Esercizi per voi
Naturalmente conosco bene il concetto di mole, ma perché devo chiamarlo in causa se non serve?

Nel tuo metodo usi la densità finale della soluzione al 10%. Come fai a conoscerla se non hai ancora preparato la soluzione al 10%? Questo dato non era compreso in quelli dati da quimico. Se si fanno soluzioni con sostanze note i valori sono tabulati nei manuali, tuttavia un chimico che fa sintesi ha a che fare con sostanze mai prima esistite di cui non si sa nulla. La maggior parte della complicazione deriva dal fatto che quimico, chissà perché, vuole avere esattamente 1 litro di soluzione. Altrimenti si tratterebbe solo di fare due pesate.

Poi mi chiedi:

Citazione:E se invece devi preparare una soluzione al 5,5 % partendo da una soluzione al 21,8% che fai???

Con il metodo Luisa è impossibile perché non si conosce le densità di nessuna delle due soluzioni.


Con il mio metodo klycson è semplice. Ad esempio per preparare 1000g di soluzione al 5,5% partendo da una soluzione al 21,8% si devono:

1. prelevare 252g di soluzione al 21,8%;
2. aggiungere ad essi 748g di acqua.

Ci tengo a far notare che non importa di che sostanza si stia parlando. Se le percentuali m/m sono quelle indicate (5,5 e 21,8), allora per preparare 1000g di soluzione si dovrà sempre fare così. Inoltre le masse sono molto più facili da misurare dei volumi e quindi facendo pesate si possono ottenere precisioni ed accuratezze superiori. Se infatti volessi veramente "spaccare il capello in quattro" per ottenere 100,0000g di una soluzione al 5,5000% partendo da una soluzione al 21,8000% dovrei:

1. prelevare 25,2294g di soluzione al 21,8%;
2. aggiungere 74,7706g di acqua.

Misurare queste masse al decimo di milligrammo con una bilancia analitica molto precisa è tecnicamente possibile. Lo stesso non si può dire per i volumi o almeno non mi viene in mente con quale strumento convenzionale di laboratorio potrei misurare un decimo di ml.
Ciao da klycson.

--> Sono un chimico laureato in cerca di prima occupazione. <--
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano klycson per questo post:
LuiCap, luigi_67
Giustissimo ;-)

Ho dato per scontato che si abbiano a disposizione delle tabelle con le % m/m e le densità delle soluzioni degli acidi e delle basi inorganiche comunemente usati in laboratorio. Il che non è sempre vero :-(
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
luigi_67
(2016-06-23, 15:32)klycson Ha scritto: Naturalmente conosco bene il concetto di mole, ma perché devo chiamarlo in causa se non serve?

Nel tuo metodo usi la densità finale della soluzione al 10%. Come fai a conoscerla se non hai ancora preparato la soluzione al 10%? Questo dato non era compreso in quelli dati da quimico. Se si fanno soluzioni con sostanze note i valori sono tabulati nei manuali, tuttavia un chimico che fa sintesi ha a che fare con sostanze mai prima esistite di cui non si sa nulla. La maggior parte della complicazione deriva dal fatto che quimico, chissà perché, vuole avere esattamente 1 litro di soluzione. Altrimenti si tratterebbe solo di fare due pesate.

Poi mi chiedi:


Con il metodo Lisa è impossibile perché non si conosce le densità di nessuna delle due soluzioni.


Con il mio metodo klycson è semplice. Ad esempio per preparare 1000g di soluzione al 5,5% partendo da una soluzione al 21,8% si devono:

1. prelevare 252g di soluzione al 21,8%;
2. aggiungere ad essi 748g di acqua.

Ci tengo a far notare che non importa di che sostanza si stia parlando. Se le percentuali m/m sono quelle indicate (5,5 e 21,8), allora per preparare 1000g di soluzione si dovrà sempre fare così. Inoltre le masse sono molto più facili da misurare dei volumi e quindi facendo pesate si possono ottenere precisioni ed accuratezze superiori. Se infatti volessi veramente "spaccare il capello in quattro" per ottenere 100,0000g di una soluzione al 5,5000% partendo da una soluzione al 21,8000% dovrei:

1. prelevare 25,2294g di soluzione al 21,8%;
2. aggiungere 74,7706g di acqua.

Misurare queste masse al decimo di milligrammo con una bilancia analitica molto precisa è tecnicamente possibile. Lo stesso non si può dire per i volumi o almeno non mi viene in mente con quale strumento convenzionale di laboratorio potrei misurare un decimo di ml.

Semplici pipette Gilson (o altra marca) p200, hanno un range tra 20 e 200 microlitri, ottimale per un decimo di ml; in alternativa anche una p1000, ma siamo ai limiti inferiori.
Cita messaggio
(2016-06-24, 10:23)Beefcotto87 Ha scritto: Semplici pipette Gilson (o altra marca) p200, hanno un range tra 20 e 200 microlitri, ottimale per un decimo di ml; in alternativa anche una p1000, ma siamo ai limiti inferiori.

Usare una pipetta che può contenere al massimo 200 ul per preparare una soluzione di 100 ml mi pare un po' azzardato. Significa che dovrei riempire e svuotare la pipetta:

100000/200= 500 volte! :-S
Ciao da klycson.

--> Sono un chimico laureato in cerca di prima occupazione. <--
Cita messaggio
L'accuratezza e la precisione che si adottano nel preparare una soluzione dipendono sempre dall'uso che deve essere fatto di quella soluzione.
Se, ad esempio, la soluzione di HCl al 10% deve essere usata in un procedimento quali-quantitativo, poco importa il metodo che si utilizza (per pesata o per prelievo di volume di soluzione al 37%): non fa molta differenza avere una soluzione finale al 9 o all'11%.
Se la soluzione al 10% deve essere usata ad esempio come soluzione titolante in una titolazione acidimetrica qualsiasi strumento in grado di misurare con accuratezza e precisione una data massa o volume è sprecato, perché in ogni caso sia la soluzione al 37% che quella finale al 10% non sono degli standard primari, quindi la soluzione deve comunque essere standardizzata mediante titolazione con uno standard primario, tipo Na2CO3.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Vorrei dare la formula generale per preparare M g (ossia circa M ml) di una soluzione diluita al D% m/m partendo da una soluzione concentrata al C% m/m. La massa Q (in grammi) di soluzione concentrata al C% (m/m) da usare per preparare M grammi di soluzione al D% (m/m) è data da:

Q = (M * D)/C

Non ha nessuna importanza la sostanza che si considera.

Ad esempio per preparare 1000 g di una soluzione al 3,5% partendo da una soluzione al 10,3% si dovranno usare:

(1000 * 3,5)/10,3 = 339,8 g di soluzione al 10,3%

A questo punto operativamente si può procedere in questo modo:

1. si pone un contenitore su una bilancia e si fa la tara;
2. si mettono nel contenitore 339,8 g di soluzione al 10,3%;
3. si aggiunge acqua fino a raggiungere il peso di 1000 g.

Queste operazioni, in generale, si possono sempre fare, in quanto ci sarebbe almeno da augurarsi di conoscere la concentrazione della soluzione da cui si parte e di quella a cui si vuole arrivare.
Se sono anche note le densità della soluzione concentrata (dC) e quella della soluzione diluita (dD) si potrà determinare il volume VC di soluzione concentrata al C% da prelevare per ottenere un volume VD di soluzione diluita al D% tramite l'espressione:

VC = (VD * D * dD) / (C * dC)

Se, come talvolta può succedere, è solo nota la densità dC della soluzione concentrata al C% e si vuole sapere quale volume VC di questa soluzione si deve utilizzare per produrre un volume VD di soluzione diluita al D%, allora mi pare (ma se qualcuno ha qualche altra idea me la dica pure) che l'unico possibile procedimento da seguire sia quello, piuttosto tedioso, che ho indicato nel precedente post.
Ciao da klycson.

--> Sono un chimico laureato in cerca di prima occupazione. <--
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano klycson per questo post:
NaClO
Io propongo una risoluzione alternativa rispetto quella di LuiCap:


Allegati
.docx  Concentrazione soluzione concentrata di HCl.docx (Dimensione: 15.16 KB / Download: 70)
Cita messaggio
So che la discussione è vecchia, ma, dato che si parlava di questo, aggiungo un vademecum della Merck con le tabelle per la densità e molte altre informazioni.

http://www.merckmillipore.com/IT/it/supp...kXr8NU,nav
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
(2016-01-28, 20:29)quimico Ha scritto: Volevo porre a tutti questi due quesiti, visto che mi sono capitati di recente...
Una ragazza da me al lavoro doveva preparare due soluzioni diluite a partire da quelle concentrate commerciali e non sapevano come fare...

Preparare una soluzione al 10% di HCl a partire dall'acido commerciale a 37%. Densità HCl 37% = 1.19 g/mL.

Preparare una soluzione al 28% di NH4OH a partire dall'ammoniaca al 30-33%. Densità NH4OH 30-33% = 0.88 g/mL.

Quanti mL di ognuno devo prelevare per avere 1L di soluzione diluita?

A voi le risposte.

Ai miei tempi si faceva un calcolo molto più semplice .

Ricordando la formula :

V1 * C1 = V2 *C2 

Il volume finale deve essere 1000 ml e la C2 =10 , quindi :

V1 * 37 = 1000 * 10 
V1   =    10000 /37 =   270.27  ml  

Prelevare 270, 27 ml di acido del 37 % e portarlo ad un litro .

  1. Chi vuol essere lieto sia del doman non vi è certezza .
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano experimentator per questo post:
NaClO
In questo modo è molto più semplice...
piccola curiosità, perché i conti non tornano?
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)