Saggi alla fiamma
Question 
Salve a tutti!*Hail*
Vorrei sapere qualcosa sui saggi alla fiamma. E quali si potrebbero fare!!! :-D:-D
In questi giorni infatti mi sono affiscinato molto ai suddetti! Chi mi aiuta?Rolleyes
Ciao,
myttex


p.s.: non ne so proprio nulla!!!!



Cita messaggio
I saggi alla fiamma si basano su un concetto abbastanza complesso definito "spettro di emissione": ciascun atomo, se portato allo stato eccitato da una fonte energetica adeguatamente potente, produce una emissione di radiazione elettromagnetica durante il decadimento (diseccitazione) e il ritorno allo stato fondamentale, non appena l'energia di eccitazione viene a mancare. Tutta l'energia assorbita viene ceduta e riemessa come radiazione elettromagnetica. Nel caso dei saggi alla fiamma l'energia è ottenuta dalla combustione di un idrocarburo (gas metano o altro) in atmosfera di ossigeno (fiamma del becco Bunsen o Teclu). L'energia assorbita viene riemessa come luce colorata, emissione elettromagnetica che ricade nel campo dello spettro visibile. Quanto agli elementi, solitamente si ricorre a quelli facilmente ionizzabili cioè ai metalli alcalini e alcalino-terrosi. Questo perchè facilmente (cioè con poca energia) cedono elettroni e si ionizzano. La formazione dello ione è fondamentale per ottenere lo stato eccitato. Quindi litio, sodio, potassio, cesio e rubidio, calcio, stronzio e bario. Il berillio e il magnesio non forniscono particolari colori, la loro emissione complessivamente risulta bianca, come pure quella di ittrio e scandio, anche loro facilmente ionizzabili. In aggiunta si possono però osservare altri elementi (sempre metalli, per la loro predisposizione alle cessione di elettroni e quindi alla formazione di ioni), tra quelli del blocco d (metalli di transizione): tipicamente rame e mercurio. Anche lo ione ammonio (che non deriva da un metallo) dà un tipico spettro di emissione. Infine i metalli del blocco f (terre rare cioà lantanidi e attinidi) originano spettri in cui vi è una predominanza cromatica dell'emissione, ma solitamente si osserva una luce biancastra. Eccezione fanno il neodimio che emette nel violetto e il praseodimio che ha una debole luce verde-gialla.
Più aumenta il numero atomico, più complesso diventa lo spettro di emissione. Negli elementi leggeri lo spettro presenta delle righe, quando viene osservato con uno spettrometro, mentre per i metalli pesanti si osserva un elletto di somma delle righe e la comparsa di bande. In realtà, se lo spettrometro è molto sensibile (ha un buon reticolo di diffrazione e quindi risolve bene lo spettro) si osservano miriadi di righe addossate le une alle altre, ma che possono comunque essere distinte.
Se il numero delle righe è particolarmente abbondante in una data regione del visibile, prevale un colore sugli altri e la luce di emissione (e quindi della fiamma) appare colorata con quel colore.
Il saggio è semplicissimo.
Occorrono: un Bunsen, un filo di platino manicato, un po' di HCl conc. per lavare il filo tra un saggio e l'altro.
Solitamente si usano i cloruri dei metalli:
Li : fiamma scarlatta
Na: fiamma gialla
K: fiamma violetta
Rb e Cs : fiamma violetta, ma diversa da quella del K
Ca: arancio o meglio rosso screziato in giallo
Sr : rosso aranciato
Ba : verde
Cu : verde-blu con orlo giallo
Hg : azzurra, debole
NH4 : violetto debole, fugace
Altri colori si possono avere con alcuni accorgimenti (fiamma ossidante e fiamma riducente, in base alla regolazione del rapporto di flusso aria-gas), ma credo di avere già ammazzato di noia troppi utenti...asd*Sbav*

Un consiglio: è interessante imparare a risolvere semplici miscele di elementi osservandone la fiamma, magari aiutandosi con vetri al cromo (verdi) e al cobalto (blu), oppure, se le finanze lo consentono, ricorrere a uno spettroscopio tascabile che permette di vedere le righe di emissione (tipiche per ciascuno ione metallico leggero). Il costo dell'apparecchio è di circa 500 euro.azz!

Cordialmente
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
myttex
wooow!!! Grazie mille!!! Veramente grazie! Non mi aspettavo una risposta così dettagliata!!! Grazie davvero!!!
Domani provero' a fare qualche saggio ;-) e postero' le foto ;-)

Ciao e grazie ancora
myttex

p.s.: se vuoi presentati nell'apposita sezione ;-)



Cita messaggio
Il Dott. Moreno (nella discussione dei pomodori l'ho un pò castigato!) ha messo un ottimo post.
Io aggiungere solamente che noi poveri senza platino, immanichiamo un volgaraccio filo di Ni-Cr e ci arrangiamo con quello.
Certo che è uno skifo, non si lava bene con HCl, viene intaccato dai sali, ecc. ma *Fischietta* ...costare un chilometro di filo come un centimetro di platino! (ho esagerato, sisi *Si guarda intorno* )
Ciauz al Dott.
Cita messaggio
Caro Al-ham-bic,
oh, mamma...sembra la rubrica di suor Germana...
rifaccio...
Cià Al,
vedi io ho 5 cm filo di Pt da 25 anni..., tu quanti km di filo di Ni-Cr hai usato in egual tempo? :-D
Certo che è vero, ci si deve arrangiare per forza di cose...e va benone anche il filo Ni-Cr, proprio come dici tu.
Accetta anche quest'altra provocazione...oltre ai banali elementi che ho citato, altri (più rari) emettono luce colorata alla fiamma ossidante del Bunsen...Indio, Radio, Gallio, Tallio sono i più interessanti, oltre ad altre terre rare. Vogliamo aggiornare la lista degli elementi con i rispettivi colori delle fiamme ossidanti? Io comincio con il Radio: fiamma rosso mattone. A te ...asd (Spero sia chiara la mia indole scherzosa...)
E non ho ancora letto il "castigo" sui pomodori...*Tsk, tsk*

Per Myttex, grazie per l'accoglienza, non so se ti possa servire, ma l'uso dei vetri colorati (blu e verdi) è molto utile per evidenziare gli elementi emettitori in miscele non troppo complesse. Se ti può servire ti indicherò volentieri alcuni esempi. Non lo faccio ora per non annoiare.
Ottima la proposta di postare anche le foto, io sono un cane (senza offesa per i cani) in queste cose, ma ammiro molto chi ha la competenza per farle.*Hail*
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
myttex
grazie! Io lo faro' molto volentieri basta che qualcuno commenti (apprezzo anche i negativi ;-) xk sn consapevole che siano costruttivi!!!) cmq... fra poco postero' le foto del mio lab e di alcuni saggi sta a voi poi commentare ;-) e guardarle!!
ciao,
myttex

p.s.: non ho capito quella cosa dei vetrini :S:S



Cita messaggio
(2008-10-26, 16:42)myttex Ha scritto: grazie! Io lo faro' molto volentieri basta che qualcuno commenti (apprezzo anche i negativi ;-) xk sn consapevole che siano costruttivi!!!) cmq... fra poco postero' le foto del mio lab e di alcuni saggi sta a voi poi commentare ;-) e guardarle!!
ciao,
myttex

p.s.: non ho capito quella cosa dei vetrini :S:S

Nulla, era solo per capire se ti può servire. Osservare la fiamma attraverso un vetro al cobalto o al ferro-rame aiuta a identificare le sostanze presenti nel campione messo al saggio: per esempio se hai un mix di potassio e sodio la fiamma risulterà gialla perchè il sodio copre l'emissione violetta del potassio. Se però guardi la fiamma attraverso un vetro blu al cobalto appare rosso-porpora, mentre attraverso un vetro verde al ferro-rame appare verde-azzurra. Questo perchè la luce gialla del sodio viene schermata dai vetri colorati.

Forse è meglio passare alle perle di borace...quelle sì che sono il TOP...8-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
ahhhh capiti grazie ;-)



Cita messaggio
Ecchime di ritorno dopo circa una settimana!!!
Come promesso posto le foto dei miei saggi (ho fatto quello x la presenza di Cu e Ca :-P) le foto sono leggermente grandi.
La prima è x la presenza di Cu La seconda x quella di Ca!!! La prima si vede un po' male ma si capisce abbastanza insomma!!!!
[Immagine: saggio2eo6.jpg]
[Immagine: w767.png]
[Immagine: saggio1ui2.jpg]
[Immagine: w1278.png]
A voi i commenti!
Vi prego dite la vostra!

Ciao,
myt!

p.s.: scusate x la grandezza se volete ridimensiono asd



Cita messaggio
Mytt, navigare in questo forum è già di una lentezza esasperante (non so perchè), se poi metti le foto da 1 Gb cadauna...:-@ *Tsk, tsk*

Per la fiamma hai provato il saggio dei borati?
Un borato, oppure H3BO3 + H2SO4 conc. + metanolo (che non hai di sicuro, usa etanolo) = borato di etile = bella fiamma verde caratterist.
Fare così
Capsula + puntina di spatola di H3BO3 + poche gg di ac. + 2 ml etilico + dare fuoco = esperienza fatta, poi ci sai dire (se tu non avere ac.bor. andare sub. a procurartelo!).
Ciauz
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)