Spettrofotometro
Smanettando su sciencemadness ho trovato questa discussione che parla di uno spettrofotometro abbastanza semplice da costruire (secondo me).È quello per fare analisi spettrofotometriche quantitativa.Da i valori in volt,ma facendo la solita formula si ottengono valori quasi accettabili di assorbanza.
Volendo si può aggiungere arduino (per chi è capace) per fare automaticamente l'assorbanza,magari che può dare anche in trasmittanza.
L'Autore fa uso di un LED RGB come fonte di luce e di un LED arancione come sensore.Come amplificatore per il segnale usa un LM358N.
Questa è la discussione: http://www.sciencemadness.org/talk/viewt...579&page=1
Questo è lo schema elettrico (a cui io faccio riferimento): http://www.sciencemadness.org/talk/files...&aid=40459
Questo è un pdf della ACS (aperto con sci-hub) che parla della costruzione di un semplice spettrofotometro: http://cyber.sci-hub.cc/MTAuMTAyMS9lZDQw...im2014.pdf
Se uno vuole fare il precisino,può creare una scatola a tenuta di luce in legno o plastica o metallo con il modo per cambiare LED o mettere filtri.
Questo,in confronto ad uno spettrofotometro fatto con arduino è molto elementare ma presenta comunque qualche difficoltà.
Spero di essere stato utile.
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
Io non ho capito, cosa deve misurare questo strumento ?
" Non veni pacem mittere sed gladium " - Mt 10,34
Cita messaggio
Lo spettrofotometro che ho postato io misura la quantità di luce che passa,in volt,facendo il logaritmo del rapporto tra la quantità di luce che passa attraverso il solo solvente (o reattivo) e la quantità di luce che passa attraverso il campione si ottiene la trasmittanza.Facendo il cologaritmo (il logaritmo cambiato di segno) in base e della trasmittanza si ottiene l'assorbanza.Naturalmente,se uno è capace,tutto questo può essere fatto con arduino in modo automatico.
Quindi,non si può usare per capire che molecola c'è nella cuvetta,mentre è perfetto per le analisi quantitative per gli home lab.Proprio come il colorimetro di al.
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
Proverei ad usare in testa un operazionale e due sensori uno sull'ingresso invertente e uno su quello non-invertente bilanciati da un trimmer
di zero tra i due rami da utilizzare inserendo due celle col bianco, portando l'offset a zero per la taratura, in seguito entrare in un secondo ic 
usato stavolta come amplificatore attraverso un trimmer multigiri di sensibilità  che regoli il fondo scala (100%) sempre del bianco.
La lettura potrebbe essere letta sia da arduino che da un ingresso A/D direttamente da un PC con uno dei tanti programmi voltmetrici grafici.

Usare un led multicolor come sorgente sebbene sembri una buona idea, in realtà è un errore macroscopico, esso infatti appare per il nostro
occhio possedere tutte le frequenze dello spettro, ma è un inganno del nostro cervello, infatti esso emette solo 3 frequenze rossa-verde-blu 
in diverse quantità e con bande di larghezza diverse media la prima larga la seconda e stretta la terza quindi oltre ad avere pochissima risoluzione 
come selezione di banda non è neppure lineare.

Io opterei per una sorgente a filamento (alogena) un collimatore ottico una fenditura d'ingresso un buon reticolo mosso da un motorino passo passo una 
fenditura di uscita un secondo collimatore uno splitter a prisma o un chopper per fare due raggi e il sistema sopra descritto.

Detto così può spaventare un pò ma niente di impossibile con un pò d'impegno e di passione, chiaramente lo strumento avrà solo un valore didattico e non analitico
e l'affidabilità dipenderà molto dalle vostre abilità di autocostruttori, ma è inutile mettere dei limiti sin dall'inizio l'importante è provare e sperimentare.

Roberto.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Roberto per questo post:
NaClO
Così,però,diventa tutt'altro che uno spettrofotometro casalingo...
Il LED RGB,infatti,lo avrei usato solo per il rosso,il verde ed il blu.Ma,come hai detto tu,ha una banda passante troppo larga.
Ricorda che il chopper deve essere uno specchio...diventa difficile costruirlo...
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
Specchi tze...  :-D   basta saccheggiare una fotocopiatrice o uno scanner, l'importante è avere la superfice alluminiata in superfice.
e un buon tagliavetro... 
Ti mostro in foto tutto l'occorrente: Lamiera, cesoie, specchio, tagliavetro, motorino,  in ultimo un laser cinese per allineare i due raggi.

Sul fondo ti mostro ad esempio un mio vecchio progetto di un spettroscopio bunsen, in quel caso come monocromatore ho usato una porzione di DVD 
opportunamente sezionato separato e fissato a una lastrina di vetro, ne ho dovuti provare una dozzina prima di trovare quello che produceva le righe più fini
ma all'ultimo ho ottenuto un reticolo da 1250 righe e uno spettro del II° ordine sufficientemente buono da distinguere (a malapena) le due righe del sodio nel mio caso
più che sufficenti.

Il reticolo si trova alla piega sotto la manopola che lo fa ruotare, motorizzando quest'ultima , selezionando la frequenza con una seconda fenditura e naturalmente sostituendo 
al bunsen una lampada alogena avresti un buon monocromatore per il tuo spettrografo.

NB se vuoi invece usare i led ti converrebbe usare led monocromatici hanno una banda più stretta di quelli RGB (che devono coprire tutti i colori dell'iride) alcuni addirittura
vantano una banda minore di 5 nm (anche se ci credo poco) dovrei comprarne qualcuno e vederlo col trabiccolo di cui sopra  8-)

   

Roberto.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Roberto per questo post:
NaClO




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)