Risoluzione Problema Estrazione Capsaicina
Ecco una mia ipotesi su come separare la capsaicina dall'olio rosso:
si potrebbe stratificare il solvente in cui sono sciolte le due sostanze su acqua (esano, per esempio) e aspettare che evapori: così facendo la capsaicina dovrebbe precipitare in acqua, mentre l'olio dovrebbe galleggiare!

Un secondo metodo potrebbe essere la dissoluzione della miscela (olio + capsaicina) in etanolo, per poi separare le due fare con aggiunta di acqua fredda!

Non penso funzionino, ma sono meglio che niente XD
Cita messaggio
(2010-06-22, 13:26)Beefcotto87 Ha scritto: Ecco una mia ipotesi su come separare la capsaicina dall'olio rosso:
si potrebbe stratificare il solvente in cui sono sciolte le due sostanze su acqua (esano, per esempio) e aspettare che evapori: così facendo la capsaicina dovrebbe precipitare in acqua, mentre l'olio dovrebbe galleggiare!

Un secondo metodo potrebbe essere la dissoluzione della miscela (olio + capsaicina) in etanolo, per poi separare le due fare con aggiunta di acqua fredda!

Non penso funzionino, ma sono meglio che niente XD

Non mi convincono: sono entrambe, alla fine, delle estrazioni in fase acquosa: la capsaicina è estremamente lipofila, ergo un estrazione da un olio con una fase acquosa la vedo ardua.
Con un logD (Oct/W) di 3.20 quando neutra, è più di mille volte più solubile in fase organica anzichè acquosa... Io giocherei comunque anche col pH: avendo un ossidrile fenolico (pKa di circa 10), la capsaicina diventa più solubile in acqua se questa ha un pH di almeno 12. Meglio se a freddo, così non si va a ledere il legame amidico. Ma anche così, la carica negativa sarebbe annegata in una struttura lipofila, e pure delocalizzata sull'anello aromatico, quindi pure meno "intensa" (= meno solubile in acqua).
Si potrebbe usare un percolatore per estrazione con solventi più densi ed utilizzare acqua a pH>=12, questo automatizzerebbe e migliorerebbe l'estrazione, ma si avrebbe il problema dell'idrolisi dell'amide.
La via dell'estrazione con imbuto separatore è a parer mio impraticabile: troppe estrazioni necessarie, gradi volumi di solvente, troppo $!
Cita messaggio
Non saprei spiegare come e "cosa", ma a me si è separata una fase superiore con l'olio e una inferiore torbida ma bianca! Ho infatti modificato aggiungendo etanolo!

Ho aggiunto etanolo, poi l'esano e infine l'acqua
Cita messaggio
(2010-06-22, 18:46)Beefcotto87 Ha scritto: Non saprei spiegare come e "cosa", ma a me si è separata una fase superiore con l'olio e una inferiore torbida ma bianca! Ho infatti modificato aggiungendo etanolo!

Ho aggiunto etanolo, poi l'esano e infine l'acqua

Non ne ho idea di cosa vi sia in fase acquosa torbida, ma temo che la capsaicina sia rimasta tutta pressochè in fase organica. Troppo lipofila per tentare una via del genere...
(2010-06-22, 18:46)Beefcotto87 Ha scritto: Non saprei spiegare come e "cosa", ma a me si è separata una fase superiore con l'olio e una inferiore torbida ma bianca! Ho infatti modificato aggiungendo etanolo!

Ho aggiunto etanolo, poi l'esano e infine l'acqua

La butto li... Ma tentare una cristallizzazione aggiungendo solo etanolo, che deprime la solubilità della capsaicina? Direi: aggiunta di etanolo fino alla saturazione dell'olio, quindi mettere in freezer e aspettare. Che ne dici?
Cita messaggio
se mi dici che l'etanolo scioglie più l'olio che la capsaicina, allora è ok :-P
Cita messaggio
Stavo guardando che l'olio al peperoncino ha una bassa concentrazione di capsaicina, quindi la resa sarà estremamente bassa... Interessante sarebbe estrarre la capsaicina direttamente dai peperoncini con un solvente organico bassobollente, etere o diclorometano, a seguire cristallizzazione per evaporazione del solvente e purificazione per ricristallizzazione. Ma temo che la concentrazione di capsaicina nei peperoncini sia comunque troppo bassa per averne una quantità apprezzabile...
Cita messaggio
Com'è che riuscite a complicarvi tanto la vita?
Perchè partire dall'olio al peperoncino e non direttamente dal peperoncino?
Si compra già in polvere, si mette nel ditale del Soxhlet, si mette acetone nel pallone e si avvia l'estrazione. Poi si separa dai pigmenti.
Tutto qui.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
jobba, pikami94
come si separa poi?
Cita messaggio
(2010-06-24, 20:24)Beefcotto87 Ha scritto: come si separa poi?

Io uso quell'antica tecnica chiamata "cromatografia preparativa". Uso una colonna in vetro, piena di qualcosa, a seconda di cosa dovo separare. Funziona!asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Io per esempio non so come si faccia XD
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)