elettrolisi
salve,
in allegato il testo. 
Non ho finito di scrivere i conti ma mi vengono 30ore e 4min mentre dovrebbero venire 29ore e 53min
e inoltre la variazione di massa mi viene 340,25g mentre dovrebbe venire 107.1g

Io ho operato in questo modo:
note le dimensioni calcolo il volume della lastra (senza strato)  Vpb=200cc
e il volume dello strato superficiale Vpbso4=47,25cc

t=Q/I

dove Q dalla legge di Faraday Q=n°eq*96485coluomb  (dalla proporzione  n°eq : Q = 1 : 96485 )

a questo punto ho trovato gli eq di PbSO4  n°eqPbSO4=340,25g/(303,23/2)=2.2442eq

Q=2.2442*96485=2.16E5 coulomb -> t=1.0826E5 secondi ->30h 4min

per quanto riguarda la variazione di massa semplicemente è quella del PbSO4 ovvero mPbSO4=47,25*7,2=340,25g

La risoluzione è un po confusionaria, per questo l'ho riscritta.

Premetto che ho delle lacune teoriche, ma il programma è vastissimo e l'esame imminente.
HELP!


AllegatiAnteprime
         
Ciao
Luca
Cita messaggio
Il primo risultato a me viene così:
   

Secondo me ciò che accade nella cella elettrolitica è il processo nel quale avviene la carica di un accumulatore al piombo-acido:
      
tratto da:
S.Pasquetto, L.Patrone
Chimica fisica, volume 3°
Zanichelli Bologna, 1999


Appena il deposito iniziale di PbSO4 al polo negativo (catodo) della cella elettrolitica è stato eliminato, l'elemento galvanico funziona come una cella elettrochimica (o galvanica), e sul polo negativo (ora diventato anodo) si depositano 1/2 delle moli iniziali di PbSO4 sottoforma di Pb(s):
n Pb = 1,092 mol / 2 = 0,5461 mol
m Pb = 0,5461 mol · 207,19 g/mol = 113,1 g = aumento di massa del polo negativo.

Il risultato di 107,1 g non lo capisco ;-)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Nascor




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)