p-metilpropiofenone
Un'altra classe di composti molto interessanti per i loro aromi, oltre ai famosissimi e ultra esplorati esteri inferiori, ci sono anche i fenil chetoni e ogni tanto vale la pena di prepararne qualcuno...asd Il metodo di preparazione è sempre l'acilazione di Friedel-Crafts "catalizzata" da AlCl3.

Materiali:
- toluene
- propionile cloruro
- AlCl3 anidro
- HCl 37% 
- NaOH 20%
- pallone a 3 colli, imbuto gocciolatore, agitatore magnetico, refrigerante per riflusso, imbuto separatore, apparato per distillazione frazionata

Procedimento:


 Per prima cosa è necessario anidrificare il toluene venduto commercialmente poichè contiene sempre una certa quantità di umidità, i metodi sono diversi: lo si può anidrificare prima con CaCl2 e poi con Na; si può distillare una "testa" che contiene l'azeotropo acqua-toluene; io ho utilizzato una variante del secondo metodo, ho montato sopra il pallone una trappola di Dean-Stark sormontata da un refrigerante a bolle e ho quindi scaldato ad ebollizione vivace il solvente per circa una mezz'oretta, ho raccolto circa 0,3ml di acqua. Il pallone è stato tappato a caldo e lasciato raffreddare. è bene operare all'esterno poichè si sviluppa un'ingente quantità di HCl gassoso

In un pallone a 3 colli da 250ml si pongono 47g di AlCl3 anidro e subito si aggiungono circa 100ml di toluene anidrificato. Si inserisce un'ancoretta magnetica e si accende l'agitazione quasi al massimo, in modo da tenere in sospensione quasi tutto l'AlCl3. In uno dei colli laterali del pallone (l'altro va tappato) si inserisce un imbuto gocciolatore nel quale sono stati posti 25ml di propionile cloruro, avendo cura di fargli prendere meno umidità possibile. Si aggiunge lentamente il cloruro acilico e la miscela comincia lentamente a scaldarsi; intanto il cloruro di alluminio si dissolve nel solvente organico colorando la soluzione in marrone. Ecco una carrellata di foto che mostra la variazione di colore durante l'aggiunta del cloruro acilico:
      
      
      

La miscela viene scaldata a riflusso per circa 2 ore, in modo da completare la reazione e da scacciare l'HCl residuo, il colore della soluzione non varia più di tanto, si scurisce solo un poco.
Terminato il riflusso si raffredda bene il contenuto del pallone e la reazione viene spenta versando il liquido in 30ml di HCl 37% e 100g di ghiaccio, la reazione di spegnimento è molto esotermica e avviene con sicurezza solo se la soluzione acquosa è ben agitata e ben fredda.
   
Si separa la fase organica che viene lavata con 40ml di acqua, poi con due porzioni da 20ml di NaOH acquosa e infine con 4x40ml di acqua, avendo cura ogni volta di agitare bene la miscela bifasica e di separare bene la fase acquosa. terminati i lavaggi la fase organica viene anidrificata su CaCl2 e sottoposta a frazionamento, il toluene passa tra 110° e 120°C, dopodichè la temperatura sale velocemente fino a 220°, temperatura alla quale distilla qualche goccia di liquido, probabilmente toluene residuo. Quando la temperatura raggiunge i 230° comincia a distillare una discreta quantità di prodotto. Io ho raccolto la frazione bollente tra 230 e 236°C, praticamente gran parte del prodotto bolle a 235-236°C (p.e. teorico trovato su Scifinder : 236°C) Resa 30,3g (71%). Quando si lavora così "in piccolo" è accettabile ottenere rese di questo genere, inoltre devo dire che nel pallone di distillazione è rimasto un residuo marrone-rossastro costituito da sottoprodotti di acilazione che è più consistente del solito.
Ecco una foto del prodotto purificato, in realtà è molto meno giallo di quanto appaia in foto.
      

L'aroma del composto è molto interessante, ha sempre una nota dolciastra tipica dei chetoni di questo genere, ricorda vagamente anche il p-metilacetofenone (che però a me non piace più di tanto), ma la nota prevalente è di anice-finocchio! Tra un po' magari faccio qualche 
suo fratello...

Vorrei sapere se c'è un metodo per acilare idrocarburi un po' più "rari" e che possiedo in piccole dosi come il t-butilbenzene o il cumene (che ho intenzione di preparare)..
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
quimico, luigi_67, fosgene, ohilà, al-ham-bic, zodd01
Mi dispiace mettere solo "grazie" a queste sintesi che mi piacciono, devo aggiungere due parole, è più forte di me! 
---
Il cumene, quello che sa di vecchio lucido da scarpe... quanto benzene buttato via... ma era una sintesaccia.
Allora lo aspettiamo   si si
Cita messaggio
Concordo anche io, il semplice grazie mi sembra riduttivo davanti ad un lavoro ben fatto. Complimenti, davvero ottimo lavoro, come sempre!
Un saluto
Luigi
Cita messaggio
Davvero, la sintesi del cumene è una sintesi del menga *Tsk, tsk*
Però ci sta... Quindi attenderemo la tua sintesi marco.
Come hai intenzione di operare?
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Grazie a tutti! Credo che preparerò il cumene con alchilazione di FC tra benzene e isopropil bromuro...ma ho guardato il catalogo della Sigma...se ne troviamo qualche altro uso e magari qualcuno vuole dividere con me il grande quantitativo, conviene comprarlo...17 euro + IVA per un litro.....
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Per gli alogenuri alchilici, come per gli arilici e acilici, prima o pi si trova sempre il modo di "maritarli", è merce pregiata e quindi l'idea della condivisione sarebbe ottima.
10 € per mezzo litro di C3H7Br sarebbe quindi magnifico. Ma la pratica, dico per me, è un po' diversa.
Io sono sempre restio (per non dire che rinuncio sempre) quando c'è di mezzo la spedizione, che costa altrettanto del prodotto e ha l'inconveniente della consegna (oltre che l'onere non indifferente dell'imballaggio e spedizione da parte del mittente).
Quando il pacchetto arriva io sono SICURO per infinite esperienze precedenti che in casa da me non c'è nessuno  :-@

E allora comincia la solita trafila: code alla posta tutti i giorni sperando ogni volta che il pacco sia riconsegnato in sede dagli addetti, che quasi sempre lo trattengono quando dovrebbero riportarlo.
Se invece è un corriere --> attesa tutto il secondo giorno a un metro dal citofono in attesa della suonata; se aspetti 15 secondi a rispondere il corriere, parcheggiato in mezzo alla strada, se ne va e non torna certo la terza volta.
Se anche il secondo giorno per caso sono assente alla suonata --> via a cercare il deposito più vicino del corriere (chissà dove) per andarsi a ritirare il pacchetto.
Totale: 10 € di valore di merce favolosa, altrettanto (come minimo) di spese e altrettanto di favolose incazzature per ritirarla.
A me succede sempre così, ma io non faccio testo; non ho detto niente, fate finta che sia sfortunato  *Fischietta*
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
Igor
Al mi sa che mi sono spiegato male...il cumene costa 17 euro al litro...
Per tutto il resto che hai detto, io sono fortunato...il corriere SDA è sempre lo stesso e sa di passare alle 6 di sera...e se non ci sono mi lascia il pacco...per gli altri ci pensa il mio inquilino a ritirarmi i pacchi...e io faccio altrettanto con lui quando non è a casa...
Il problema è il postino che non mi porta le raccomandate voluminose....e mi tocca andare in posta dove c'è sempre un solo sportello aperto...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Avevo intuito marco parlasse del cumene. Al posto di farselo, per evitarsi lo sbattimento di sintetizzarlo, ha ben pensato di prenderlo. 17€ per un litro non è male. Forse per uno è tanto, a meno di far sintesi in grande asd e l'idea del dividerlo non è male. Ma vorrebbe dire rispedirlo agli altri. Sbattimento.
E se uno non può esser certo di star a casa sempre (come me) e non ha nessuno che può ricevere un pacco, allora diventa ardua la cosa.
Sintetizzarlo o comprarlo? È sempre il solito dilemma amletico.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Ah, non avevo capito che Marco parlava del cumene.
Allora è tutta un'altra faccenda rispetto agli alogenuri... quel litrozzo ti resterà in carico tutta la vita  azz! 
Prova una sintesina, come viene viene.
Per quanto riguarda le spedizioni purtroppo il discorso non cambia, dipende fortemente dalla situazione logistica degli interessati.
Cita messaggio
Diciamo che sarà divertente come sintesi.
Quel maledetto residuo sul benzene è un ingordo di radicali ed esposto all'ossigeno si forma subito il famoso cumene idroperossido.
Passi che un po' ti si formi... Ma ci sta come preparazione.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)