Tranquilli...
Metto in allegato due sintesi teoriche (ma pure pratiche, industriali) dei curiosi composti con anello benzodiazepinico.
Tengo a precisare che, essendo le benzodiazepine molecole sotto controllo legale (sono sostanze d'abuso, anche se io non le ritego molto utili sotto questo aspetto...), in questa discussione non dovranno comparire integrazioni alla sintesi. Queste due pagine, scritte nel cuore della notte, sono di puro concetto chimico, non sono altro.
Chi volesse chiarimenti, è pregato di non chiederli, sarebbero illegali.;-)


Allegati
.pdf  oxazepam.pdf (Dimensione: 219.95 KB / Download: 296)
.pdf  valium.pdf (Dimensione: 206.18 KB / Download: 352)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Nexus, jobba
Ma le benzodiazepine non sono principalmente dei farmaci?
E in che senso sono sotto controllo legale?
E' vietata la sintesi, il possesso o l'uso?
Quale e' la sanzione nel caso in cui si venga "pizzicati" con le suddette sostanze?

Chiedo venia se le domande poste sono inopportune *Hail**Hail*
Cita messaggio
(2010-06-15, 12:19)ozono Ha scritto: Ma le benzodiazepine non sono principalmente dei farmaci?
E in che senso sono sotto controllo legale?
E' vietata la sintesi, il possesso o l'uso?
Quale e' la sanzione nel caso in cui si venga "pizzicati" con le suddette sostanze?

Chiedo venia se le domande poste sono inopportune *Hail**Hail*

Si, le bdz sono dei farmaci utilizzate principalmente come ipnotici sedativi; sono inoltre i più utilizzati ansiolitici, ed in ambito ospedaliero sono utilizzati anche come anestetici generali. Sono state scoperte casualmente da un chimico della La Roche (si doveva fare una sn2 con un certo composto eterociclico e metilamina, ma è invece avvenuta una trasposizione ed è nato il clordiazepossido) e hanno rapidamente sostituito i barbiturici perchè troppo pericolosi.

Sono sotto controllo legale = sono composti che per essere sintetizzati/posseduti/venduti legalmente hanno bisogno di permesso dell'autorità competente. Generalmente tali permessi sono rilasciati alle farmacie o alle industrie/università a scopo di ricerca. Perchè non è che se anche uno è farmacologo e studia la nocicezione può girare liberamente con l'eroina ;-)
Cita messaggio
x Max: nella sintesi del valium, la n. 2 coinvolge glicina etilestere e piridina, come si parlava. C'è anche il componente mancante che avevo omesso, quello col cloro... 8-)
Cita messaggio
Beh, praticamente quello su cui si basa la sintesi... asd asd asd Intanto con la glicina ho fatto la reazione di Maillard ;-)
Cita messaggio
Lexotan,En,lorazepam,Prazene, Diazepam se non sbaglio dovrebbero appartenere tutti alla famiglia delle benzodiazepine.Ho una domanda da porre anche se é un po generica visto che sono prodotti differenti, hanno tutte in comune (secondo me) una caratteristica. Diciamo che sono "tranquillanti ,sedativi" e funzionano anche.Però hanno dei brutti effetti collaterali.... aiutano a dormire ma ti "creano insonnia" cioé oltre che farti fare degli incubi , quando non le prendi,non dormi più , danno dipendenza ...se uno li prende anche sotto prescrizione medica perché ha dei problemi di sonno.. poi é fottuto perché senza non arriva più a dormire.. mi sembra che chiamarla lama a doppio taglio sia poco....purtroppo le benzodiazepine sono molto di voga ... c'é molta gente che le prende, e volendo non é poi cosi difficile farsi dare la ricetta....vorrei saper se gli effetti collaterali che ho detto sono riscontrati su vasta scala,se fosse cosi non capisco ... le benzodiazepine alla fine ti amplificano i problemi iniziali,sicuramente ho detto un mucchio di cretinate ,questo é stato per me uno sfogo contro un prodotto,che forse dovrebbe essere dato solo in casi veramente estremi,ma probabilmente mi sbaglio.


Cita messaggio
Penso che per queste medicine che creano dipendenza, il medico vada ad optare per il minore dei mali.
Anche qui, penso che sia la dose e la frequenza dell'assunzione a fare la differenza.
Se una persona ha bisogno di assumere questi sonniferi tutti i giorni, potrei immaginarmi che quando perdono la loro efficacia per via dell'assuefazione, il medico opti per cambiare farmaco... o no ? ...

Cita messaggio
Le BDZ sembrano tutte uguali ma vengono classificate, clinicamente parlando, in base all'emivita plasmatica, ovvero il tempo necessario a ridurre della metà la concentrazione iniziale del farmaco presente nel sangue.
Ci sono BDZ a lunga, media, breve e brevissima durata.
Questa caratteristica (l'emivita) rende una BDZ più adatta a indurre il sonno piuttosto che calmare uno stato d'agitazione o essere usata come preanestetico. Mi fermo qua.

P.S.
Secondo me le BDZ sono farmaci prescritti con troppa facilità ed inutili come ansiolitici cronici.
Cita messaggio
mah, proprio tutte uguali non sono, guarda le nitrobenzodiazepine!
Cita messaggio
le benzodiazepine sono principalmente ansiolitici e contestualmente e a dosaggi diversi degli ipnoinducenti (inducono il sonno)

essendo le bdz farmaci che agiscono su recettori di membrana, sono soggette al fenomeno dell'abitudine vera, dovuta alla down regulation del recettore stesso, quindi per mantenere il loro effetto, la dose andrebbe gradulamente aumentata.
questo fenomeno è comune ad una marea di farmaci, compresi molti lassativi e non rende un farmaco migliore o peggiore.
come tutti i farmaci, fanno bene il loro lavoro se vengono prescritti in modo corretto, dopo aver forumulato una diagnosi corretta.

in merito alle reazioni publicate da Moreno, trovo siano molto affascinanti, pur andando oltre le mie capacità di comprensione :-)
e per giunta sono scritte con una chiara ed elegante grafia (reperto straordinario nella classe medica) :-P
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)