebbe interessante uno studio di questo genere!!

Scusate, credo di aver mandato per sbaglio un messaggio privato a qualcuno di voi, colpa del tablet. Non ne sono sicuro perché non stavo giardando, ma se fosse così,scusatemi!
Il messaggio é quello qua sopraXD
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)